Control Zone di Piacenza

Control Zone di Piacenza

Quando ci riferiamo alla Control Zone di Piacenza parliamo, a tutti gli effetti, di una CTR fantasma, che può manifestarsi fisicamente solo a seguito della emissione di uno specifico NOTAM.

Sono passati circa sette anni (era il 2017) da quando l’aeroporto militare di Piacenza San Damiano ha cessato la sua attività operativa.

Da allora i servizi del traffico aereo, che erano assicurati da AM, non sono più forniti in modo continuativo.

Lo spazio aereo della CTR (e della ATZ di Piacenza) deve essere di norma considerato come non controllato e quindi classificato “G”.

L’ente responsabile dei servizi di Informazioni volo e di allarme, in questa configurazione, è Milano FIC.

L’eventuale attivazione della CTR così come pubblicata in AIP, avverrà solo a seguito dell’emissione di uno specifico NOTAM, ripristinando la classificazione “D” ed il servizio di controllo del traffico aereo.

English text

When we refer to Piacenza Control Zone we are talking, to all intents and purposes, about a phantom CTR, which can only physically manifest itself following the issue of a specific NOTAM.

It has been about seven years (it was 2017) since Piacenza San Damiano military airport ceased operations.

Since then, air traffic services, which were ensured by italian Air Force, are no longer provided on a continuous basis.

The airspace of the CTR (and of Piacenza ATZ) must normally be considered as uncontrolled and therefore classified as ‘G’.

The responsible unit for Flight Information and alerting services, in this configuration, is Milano FIC.

The eventual activation of the CTR as published in AIP, will only occur following the issuance of a specific NOTAM, restoring airspace classification as “D” and air traffic control service.

_____

_____

Può essere comunque utile un breve riepilogo delle caratteristiche di questo spazio aereo.

A brief summary of the characteristics of this airspace may however be useful 

/////

Zona 1

La zona 1 occupa una porzione di spazio aereo posta al di sotto della zona 2 della TMA di Milano “Oltrepo’”.

Tra l’altro, sovrapponendosi a quest’ ultima per cinquecento piedi, visto che il limite verticale superiore della zona 1 della CTR di Piacenza è di 3000ft AMSL, mentre il limite verticale inferiore della zona 2 della TMA di Milano è di 2500ft AMSL.

Questa sovrapposizione crea ora qualche piccolo problema.

In effetti, un aeromobile che segua le VFR e si trovi a volare fra i 2500 piedi e i 3000 piedi AMSL all’interno della zona 1 della CTR, convinto (sulla base delle recenti modifiche) di trovarsi in uno spazio aereo di classe “G”, si troverebbe in realtà nella TMA di Milano, in classe “A”.

Certo, le probabilità che ciò possa accadere sono minime, ma forse sarebbe il caso di non sfidare il destino…

Zone 1 occupies a portion of the airspace located below zone 2 of Milano TMA “Oltrepo’”.

It also overlapped the latter by five hundred feet, since the upper vertical limit of zone 1 of Piacenza CTR is 3000ft AMSL, while the lower vertical limit of zone 2 of Milano TMA is 2500ft AMSL.

This overlap now creates some small complications.

In fact, an aircraft following the VFR and is flying between 2500 feet and 3000 feet AMSL within the zone 1 of the CTR, convinced (on the basis of recent changes) to be in a class “G” airspace, would actually be within Milano TMA, classified “A”.

Of course, the chances of this event being possible are minimal, but perhaps we should not challenge fate…

Control Zone di Piacenza

_____

Zona 2

La zona 2 occupa una porzione di spazio aereo posta al di sotto della zona 7 della TMA di Milano “Adda” (limiti verticali: SFC / 4500ft AMSL).

Zone 2 occupies a portion of the airspace below zone 7 of Milano TMA “Adda” (vertical limits: SFC / 4500ft AMSL).

Control Zone di Piacenza

Zona 3

La zona 3 contiene l’ATZ di Piacenza nonché, ovviamente, l’aeroporto militare di Piacenza San Damiano, (limiti verticali: SFC / 5500ft AMSL).

Quando attiva, la TWR di Piacenza opera sulle frequenze 123.925 MHz e 122.100 MHz.

Zone 3 contains Piacenza ATZ and, of course, Piacenza San Damiano military airport (vertical limits: SFC / 5500ft AMSL).

When active, TWR service is provided on frequencies 123.925 MHz and 122.100 MHz.

Control Zone di Piacenza

Zona 4

La zona 4 è l’unica della CTR situata al di sopra della superficie (limiti verticali: 2000ft AMSL/5500ft AMSL), ai confini con la CTR di Parma.

Zone 4 is the only zone of the CTR located above the surface (vertical limits: 2000ft AMSL/5500ft AMSL), bordering Parma CTR.

Control Zone di Piacenza

_____

ATS

Quando uno specifico NOTAM viene emesso e la CTR torna ad essere attivata, al suo interno Il servizio di controllo è fornito dal Centro Militare di Controllo di Avvicinamento di Piacenza, sulla frequenza 121.250 MHz.

Quando ciò accade, l’attraversamento della CTR Piacenza da parte del traffico VFR può essere effettuato solo su specifica autorizzazione di Piacenza APP.

Il contatto radio con Piacenza APP deve essere stabilito su FREQ 121.250 prima di entrare nella CTR di Piacenza e deve essere mantenuto per tutta la durata dell’attraversamento.

Il traffico VFR in attraversamento del CTR deve inoltre inserire il TRASPONDER sul MOD A – 7000.

When the related NOTAM has been issued, and Piacenza CTR turn back to be actived, within it air traffic control service is provided by “ Centro Militare di Controllo di Avvicinamento di Piacenza” on frequency 121.250 MHz.

When this happens, Piacenza CTR can be crossed by VFR traffic only previous specific authorization of Piacenza APP.

Radio contact with Piacenza APP must be established on FREQ 121.250 before entering Piacenza CTR and must be maintained during the crossing.

VFR traffic crossing the CTR must also insert the TRANSPONDER on MOD A – 7000.

_____

Punti di riporto VFR / VFR Reporting points

Nella cartografia AIP sono tuttora presenti alcuni punti di riporto VFR legati all’attività nella CTR.

Alcuni di essi sono anche segnalati come “Visual holding gate”, dove, quando la CTR è attiva, possono essere richieste attese agli aeromobili in procinto di interessare il circuito aeroportuale di Piacenza.

The AIP cartography still represents some VFR reporting points related to the activity in the CTR.

Some of them are also reported as “Visual holding gate”, where (when the CTR is active) the aircraft about to involve Piacenza airport traffic circuit could be required to hold.

PIEVE PORTO MORONE (MS NW1) – Visual holding gate

S. NICOLO’ (MS NW2) – Visual holding gate

NIBBIANO (MS W1)

BUSSETO (MS W1) – Visual holding gate

PONTE DELL’OLIO (MS SW1)

LAGO DI MIGNANO (MS S1) – Visual holding gate

CASTIONE MARCHESI (MS E2) – Visual holding gate

FORNOVO DI TARO (MS SE1) – Visual holding gate

_____

VDS/ULM

Segnalo la presenza della zona e del corridoio VDS “SAN ROCCO AL PORTO”, attivi dall’alba al tramonto (limiti verticali: SFC / 500ft AGL) e soggetti a coordinamento con e autorizzazione di Piacenza APP/TWR.

Quando la CTR non è attiva queste aree non hanno motivo di esistere, considerando che esse vengono di norma istituite per consentire l’attività dei VDS all’interno degli spazi aerei controllati.

I would like to point out the presence of ULM zone and corridor “SAN ROCCO AL PORTO”, active from sunrise to sunset (vertical limits: SFC / 500ft AGL) and subject to coordination with and authorisation from Piacenza APP/TWR.

When the CTR is not active these areas have no reason to exist, considering that they are normally established to allow ULM activity within controlled airspace.

Control Zone di Piacenza

_____

_____

_____

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *