Control Zone di Brindisi

Control Zone di Brindisi

Lo spazio aereo della Control Zone di Brindisi è stato istituito con la variante AIRAC A5/21, in vigore dal 17 Giugno 2021.

Contestualmente verrà cancellata la Control Zone Apulia, il cui spazio aereo è stato in gran parte incorporato nella CTA di Brindisi, come da me descritto nel post La Control Area di Brindisi e sarà anche implementata la CTR di Bari di cui ho già parlato qui.

La nuova CTR è formata da una sola zona, classificata “D”, avente limiti verticali che vanno dalla superficie a 1500ft AMSL.

E’ posta a protezione del traffico aereo dell’aeroporto di Brindisi Casale e contiene (parzialmente) l’ATZ di Brindisi.

BRINDISI ATZ

L’ ATZ di Brindisi non è stata sottoposta a variazioni a seguito della citata riorganizzazione dello spazio aereo.

I suoi limiti verticali vanno dalla superficie a 3000ft AMSL, superando di ben 1500ft il limite verticale superiore della nuova CTR.

Al suo interno Brindisi TWR fornisce i servizi del traffico aereo come segue:

Brindisi Tower – 118.100 MHz – H24

Brindisi Tower – 122.100 MHz – H24

Risulta disponibile anche la seguente frequenza ATIS:

Brindisi Terminal Information – 119.215 MHZ – H24

Control Zone di Brindisi

_____

Traffico VFR

Le operazioni in VFR/N sono consentite agli aeromobili civili solo per RWY 31;

circuito di traffico a destra, punti d’entrata SAN VITO DEI NORMANNI (BRW1) e SAN PIETRO VERNOTICO (BRSE2), in accordo alla normativa riportata in ENR 1.2

Questi, invece, sono gli altri punti di riporto VFR generici che interessano l’aeroporto di Brindisi Casale

OSTUNI (BRNW1); MESAGNE (BRSW2); LATIANO (BRSW1); TREPUZZI (BRSE1).

Control Zone di Brindisi

_____

Servizi del traffico aereo

Nel quadro di un progetto complessivo che ha portato di recente al trasferimento e alla centralizzazione dei servizi del traffico aereo nelle CTR di Alghero, Olbia, Ronchi, Verona, Lamezia e Crotone, nella nuova CTR di Brindisi il servizio di controllo di avvicinamento sarà fornito da Brindisi ACC, con le seguenti modalità:

Brindisi Radar – 118.750 MHz – H24

Brindisi Radar – 133.025 MHz – frequenza a discrezione ATC

______

Brindisi CTA

Come ho accennato in apertura, alcune zone della CTA di Brindisi sono state istituite con la variante AIRAC A5/21, proprio per incorporare parte di quella che era la CTR Apulia.

In particolare, la zona 7 di Brindisi CTA “Messapiacorrisponde esattamente allo spazio aereo della vecchia zona 4 della CTR Apulia e sovrasta la nuova CTR di Brindisi.

Interferisce con l’ATZ di Brindisi, i cui limiti verticali giungono a 3000ft AMSL.

Non ho trovato alcuna nota in AIP che stabilisca l’esclusione dell’ATZ di Brindisi dallo spazio aereo della CTA. Pertanto è ipotizzabile un refuso.

Limiti verticali: 1500ft AMSL / FL 125

Control Zone di Brindisi

____

Zone sottoposte a restrizione

Un’analisi più accurata meritano le zone sottoposte a restrizione presenti all’interno della CTR (o nelle sue vicinanze).

 

Poligono militare TORRE CAVALLO

Situato all’interno della CTR, occupa parzialmente i limiti laterali dell’ATZ di Brindisi ed è soggetto a coordinamento con Brindisi TWR.

Per questo poligono sono specificati i periodi di attività 1 Settembre/30 Giugno, dal Lunedì al Sabato 0800-1600 ora locale. Pertanto, sempre con un preventivo avviso tramite NOTAM, questa zona può essere attivata solo nei periodi specificati.

Limiti verticali: SFC / 3000ft AMSL

///

Zona regolamentata LI R85 ‘Torre Veneri’

Situata a Sud-Est dell’aeroporto di Brindisi, non interferisce con la nuova CTR.

Vi si svolgono esercitazioni di tiri a fuoco ed è attiva previa emissione di un NOTAM. (ente ATS responsabile Brindisi SCCAM).

Limiti verticali: SFC / 1500ft AMSL

/////

Zona temporaneamente riservata LI TRA 426Francavilla Fontana

Situata a Sud-Est dell’aeroporto di Brindisi, non interferisce con la nuova CTR.

Si rileva invece un’interferenza con la zona 7 della CTA di Brindisi, pertanto I livelli compresi tra FL70 e FL90 possono essere utilizzati solo previo coordinamento e autorizzazione di Brindisi ACC.

Vi si svolge attività aerea militare H24 (festivi esclusi) e l’ ente ATS responsabile è individuato in Brindisi SCCAM.

La zona è “AMC manageable”.

Limiti verticali: FL 70 / FL 175

/////

Corridoio VDS MESSAPIA

Posto a Sud Ovest dell’aeroporto di Brindisi, senza interferire con la CTR (classe di spazio aereo: “G”).

(informazioni aggiornate alla variante AIRAC A8/21, in vigore dal 9 Settembre 2021) 

Limiti verticali: SFC / 500ft AGL

/////

Zona vietata LI P196 ‘Brindisi’

Davvero vicina all’aeroporto, in direzione Sud-Ovest.

E’ compresa nell’ATZ di Brindisi e, al suo interno, è proibito il traffico aereo ad eccezione del traffico IFR che segue le procedure strumentali pubblicate da/e per Brindisi Casale AD.

Limiti verticali: SFC / 1500ft AGL

/////

Zona vietata LI P174 ‘Lecce’

Situata a Sud-Est dell’aeroporto di Brindisi, al di fuori degli spazi aerei controllati.

Al suo interno è proibito il traffico aereo ad eccezione del traffico IFR che segue le procedure strumentali pubblicate da/e per l’aeroporto militare di Lecce Galatina.

Limiti verticali: SFC / 1500ft AGL

Control Zone di Brindisi

_____

Controllo della velocità

Vige la seguente normativa relativa al controllo della velocità:

Gli aeromobili in arrivo all’ aeroporto di Brindisi Casale, qualora non diversamente istruiti dagli enti ATC, dovranno ridurre la velocità a:
A) 250kt IAS a FL100 o inferiore,
B) 210kt IAS a una distanza di 12NM dalla THR,
C) 180kt IAS a una distanza di 9NM dalla THR,
D) 160kt IAS a una distanza di 5NM dalla THR.

_____

___

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *