Aeroporti di Trieste e Albenga

Aeroporti di Trieste e Albenga

A seguire, le informazioni generali e le più recenti informazioni aeronautiche degli aeroporti di Trieste ed Albenga.

///

TRIESTE Ronchi dei Legionari

L’aeroporto è situato a 16.5NM Nord/Ovest di Trieste, ad un’elevazione di 40ft.

E’ gestito dalla società Aeroporto Friuli Venezia Giulia S.p.A., di cui riporto i recapiti:

Tel: +39 0481 773250/249; fax +39 0481 773312 e-mail: kktrs@triesteairport.it

SITA: TRSKKXH, TRSKWXH

_______

Caratteristiche delle piste

RWY 09/27 dimensioni: 3000m x 45m (asfalto)

Note:

1) La soglia pista 09 è spostata di 200m.

2) Su RWY 09 è possibile decollare da posizione intermedia come segue:

INT TKOF ‘D’ – TORA 2225m

INT TKOF ‘C’ – TORA 1288m

3) Su RWY 27 è possibile decollare da posizione intermedia come segue:

INT TKOF ‘C’ – TORA 1487m

Aeroporti di Trieste e Albenga

_______

Luci di avvicinamento e PAPI

RWY 09 ALS CAT I (900m) CAT II (270m)/ PAPI 3°

RWY 27 NIL / PAPI 3°

________

Spazio aereo

L’ATZ di Trieste Ronchi dei Legionari è classificata ‘Ded è situata all’interno della CTR di Ronchi

Limiti verticali: SFC / 1500ft AMSL

________

Servizi di comunicazione ATS

TWR / Ronchi Tower / 119.500 MHz / HR: 0500-2300 (0400-2200)/

TWR / Ronchi Tower / 130.205 MHz / HR: 0500-2300 (0400-2200)/ Spaziatura 8.33 KHz

Nota:

Durante l’orario 2300-0500 (2200-0400) le frequenze sono disponibili anche per voli in ritardo verso/da LIPQ e/o voli autorizzati dal gestore aeroportuale, l’aeromobile deve richiedere e ottenere da Padova ACC/FIC informazioni aggiornate sull’effettiva disponibilità del servizio

________

Restrizioni locali ai voli

1) Priorità all’atterraggio e al parcheggio:

a) precedenza agli aeromobili di linea

b) gli altri aeromobili verranno accettati secondo la disponibilità degli stands

2) Esercitazioni di emergenza nell’aeroporto saranno effettuate il 1° giorno di ogni mese dalle 0730 alle 0830 (0630-0730); il traffico potrebbe subire ritardi.

________

Disposizioni per gli aeromobili dell’aviazione generale

1) Handling disponibile HR 2100-0500 (2000-0400) solo su richiesta prima delle 2100 (2000) ricevendo autorizzazione dall’ufficio dell’aviazione generale al numero di tel/fax +39 0481 773304

2) Priorità all’atterraggio e al parcheggio:

a) precedenza agli aeromobili di base

b) gli aeromobili provenienti da altri aeroporti verranno accettati secondo la disponibilità degli stands

3) Ancoraggio per aeromobili non disponibile

4) I voli dell’aviazione generale devono essere accettati a seguito di PPR secondo la disponibilità degli stands. La richiesta di autorizzazione deve essere inoltrata almeno 6 HR prima dell’orario stimato di arrivo (ETA) al servizio di aviazione generale al numero di tel/fax +39 0481 773304

________

VFR notturno

VFR/N con velivoli, consentito in accordo a quanto riportato in AIP ENR 1.2:

1) il circuito di traffico per l’attività VFR/N con velivoli è a Sud della pista – solo per RWY 09 con virata a destra;

2) punti di ingresso: GRADO (PQSW2) – PALMANOVA (PQNW1);

3) punti attesa: GRADO (PQSW2) – PALMANOVA (PQNW1);

4) l’attività addestrativa è consentita solo previa richiesta, con 12 HR di preavviso, all’autorità ATS ed al gestore aeroportuale;

5) è consentito un solo volo addestrativo alla volta;

6) l’attività addestrativa in VFR/N è consentita fino alle 2159 (2059)

________

Carta Ostacoli di Aeroporto

La più recente versione della Carta Ostacoli di Aeroporto (AIRAC A8/22, in vigore dal 8 Settembre 2022) è basata su una declinazione magnetica di 4°E (2020), variazione annuale 7’E.

Gli orientamenti magnetici delle piste risultanti da tale variazione sono:

RWY 09: 087°

RWY 27: 267°.

Il segmento finale delle procedure di avvicinamento di precisione RWY 09 (TR 088°) non risulta coerente con il valore di orientamento magnetico della pista (087°).

_______

__________

Di seguito, le più recenti variazioni alle informazioni aeronautiche aeroportuali:

_____

AIRAC A11/21, in vigore dal 2 Dicembre 2021:
  • Priorità nella pulizia delle piste:1) RUNWAY
    2) TWY ‘E’ e TWY ‘A’
    3) APRON (sulla base dei voli previsti)
  • Sistemi di pulitura piste:viene specificato che per la RWY 09/27 viene utilizzato il prodotto KFOR/NAFO per il de-iced/anti-iced
  • Il servizio di controllo di Aeroporto viene ora svolto anche con l’ausilio del radar.

_____

AIRAC A12/21, in vigore dal 30 Dicembre 2021:
  • L’apparato NDB di Chioggia ‘CHI’ 408.00 KHz, è stato dismesso.
  • Viene rimossa la prescrizione che prevedeva, in caso di indisponibilità di CHI VOR/DME, di intendere i valori di radiale come rilevamenti riferiti a CHI NDB nelle procedure strumentali.

_____

 

Supplemento S16/22, in vigore dal 14 Luglio 2022 al 31 Marzo 2023:

Saranno erette due gru temporanee che penetreranno la superficie di salita al decollo RWY 09 aventi le seguenti caratteristiche:

  1. Posizione 45°49’38.1″N 013°29’50.9″E / HGT 18.0m/59.1ft AGL – ELEV 27.0m/88.6ft AMSL / Braccio rotante 36.0m / Segnaletica ICAO:  fornita.
  2. Posizione 45°49’37.1″N 013°29’53.4″E / HGT 18.0m/59.1ft AGL – ELEV 28.0m/91.9ft AMSL / Braccio rotante 17.5m / Segnaletica ICAO:  fornita.

_____

 

Supplemento S38/22, in vigore dal 1 Dicembre 2022 al 14 Giugno 2023:

Il Supplemento S38/22 annuncia lavori di manutenzione sull’Apron e sostituisce  il Supplemento S30/22, che sarebbe dovuto entrare in vigore il 15 Ottobre 2022, ma le cui fasi non sono state mai attivate.
I lavori saranno suddivisi in 5 fasi, la cui attivazione sarà effettuata tramite appositi NOTAM.

FASE 1

1) L’ Apron è suddiviso in due aree: Apron East, Apron West

2) Limitazioni operative della RWY 09/27: RWY 09 verrà preferibilmente utilizzata per i decolli da Apron West

3) Limitazioni operative degli Apron:

– l’ingresso e l’uscita da Apron West avviene dalla TWY F;

– l’ingresso e l’uscita da Apron East avviene dalla TWY E;

– gli aeromobili di codice E sono autorizzati previa richiesta al Gestore Aeroportuale con almeno 24 ore di anticipo al seguente indirizzo kktrsa@triesteairport.it e chiamando i seguenti numeri di telefono: +39 0481 773249 / 250.

4) Limitazioni operative delle TWY:

– TWY E verrà utilizzata per liberare l’Apron East e TWY F verrà utilizzata per liberare l’Apron West;

– TWY B verrà utilizzata preferibilmente liberare la RWY per l’Apron West;

– TWY A verrà utilizzata preferibilmente liberare la RWY per l’Apron East;

– TWY E verrà utilizzata per entrare nell’Apron East;

– TWY F verrà utilizzata per entrare nell’Apron West;

– Il movimento degli aeromobili dall’area parcheggi Apron East alla THR RWY 27 è consentito attraverso le TWY E-A;

– Il movimento degli aeromobili di codice D-E dall’area parcheggi Apron West alla THR RWY 27 è consentito attraverso circuitazione TWY F-B, direzione THR RWY 09, TWY D-S-A;

– Il rullaggio dalla TWY B alla TWY S in direzione THR RWY 09 non è consentito.

5) Limitazioni operative alle procedure applicabili agli aeromobili in condizioni di visibilità ridotta (AWO) per la movimentazione al suolo:

In condizioni di scarsa visibilità è prevedibile una riduzione della capacità aeroportuale a causa delle restrizioni applicate alla movimentazione al suolo.
Qualora le condizioni siano tali da non permettere alla TWR il monitoraggio visivo di tutta o parte dell’area di manovra, è consentito un solo movimento per volta e l’assistenza del follow-me sul piazzale diventa obbligatoria e:

a) Aeromobili in arrivo:

gli aeromobili dovranno liberare la RWY 09 sulla TWY B e poi TWY F e rimanere in attesa del follow-me (destinazione Apron West).
Il pilota comunicherà alla TWR qualora impossibilitato a liberare la RWY via TWY B

b) Aeromobili in partenza da Apron East:

Gli aeromobili dovranno lasciare l’Apron East seguendo il follow-me sino all’inizio della TWY E e poi proseguire per la posizione attesa CAT II.
Gli aeromobili dovranno accedere alla RWY, in direzione THR RWY 09, esclusivamente dalla TWY A solo dopo l’autorizzazione della TWR e backtrack sulla RWY.
Su richiesta del pilota è prevista l’assistenza del follow-me (normalmente fino al punto attesa CAT II o, se richiesto, fino all’ingresso in THR RWY 27)

c) Aeromobili in partenza da Apron West:

Gli aeromobili dovranno lasciare il piazzale Apron West seguendo il follow-me sino all’inizio della TWY F e poi proseguire per la posizione attesa CAT II.
Gli aeromobili dovranno accedere alla RWY esclusivamente dalla TWY B solo dopo l’autorizzazione della TWR e backtrack sulla RWY.
Su richiesta del pilota è prevista l’assistenza del follow-me (normalmente fino al punto attesa CAT II o, se richiesto, sino all’allineamento in RWY, in direzione THR RWY 09).

d) Decollo abortito:

In caso di decollo abortito, l’aeromobile libererà la RWY via TWY A e rimarrà in attesa di istruzioni da parte di TWR su TWY A.

//////

La seguente cartografia AIP è sospesa e sostituita da quella compresa nel Supplemento S38/22:

– Aerodrome Chart ICAO

– Aircraft Parking Docking Chart ICAO

– Low Visibility Procedures Chart

Aeroporti di Trieste e Albenga

_____

_____

_____

ALBENGA Riviera Airport

L’aeroporto è situato a 3.24NM Ovest di Albenga, ad un’elevazione di 149ft.

E’ gestito dalla società RIVIERA-AIRPORT S.p.A., di cui riporto i recapiti:

Handling

E-mail: info@riviera-airport.it, ops@riviera-airport.it

Tel +39 0182 582033 fax +39 0182 582924

_______

Caratteristiche delle piste

RWY 09/27 dimensioni: 1432m x 45m (asfalto)

Note:

1) La soglia pista 09 è spostata di 85m.

_______

Luci di avvicinamento e PAPI

RWY 09 NIL/ PAPI 4.49°

RWY 27 SALS (240m) / PAPI 3.5°

________

Spazio aereo

L’ATZ di Albenga Riviera Airport è classificata ‘Ged è situata all’interno della FIR di Milano.

Limiti verticali: SFC / 2000ft AGL

________

Servizi di comunicazione ATS

AFIS / Albenga Aerodrome INFO / 123.850 MHz / HR 0730-1730 (0600-1800)

________

Restrizioni locali ai voli

Il traffico da/per paesi non appartenenti all’Unione Europea e al Trattato di Schengen, è permesso tutti i giorni previa richiesta con 3 ore di anticipo sul FPL

________

Disposizioni per gli aeromobili dell’aviazione generale

I movimenti da/per i piazzali sosta aeromobili debbono essere effettuati solo con l’ausilio del Marshall.

________

Informazioni generali

1)

Data la peculiarità dell’orografia circostante l’aeroporto, per evitare interferenze tra il traffico strumentale in partenza o in arrivo con qualsiasi altro aeromobile, nessun altro traffico è consentito sull’aeroporto di Albenga/Riviera Airport quando è in corso un arrivo o una partenza IFR.

2)

Data la peculiarità dell’orografia circostante l’aeroporto, per evitare interferenze tra il traffico IFR diretto all’NDB di Albenga (ABN), dopo un mancato atterraggio e qualsiasi altro traffico, non è consentita la presenza di altro traffico nello spazio aereo compreso tra l’aeroporto e il circuito di attesa sull’NDB di Albenga (ABN) quando è in atto un avvicinamento o un atterraggio sull’aeroporto.

________

VFR

Allo scopo di agevolare le operazioni dei voli VFR da/per l’aeroporto di Albenga/Riviera Airport, sono istituiti i seguenti punti di riporto a vista esternamente all’ATZ:

– CERIALE (MGNE1) – quota suggerita per aeromobili in entrata: 1500 ft AGL; quota suggerita per aeromobili in uscita: 1000 ft AGL

– ALASSIO (MGSE1) – quota suggerita per aeromobili in entrata: 1500 ft AGL; quota suggerita per aeromobili in uscita: 1000 ft AGL

Circuito di traffico

Sempre a Nord della pista

_______

Carta Ostacoli di Aeroporto

La più recente versione della Carta Ostacoli di Aeroporto (AIRAC A8/19, in vigore dal 12 Settembre 2019) è basata su una declinazione magnetica di 2°E (2015).

Gli orientamenti magnetici delle piste risultanti da tale variazione sono:

RWY 09: 091°

RWY 27: 271°.

Questi valori non risultano riportanti nelle specifiche tabelle presenti in AIP AD 2.

_______

Procedure strumentali

Le procedure strumentali sono state completamente revisionate con l’AIRAC A12/21, in vigore dal 30 Dicembre 2021, per un aggiornamento della declinazione magnetica sulla base della quale sono state elaborate.

Ulteriori modifiche sono state apportate dala variante AIRAC A5/22, in vigore dal 16 Giugno 2022, a causa della dismissione di ‘GEN’ NDB.

//////

Nota: le procedure si sviluppano parzialmente al di fuori dello spazio aereo controllato.

/////

STAR

Le STAR conducono agli IAF su ABN NDB e BERAB, sui quali sono attestati anche dei circuiti d’attesa.

GEN 5L (conventional)

GEN VOR/DME – TR 237° (RDL 237 GEN VOR or QDR 057° ABN NDB) – ABN NDB (+6000ft)

GEN 5L (RNP1)

GEN – TR 237° – ABN (+6000ft)

IXITO 4L

IXITO – TR 137° (RDL 137 TOP VOR) – TR 270° (QDR 090° ABN NDB) – BERAB – ABN NDB (+6000ft)

IXITO 4M

IXITO – TR 137° (RDL 137 TOP VOR) – TR 270° (QDR 090° ABN NDB) (a 18NM ALB DME: +6000ft) – BERAB (+4000ft)

UNITA 5L

UNITA – TR 317° (RDL 137 TOP VOR) – TR 270° (QDR 090° ABN NDB) (a 30NM ALB DME: +7000ft) – BERAB – ABN NDB (+6000ft)

UNITA 5M

UNITA – TR 317° (RDL 137 TOP VOR) – TR 270° (QDR 090° ABN NDB) (a 30NM ALB DME: +7000ft; a 18NM ALB DME: +6000ft) – BERAB (+4000ft)

USANO 2L

USANO – TR 046° (QDR 226° ABN NDB) – ABN NDB (+6000ft)

Aeroporti di Trieste e Albenga

(informazioni aggiornate alla variante AIRAC A5/22, in vigore dal 16 Giugno 2022 – dismissione NDB di Genova ‘GEN’)

MSA

________

_______
Procedure di avvicinamento
LOC RWY 27 CAT A-B-C

(break clouds per un avvicinamento VFR RWY 27)

IAF su BERAB e ALB NDB, sui quali sono attestati anche dei circuiti d’attesa.

BERAB (LOC+DME): inbound 267°/outbound 087°, +4000ft, IAS MAX 210kt.

ABN NDB : inbound 042°/outbound 222°, +6000ft IAS MAX 190kt; +7000ft IAS MAX 280kt.

///

Segmento iniziale da ABN NDB:

TR 075° (IAS MAX 185kt) o TR 080° (IAS MAX 140kt). A 16NM ALB DME, virata base a destra su TR 267° (+4000ft) .

FAF (+2245ft) a 6NM ALB DME e MAPt (+1500ft) a 4NM ALB DME.

Segmento iniziale da BERAB:

BERAB (+4000ft) – TR 267°.

FAF (+2245ft) a 6NM ALB DME e MAPt (+1500ft) a 4NM ALB DME.

Il segmento visual dal MAPt è consentito solo alle seguenti condizioni:

visibilità non inferiore a 5km di giorno/8km di notte;

ceiling 2500ft di giorno/3000ft di notte.

Aeroporti di Trieste e Albenga

////

Mancato avvicinamento:

Procedere su rotta 267°. A 1NM ALB DME (+2300ft) virare a sinistra per ABN NDB (IAS MAX 160kt) da lasciare su TR 090° (QDR 090° ABN NDB) per BERAB e il suo circuito d’attesa.

/////

Profilo

Minime

Note:

1) divergenza fra prolungamento asse pista e traiettoria del localizzatore: 4°. La traiettoria del localizzatore interseca il prolungamento asse pista a 1400m dalla THR 27.

2) divergenza fra prolungamento asse pista e fascio del PAPI: 4°. Angolo del PAPI: 3.5°

3) Il PAPI e le luci di segnalazione ostacoli devono essere funzionanti.

4) questa procedura “break clouds” garantisce la separazione dagli ostacoli prevista dal PANS-OPS fino al MAPt e nel segmento di mancato avvicinamento. Il segmento visual dopo il MAPt deve essere eseguito mantenendo in vista il terreno, gli ostacoli, il PAPI e la pista.

________

 

SID
Procedura di salita iniziale:

A causa degli ostacoli presenti nelle vicinanze dell’aeroporto, i decolli da RWY 09 devono essere effettuati in accordo alle VMC fino a ABN NDB (+1500ft). Quindi procedere sulla SID assegnata.

La separazione dagli ostacoli e la distanza dal suolo rimane sotto la responsabilità del pilota la fase di salita iniziale a vista.

Minime VMC:

in volo: visibilità non inferiore a 5 km di giorno, 6 km di notte, con cielo sgombro dalle nuvole e con suolo in vista;

sull’aeroporto: ceiling (quantità di nubi riportata come BKN” o “OVC”) non al di sotto dei 3000 ft, visibilità al suolo non inferiore a 5 km di giorno, 6 km di notte.

Gradiente minimo di salita: 380 ft /NM (6.25%) fino a ABN NDB.

/////

UNITA 7T

QDR 090° ABN NDB (a 28NM ALB DME: +6000ft). A 32 NM ALB DME, virata a destra verso UNITA (MCL in accordo al successivo segmento di rotta)

LAGEN 7T

QDR 090° ABN NDB. A 28 NM ALB DME (+6000ft), virata a sinistra su RDL 137 TOP VOR verso LAGEN (MCL in accordo al successivo segmento di rotta)

GEN 8T (convenzionale)

QDR 056° ABN NDB – DORAV (+7000ft) – GEN VOR/DME (MCL in accordo al successivo segmento di rotta)

GEN 8T (RNP1)

ABN (flyover waypoint, +1500ft) TR 056° – DORAV (+7000ft) – GEN (MCL in accordo al successivo segmento di rotta)

Aeroporti di Trieste e Albenga

(informazioni aggiornate alla variante AIRAC A5/22, in vigore dal 16 Giugno 2022 – dismissione NDB di Genova ‘GEN’)

______

_______

Di seguito, le più recenti variazioni alle informazioni aeronautiche aeroportuali:

_____

AIRAC A2/22, in vigore dal 24 Marzo 2022:

Albenga Riviera viene cancellato dalla lista degli aeroporti dove il vento al suolo viene riportato in gradi magnetici nei riporti METAR.

Viene inoltre cancellato dalla lista degli aeroporti che:

– non emettono SPECI (ove richiesto) e riporti locali speciali quando la differenza tra intensità massima e media del vento al suolo (raffica) è diminuita di 10 kt o più rispetto alla raffica dell’ultimo riporto, se l’intensità media del vento, prima o dopo la variazione, è maggiore o  uguale a 15 kt;

– emettono SPECI (ove richiesto) e riporti locali speciali quando la differenza tra intensità massima e media del vento al suolo (raffica) è aumentata di 10 kt o più rispetto alla raffica dell’ultimo riporto, se l’intensità media del vento, prima o dopo la variazione, è maggiore o uguale a 15 kt;

La nota che riportava la seguente restrizione per l’aeroporto di Albenga è stata cancellata:

Quando sono applicate procedure di abbattimento del rumore, non vengono emessi riporti locali speciali quando in presenza di scostamenti dall’intensità media del vento al suolo (raffiche) di almeno 5 nodi rispetto all’ultimo riporto/variazione significativa segnalata, se l’intensità media del vento prima e/o dopo la variazione è di 15kt o più.

____

 

AIRAC A5/22, in vigore dal 16 Giugno 2022:
  • L’apparato NDB di Genova ‘GEN’ 318.00 MHz è stato dismesso.
  • Il poligono militare di tiri a fuoco denominato EVIGNO, che era situato a Sud/Ovest dell’aeroporto di Albenga, è stato completamente eliminato.

____

 

AIRAC A11/22, in vigore dal 1 Dicembre 2022

Vengono istituite numerose zone naturalistiche protette accomunate dalla generica definizione di “Parco Alpi Marittime”.

Essendo l’area coperta piuttosto vasta (dai confini territoriali con la Francia fino a lambire la costa ligure) i nominativi di ogni singolo settore sono utili per identificarli geograficamente.

All’interno di tutti i settori del Parco Alpi marittime è vietato a tutti gli aeromobili l’ atterraggio, il decollo, ed il sorvolo. Sono esclusi, gli aeromobili di Stato, in emergenza, del soccorso, per le attività di sorveglianza, del servizio antincendi, Protezione Civile, per la salvaguardia della pubblica incolumità. Ulteriori deroghe devono essere richieste di volta in volta all’ Ente di Gestione Aree Protette Alpi Marittime,
Piazza Regina Elena, 30 – 12010 Valdieri (CN) tel. +39 0171976800; fax +39 0171 976815 – info@areeprotettealpimarittime.it

Limiti verticali: SFC / 1500m AGL

Segue l’elenco dei settori che compongono il Parco Alpi Marittime:

1) Alto Caprauna 

A Nord/Ovest dell’aeroporto di Albenga, fuori dagli spazi aerei controllati

2) Altopiano di Bainale

A Sud/Est dell’aeroporto di Cuneo Levaldigi, fuori dagli spazi aerei controllati. Deroghe alle succitate restrizioni: il traffico aereo IFR sulle rotte ATS interessate, il traffico aereo IFR da/per gli aeroporti di Torino Caselle e Cuneo Levaldigi nonché il traffico VFR che effettua procedure strumentali per addestramento da/per gli aeroporti di Cuneo Levaldigi e Torino Caselle.

3) Bosco di Bagnasco

A Nord dell’aeroporto di Albenga, fuori dagli spazi aerei controllati. Deroghe alle succitate restrizioni: il traffico aereo IFR sulle rotte ATS interessate, il traffico aereo IFR da/per gli aeroporti di Torino Caselle e Cuneo Levaldigi nonché il traffico VFR che effettua procedure strumentali per addestramento da/per gli aeroporti di Cuneo Levaldigi e Torino Caselle.

4) Faggete di Pamparato

A Sud/Est dell’aeroporto di Cuneo Levaldigi, fuori dagli spazi aerei controllati.

5) Monte Antoroto

A Nord/Ovest dell’aeroporto di Albenga, fuori dagli spazi aerei controllati. Deroghe alle succitate restrizioni: il traffico aereo IFR sulle rotte ATS interessate, il traffico aereo IFR da/per gli aeroporti di Torino Caselle e Cuneo Levaldigi nonché il traffico VFR che effettua procedure strumentali per addestramento da/per gli aeroporti di Cuneo Levaldigi e Torino Caselle.

6) Oasi di Crava Morozzo

A Sud/Est dell’aeroporto di Cuneo, fuori dagli spazi aerei controllati. Deroghe alle succitate restrizioni: il traffico aereo IFR da/per gli aeroporti di Torino Caselle e Cuneo Levaldigi nonché il traffico VFR che effettua procedure strumentali per addestramento da/per gli aeroporti di Cuneo Levaldigi e Torino Caselle.

7) Riserva Naturale Grotte Bossea

A Sud/Est dell’aeroporto di Cuneo, fuori dagli spazi aerei controllati. Deroghe alle succitate restrizioni: il traffico aereo IFR da/per gli aeroporti di Torino Caselle e Cuneo Levaldigi nonché il traffico VFR che effettua procedure strumentali per addestramento da/per gli aeroporti di Cuneo Levaldigi e Torino Caselle.

8) Riserva Naturale dei Ciciu del Villar

A Ovest/Sud/Ovest dell’aeroporto di Cuneo, fuori dagli spazi aerei controllati. Deroghe alle succitate restrizioni: il traffico aereo IFR da/per gli aeroporti di Torino Caselle e Cuneo Levaldigi nonché il traffico VFR che effettua procedure strumentali per addestramento da/per gli aeroporti di Cuneo Levaldigi e Torino Caselle e l’attività di volo libero che si svolge nell’area ‘Villar San Costanzo AREA’

9) Riserva Naturale di Benevagienna

A Est dell’aeroporto di Cuneo, fuori dagli spazi aerei controllati. Deroghe alle succitate restrizioni: il traffico aereo IFR sulle rotte ATS interessate, il traffico aereo IFR da/per gli aeroporti di Torino Caselle e Cuneo Levaldigi nonché il traffico VFR che effettua procedure strumentali per addestramento da/per gli aeroporti di Cuneo Levaldigi e Torino Caselle.

10) Sorgenti del Belbo

A Est/Sud/Est dell’aeroporto di Cuneo, fuori dagli spazi aerei controllati. Deroghe alle succitate restrizioni: il traffico aereo IFR sulle rotte ATS interessate, il traffico aereo IFR da/per gli aeroporti di Torino Caselle e Cuneo Levaldigi nonché il traffico VFR che effettua procedure strumentali per addestramento da/per gli aeroporti di Cuneo Levaldigi e Torino Caselle.

11) Stura di Dermonte

A Sud/Ovest dell’aeroporto di Cuneo, fuori dagli spazi aerei controllati.

12) Vallone dell’Arma

A Sud/Ovest dell’aeroporto di Cuneo, fuori dagli spazi aerei controllati.

13) Alpi Marittime

A Sud/Ovest dell’aeroporto di Cuneo, fuori dagli spazi aerei controllati.

14) Alte Valli Pesio e Tanaro

A Nord/Ovest dell’aeroporto di Albenga, fuori dagli spazi aerei controllati. Deroghe alle succitate restrizioni: il traffico aereo IFR sulle rotte ATS interessate, il traffico aereo IFR da/per gli aeroporti di Torino Caselle e Cuneo Levaldigi nonché il traffico VFR che effettua procedure strumentali per addestramento da/per gli aeroporti di Cuneo Levaldigi e Torino Caselle.

15) Alte Valli Stura e Maira – Settori “A” e “B”

A Ovest/Sud/Ovest dell’aeroporto di Cuneo, fuori dagli spazi aerei controllati.

16) Comba Seviana e Comba Barmarossa

A Ovest/Sud/Ovest dell’aeroporto di Cuneo, fuori dagli spazi aerei controllati.

16) Comba di Castelmagno

A Ovest/Sud/Ovest dell’aeroporto di Cuneo, fuori dagli spazi aerei controllati.

17) Stazione di Linum Narbonense

A Ovest/Sud/Ovest dell’aeroporto di Cuneo, fuori dagli spazi aerei controllati.

18) Stazioni di Euphorbia Valliniana Belli

A Ovest dell’aeroporto di Cuneo, fuori dagli spazi aerei controllati.

____

____

____

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *