La Control Zone di Linate

La Control Zone di Linate

La Control Zone di Linate consta di un unico settore, classificato “D”, avente limiti verticali che vanno dalla superficie fino a 2000ft AMSL.

Al di sopra della CTR troviamo la zona 1 della TMA di Milano “Lombardia”, classificata “A” e con limiti verticali che vanno dai 2000ft AMSL al livello di volo 95.

La Control Zone di Linate

______

Servizi del traffico aereo

Il servizio di controllo di Avvicinamento è fornito da MILANO ACC settore Arrivi in coordinamento con la Torre di Controllo di Linate, sulle seguenti frequenze:

– Milano Radar / 126.300 MHz / H24

– Milano Radar / 126.750 MHz / H24

– Milano Radar / 134.175 MHz / H24

– Milano Radar / 133.180 MHz / H24 – Spaziatura 8.33 KHz

_______

Traffico VFR

All’interno della CTR di LINATE sono vietati tutti i voli VFR ad eccezione dei seguenti casi:

1) voli in partenza/arrivo da/per gli aeroporti nonché le aviosuperfici e le elisuperfici, autorizzate dalle competenti autorità, all’interno della CTR;

2) voli di lavoro aereo se autorizzati;

3) aeromobili e voli di Stato, voli di soccorso, emergenza e ambulanza.

I voli di cui al punto 1) e 2), devono essere condotti con transponder funzionante (SSR Modo A e Modo C) e sempre acceso.

Segue, ad ogni buon conto, il paragrafo AIP relativo alle norme per il traffico VFR:

La Control Zone di Linate

_______

Linate ATZ

Unica ATZ presente nella CTR di Linate.

E’ classificata “D”, con limiti verticali che vanno dalla superficie a 2000ft AMSL.

Buona parte del suo settore occidentale è occupato dalla zona regolamentata LI R9 Milano Città, di cui parlerò più avanti.

Servizi del traffico aereo:

– Linate Tower / 118.100 MHz / H24

Linate Tower / 118.400 MHz / A discrezione ATC entro 15NM, fino a 4000ft

– Linate Ground / 121.800 MHz / H24

– Linate Delivery / 119.250 MHz / A discrezione ATC

E’ utilizzabile anche una frequenza ATIS:

– Linate Terminal Information / 136.375 MHz / H24

Nota:

In AIP viene specificato che l’ATZ di Linate è compresa nella CTR di Linate e nella TMA di Milano. Tuttavia, credo di poter dire che la TMA di Milano non interferisca in alcun modo con l’ATZ.

Attività di circuito

1) Circuiti di traffico:

a) RWY 18/36: sempre ad Est della pista

b) RWY 17/35: sempre ad Ovest della pista non oltre la tangenziale.

I voli VFR in arrivo/partenza da/verso ovest sono tenuti a seguire rigorosamente le rotte di arrivo/partenza a causa della presenza di ostacolo identificato con il n. OSS1379 –Obstacle Chart Type B – ENAV

Arrivi

A meno di diversa istruzione da parte dell’ATC le operazioni per l’aeroporto di Milano/Linate devono svolgersi con le modalità di seguito indicate:

Punti di entrata e rotte di arrivo

a) Punti di Entrata:

– Da Ovest: punto ROZZANO (MLW1)

– Da Est: punto SPINO D’ADDA (MLE1)

b) Rotte di Arrivo:

– Dal punto ROZZANO (MLW1) verso il punto ROGOREDO (MLW2)

– Dal punto SPINO D’ADDA (MLE1) verso il punto IDROSCALO (MLE2)

NOTA:

Il circuito ad ovest, per i voli provenienti dal segmento ROZZANO (MLW1) – ROGOREDO (MLW2) in atterraggio per RWY 35, RWY 36 e FATO 36, è un circuito modificato composto dai soli tratti base sinistra e finale

Partenze

A meno di diversa istruzione da parte dell’ATC le operazioni dall’ aeroporto di Milano/Linate devono svolgersi con le modalità di seguito indicate:

Punti di uscita e rotte di partenza

a) Decollo da RWY 35, RWY 36 e FATO: virata a sinistra, sottovento volando ad Est della Tangenziale, rotta verso ROGOREDO (MLW2) e quindi verso ROZZANO (MLW1) (punto di uscita). Solo su specifica autorizzazione della TWR virata a destra e rotta verso IDROSCALO (MLE2) e quindi SPINO D’ADDA (MLE1) (punto di uscita)

b) Decollo da RWY 18, RWY 17 e FATO: virata verso destra in direzione di ROGOREDO (MLW2) e quindi alla volta di ROZZANO (MLW1) (punto di uscita). Solo su specifica autorizzazione della TWR virata a sinistra e rotta verso IDROSCALO (MLE2) e quindi SPINO D’ADDA (MLE1) (punto di uscita)

////

Nella prossima immagine sono raffigurati i punti di riporto VFR idonei per il traffico in entrata/uscita da/per l’aeroporto di Milano Linate.

ROZZANO e SPINO d’ADDA sono utilizzabili anche per le operazioni in VFR notturno.

ROZZANO e ROGOREDO, così come SPINO d’ADDA e IDROSCALO sono collegati da una specifica rotta VFR, anche se quella fra SPINO d’ADDA e IDROSCALO è a discrezione ATC.

La Control Zone di Linate

_______

Milano Bresso ATZ

L’ATZ di Milano Bresso e la sua relativa zona di addestramento sono poste al di fuori della CTR di Linate, ma la loro vicinanza è tale che ignorarle è impossibile.

Lo spazio aereo dell’ATZ è classificato “G” e Il suo limite verticale superiore giunge ai 1200ft AGL (1700ft AMSL sul QNH di Linate).

Il canale 122.005MHz è assegnato per esigenze dell’Aviazione Generale e per l’Aeroclub, ma non è usabile per scopi ATS.

Attività di circuito

Il circuito di traffico deve svolgersi sempre ad Ovest della pista e il relativo ingresso nel circuito deve avvenire dal quadrante di nord ovest.

_______

Zona di addestramento Milano Bresso

Situata a Ovest dell’ATZ, con limiti verticali che vanno dalla superficie a 2500ft AGL (o 3000ft AMSL, quale dei due è il più basso).

Interferisce parzialmente con la TMA di Milano.

Una nota in AIP, però, specifica che questo spazio aereo deve essere considerato escluso dalla stessa TMA.

La Control Zone di Linate

________

Zone sottoposte a restrizione
Zone vietate

LI P186 Monza

Situata entro la CTR di Linate, a Nord dell’aeroporto.

Traffico aereo proibito senza eccezioni.

Limiti verticali: SFC / 1500ft AGL

/////

LI P259 Bollate

Al di fuori della CTR di Linate, ma entro lo spazio aereo della zona di addestramento Milano Bresso.

Traffico aereo proibito senza eccezioni.

Limiti verticali: SFC / 1500ft AGL

/////

LI P248 Pioltello Rodano

Situata entro l’ATZ di Linate, a Nord/Est dell’aeroporto.

Traffico aereo proibito senza eccezioni.

Limiti verticali: SFC / 1500ft AMSL

/////

LI P182 Milano San Vittore

Parzialmente compresa nell’ATZ di Linate, ed in ogni caso entro la zona regolamentata LI R9 Milano Città, a Ovest dell’aeroporto.

Traffico aereo proibito senza eccezioni.

Limiti verticali: SFC / 1500ft AGL

/////

LI P183 Milano Opera

Compresa nell’ATZ di Linate e nella zona regolamentata LI R9 Milano Città, a Sud/Ovest dell’aeroporto.

Traffico aereo proibito senza eccezioni.

Limiti verticali: SFC / 1000ft AGL

______

Zone Regolamentate

LI R9 Milano Città

La zona è vietata al sorvolo (H24) per motivi di sicurezza, con le deroghe e condizioni per l’attraversamento stabilite in AIP ENR 2.1.2.23

Limiti verticali: SFC / 2500ft AMSL o 1500ft AGL (quale dei due è più alto)

Zone Pericolose

LI D121 Milano Bicocca

Posta a cavallo fra l’ATZ di Milano Bresso e quella di Milano Linate, a Nord/Ovest dell’aeroporto di Linate.

Innalzamento di pallone frenato di 4m di diametro per scopi scientifici.

Attività connessa ad una campagna nazionale per l’analisi di sostanze inquinanti nell’atmosfera.

Le date e gli orari dell’innalzamento non sono prevedibili, presumibilmente si verificherà ogni due/tre giorni per una durata di due ore.

Limiti verticali: SFC / 2000ft AMSL

Zone di lavoro aereo

CICOGNO SIZIANO

la zona di lavoro aereo dedicata all’attività aeromodellistica CICOGNO SIZIANO, è situata entro la CTR di Linate, a Sud dell’aeroporto.

L’ attività, che si svolge con aeromodelli con massa operativa al decollo minore di 25 Kg, dall’alba al tramonto, è soggetta a preventiva notifica a Milano ACC e Linate TWR.

Limiti verticali: SFC / 500ft AGL

La Control Zone di Linate

PISTA DI CASTELLAZZO BOLLATE

la zona di lavoro aereo dedicata all’attività aeromodellistica PISTA di CASTELLAZZO BOLLATE è situata all’interno della zona di addestramento di Milano Bresso.

In effetti l’ attività, che si svolge con aeromodelli con massa operativa al decollo minore di 25 Kg, dall’alba al tramonto, è soggetta a quella della zona di addestramento Milano Bresso, previo coordinamento con l’aeroclub di Milano.

Limiti verticali: SFC / 200m AGL

______

Controllo della velocità

Norme particolari per gli aeromobili in arrivo all’aeroporto di Milano/Linate.

1) STAR RNAV1 e IAC: limiti di velocità pubblicati

2) STAR e IAC dove non siano pubblicati limiti di velocità, o aeromobili vettorati per un finale pilot interpreted:

a) 250 kt IAS a o al di sotto di FL100;

b) 210 kt IAS:

  • iniziando la virata base
  • a 20 NM dal TDZ

c) 190 kt IAS a 12 NM dal TDZ;

d) 160 kt IAS a 7 NM dal TDZ.

(informazioni aggiornate alla variante AIRAC A7/21, in vigore dal 12 Agosto 2021)

Norme particolari per gli aeromobili in partenza all’aeroporto di Milano/Linate.

I piloti degli aeromobili in partenza, dopo aver completato le procedute di abbattimento del rumore, devono mantenere una IAS non superiore a 230 kt fino ad attraversare 6000ft e non superiore a 250 kt al di sopra di 6000ft fino all’attraversamento di FL100.

I citati limiti di velocità possono essere cancellati dall’ente ATC con la frase:

Nessuna restrizione ATC di velocità”

Qualora i piloti siano impossibilitati a rispettare tali limitazioni, devono informare l’Ente ATC al momento della richiesta di autorizzazione alla messa in moto.

Se tale evenienza dovesse verificarsi durante il volo, i piloti dovranno immediatamente informare l’Ente ATC, mantenendo la minima velocità operativa possibile.

_____

Servizi di sorveglianza ATS

Nello spazio aereo controllato sotto la giurisdizione di Milano ACC si applica la minima separazione radar di 5NM, ad eccezione dell’area di seguito descritta, dove la minima separazione radar è di 3NM:

Cerchio di 60NM di raggio centrato su 45°37’14″N 008°43’48″E (Malpensa 1 Radar) e sovrapposizione di due cerchi di 60NM di raggio centrati su:

45°27’36″N 009°15’55″E  (Lambro Radar) e

45°40’21″N 009°42’31″E (Bergamo Radar)

entro i limiti laterali e verticali di Milano CTA/Milano TMA e delle CTR di Malpensa, Linate e Bergamo.

Nota:

Come appropriato e quando maggiori, si applicano le minime separazioni radar per turbolenza di scia riportate in AIP Italia ENR 1.1 paragrafo 9.4

_____

___

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *