La Control Zone di Lugano

La Control Zone di Lugano

Credo possa essere interessante dedicare un po’ d’attenzione all’unica Control Zone estera che si estende, in parte, all’interno dello spazio aereo italiano: La Control Zone di Lugano.

I think it may be worth paying some attention to the only foreign Control Zone that extends, in part, within Italian airspace: Lugano Control Zone.

La Control Zone di Lugano

La Control Zone di Lugano

La porzione della Control Zone di Lugano che arriva quasi a lambire la città di Varese, è in effetti quella dove si sviluppano i principali punti di procedura per gli avvicinamenti strumentali, nonché l’attesa sul punto PINIK, situato a 14.8 miglia dal DME di Milano Malpensa ‘MMP’.

Fatta questa doverosa premessa, occorre anche dire che, a a partire dal livello di volo 105 e fino al 195, è la TMA di Milano con i suoi Swiss Sectors 1, 2 e 3 ad occupare una parte dello spazio aereo svizzero.

In the portion of Lugano CTR that almost reaches the city of Varese, main procedural points for instrument approaches are developed, as well as the holding pattern over PINIK waypoint, located 14.8 miles from the DME of Milano Malpensa’ MMP’.

It should also be noted that, from flight level 105 to 195, Milano TMA with its Swiss Sectors 1,2 and 3 occupies part of Swiss airspace.

La Control Zone di Lugano

Il che non stupisce, se guardiamo alle rotte ATS italiane che interessano l’area.

This is not surprising, if we look at the Italian ATS routes that affect the area.

_____

Caratteristiche della CTR

Lo spazio aereo è classificato “D” ed i suoi limiti verticali vanno dalla superficie a 6500ft AMSL.

Al suo interno opera quale ente ATS responsabile Lugano TWR, sulle frequenze 120.250 MHz e 119.700 MHz (riserva).

L’orario dei servizi del traffico aereo non è specificato, ma si può supporre che sia quello di operatività dell’aeroporto (vedere paragrafo “Aeroporto di Lugano”).

Lo spazio aereo controllato italiano posto al di sopra della porzione “italiana” della CTR di Lugano, ovvero la zona 5 della TMA di Milano “Varese”, ha un limite verticale inferiore di 5500ft AMSL.

La lieve interferenza con la CTR di Lugano, il cui limite superiore giunge a 6500ft, non crea problemi, posto che una specifica nota in AIP Italia esclude la stessa CTR dai limiti della TMA.

///////

The airspace is classified “D” and its vertical limits range from surface to 6500ft AMSL.

Within its airspace, Lugano TWR operates as responsible ATS unit, on frequencies 120.250 MHz and 119.700 MHz (reserve).

The time of air traffic services is not specified but it can be assumed to be the same of airport operations (see paragraph “Aeroporto di Lugano”).

The Italian controlled airspace above the “Italian” portion of the Lugano CTR, which is zone 5 of Milano TMA “Varese”, has a lower vertical limit of 5500ft AMSL.

The slight interference with Lugano CTR, whose upper limit reaches 6500ft, does not create any problem, since a specific note in AIP Italy excludes Lugano CTR from TMA airspace.

_____

Controllo della velocità (arrivi)

A meno che diversamente istruiti dall’Ente ATC, i piloti dovranno osservare le seguenti velocità:

a) 250 kt IAS a FL 100 o al di sotto;

b) 210 kt IAS, iniziando la virata per intercettare l’ILS/LOC o l’appropriata radiale VOR (in caso di avvicinamento finale VOR o VOR/DME); o ad una distanza di 12 NM dalla soglia pista in caso di avvicinamento diretto;

c) 180 kt IAS completando la virata per intercettare o ad una distanza di 9 NM dalla soglia pista, in caso di avvicinamento diretto;

d) 160 kt IAS ad una distanza di 5 NM dalla soglia pista.

////////

Speed Control (arriving aircraft)

Unless otherwise instructed by ATC, pilots must comply with following speed control:

a) 250 kt IAS at FL 100 or below;

b) 210 kt IAS, starting the turn to intercept the ILS/LOC or the appropriate VOR radial (in case of VOR or VOR/DME final approach); or at a distance of 12 NM from RWY THR, in case of straight-in approach;

c) 180 kt IAS completing the intercepting turn or at a distance of 9 NM from RWY THR, in case of straight-in approach;

d) 160 kt IAS at a distance of 5 NM from RWY THR.

///////

Controllo della velocità (partenze)

I piloti degli aeromobili in decollo, una volta completata la procedura antirumore, dovranno mantenere una IAS non superiore a 230 kt fino all’attraversamento di 6000 ft e non superiore a 250 kt dopo i 6000 ft fino all’attraversamento di FL100.

Tale limite di velocità potrà essere cancellato dall’ATC, con la frase: “Nessuna restrizione ATC di velocità”.

I piloti che non potessero eseguire la suddetta limitazione dovranno darne comunicazione all’ATC al momento di richiedere l’autorizzazione alla messa in moto dei motori.

Analogamente, se tale circostanza si verificasse in volo, i piloti dovranno avvertire immediatamente l’ATC, mantenendo la minima velocità possibile.

////////

Speed Control (departing aircraft)

Pilots of the departing aircraft, after completing noise abatement procedures, shall maintain an IAS not exceeding 230 kt until crossing 6000 ft and nor exceeding 250 kt above 6000 ft until crossing FL100.

The above speed limit may be removed by ATC with the phrase: “No ATC speed restriction”.

Pilots unable to comply with such limitation shall inform ATC when requesting start-up clearance.

Similarly, whenever such a case should arise during flight, pilots shall immediately advise ATC maintaining the minimum operational speed acceptable.

________

Restrizioni per i voli VFR

I voli VFR che operano sul territorio Svizzero compreso entro i limiti della TMA di Milano, non sono consentiti:

a) al di sopra di FL 125, a Nord della latitudine 45°54′ 00″N;

b) al di sopra di FL 105, a Sud della latitudine 45°54’00″N.

//////

Restrictions for VFR Flights

VFR flights operating over Swiss territory within Milano TMA lateral limits are not permitted:

a) above FL 125 North of latitude 45°54’00″N;

b) above FL 105 South of latitude 45°54’00″N.

______

Procedure per voli IFR (Piani di volo categoria Z e Y) da/per gli aeroporti del Canton Ticino (Locarno)
Procedures for IFR Flights (Z and Y FPL) from and to aerodromes in the Canton Ticino (Locarno)
Partenze
Voli con destinazione entro la TMA di Milano o che sorvolano la stessa TMA:

Tutti i piani di volo dovranno essere presentati almeno 60′ prima dell’EOBT.

I decolli saranno coordinati direttamente tra la TWR di partenza e Lugano TWR, che provvederà al coordinamento con Milano ACC.

Dopo il decollo l’aeromobile dovrà procedere in VFR sul punto LUGAN in contatto con Lugano TWR ove effettuerà l’attesa, mantenendo il contatto visivo con il terreno, fino a quando Lugano TWR emetterà l’autorizzazione IFR.

Voli con destinazione a Nord della TMA di Milano:

Tutti i piani di volo dovranno essere presentati almeno 60’ prima dell’EOBT.

Se le condizioni meteo lo consentono, tali voli dovranno effettuare la salita in VFR a Nord di CANNE, fino ad un livello non superiore a FL 130 e collegarsi con Zurigo Informazioni o Zurigo Controllo per ottenere una autorizzazione IFR.

Se le condizioni meteo non consentono di applicare la procedura di cui sopra, sarà applicata la procedura di cui al primo sottoparagrafo.

Partenze di notte:

Il decollo dovrà essere coordinato tra la TWR di partenza e Lugano TWR, che provvederà al coordinamento con Milano ACC.

Dopo il decollo l’aeromobile dovrà rimanere entro lo spazio aereo Svizzero fino a quando non otterrà l’autorizzazione IFR.

/////

Departures
Flights with destination within or that overfly Milano TMA:

All flight plans shall be submitted at least 60′ before EOBT.

Departures will be coordinated by the departure aerodrome TWR and Lugano TWR, which will coordinate with Milano ACC.

After departure pilots shall proceed in VFR to LUGAN in contact with Lugano TWR and

hold, maintaining visual ground contact, until Lugano TWR issues the IFR clearance.

– Flights with destination North of Milano TMA:

All flight plans shall be submitted at least 60’ before EOBT.

If meteorological conditions allow, such flights shall climb VFR North of CANNE not above FL 130 and contact Zurich Flight Information or Zurich Control for IFR clearance.

If weather conditions do not allow the above mentioned procedure, the procedure of the first sub paragraph above will be applied.

– Departures at night:

Take-off shall be coordinated between the TWR of the aerodrome of departure and Lugano TWR, which will coordinate with Milano ACC.

After take-off aircraft shall remain within Swiss airspace until receiving an IFR clearance.

/////////

Arrivi

L’aeromobile procederà in IFR fino al punto PINIK che verrà indicato nel piano di volo (categoria Y) come punto pianificato per il cambio da IFR a VFR.

Dopo aver cancellato il piano di volo IFR, il pilota dovrà procedere all’aeroporto di destinazione in accordo alle procedure VFR pubblicate.

Qualora il volo non potesse essere condotto in VFR, Lugano TWR emetterà un’autorizzazione per permettere l’atterraggio all’aeroporto di Lugano/Agno.

Arrivi di notte

Il piano di volo IFR dovrà essere cancellato solo quando l’aeromobile sia entro lo spazio aereo Svizzero o all’interno del CTR di Lugano.

____

Arrivals

Point of reference for the change from IFR to VFR, to be indicated in the flight plan (Y type) shall be PINIK.

After having cancelled IFR flight plan, pilot shall proceed to destination aerodrome according to the published VFR procedure.

If it is not possible to proceed VFR, Lugano TWR will issue a clearance to permit the aircraft to land at Lugano/Agno airport.

Arrivals at night:

The IFR flight plan shall be cancelled only when the aircraft is within Swiss airspace or within Lugano CTR.

________

Aeroporto di Lugano

Non mi sembra educato curiosare nella Control Zone di Lugano senza neanche citare il suo aeroporto di riferimento.

L’infrastruttura si trova a 4 chilometri a Ovest dalla città, con un’elevazione di 915 piedi AMSL ed opera nei seguenti periodi e orari:

dal Lunedì al Venerdì HR 0700-1100 (0600-1000) e 1230-1630 (1130-1530). Il Sabato e nei giorni festivi HR 0730-1100 (0630-1000) e 1230-1700 (1130-1600).

It doesn’t seem polite to poke around Lugano’s Control Zone without even mentioning its reference airport.

The facility is located 4 kilometers west of the city, with an elevation of 915 feet AMSL and operates during the following periods and times:

Monday through Friday HR 0700-1100 (0600-1000) and 1230-1630 (1130-1530). Saturdays and holidays HR 0730-1100 (0630-1000) and 1230-1700 (1130-1600).

//////

Caratteristiche delle piste / Runways characteristics

La pista 01/19 ha una dimensione di 1415 m x 30m (piccola curiosità: la pista avrebbe dovuto essere identificata come 02/20, ma è stata modificata in 01/19 per evitare confusione).

La pista 01 ha una TORA di 1345 metri, con una soglia spostata di 40m.

La pista 19 ha una TORA di 1415 metri, con una soglia spostata di 280m.

RWY 01/19 dimensions 1415m x 30m ( minor curiosity: the runway should have been identified as 02/20, but was changed to 01/19 to avoid confusion).

RWY 01 TORA: 1345m, with a diplaced threshold of 40m.

RWY 19 TORA: 1415m, with a displaced threshold of 280m.

//////

Luci di avvicinamento e PAPI / Approach lighting systems and PAPI

RWY 01 – PAPI 4.17° (PAPI 6° può essere acceso durante gli avvicinamenti strumentali IGS RWY 01)

RWY 19 – Sistema di luci guida alla pista (RLLS) / Luci lampeggianti in sequenza / SALS (360m) / PAPI 4.17°

RWY 01 – PAPI 4.17° (PAPI 6° may be switched on during IGS RWY 01 instrument approaches)

RWY 19 – Runway Lead-in Lighting System (RLLS) / Sequenced Flashing Lights / SALS (360m) / PAPI 4.17°

//////

Radioaiuti / Radio navigation and landing aids

Sono disponibili un ILS e un DME associato per pista 01:

ILS and associated DME ‘ILU’ are available for RWY 01:

LOC – ‘ILU’ – 108.90 MHz – H24

GP – 329.30 MHz – H24

DME – ‘ILU’ – CH 26X – H24

La Control Zone di Lugano

_____

Procedure strumentali

Le STAR e le SID dell’aeroporto si sviluppano abbondantemente all’interno dello spazio aereo italiano.

Ciò ha fatto sì che anche ENAV SpA abbia pubblicato queste procedure all’interno dell’AIP italiano.

STAR and SID of the airport are largely developed within the Italian airspace.

This has caused ENAV SpA to also publish these procedures within the Italian AIP.

//////

STAR

Gli arrivi strumentali standard conducono al waypoint PINIK, sul quale è attestato anche un circuito d’attesa (inbound 017°- 1min – IAS MAX 170kt – MHA 6000ft).

The standard instrument arrivals lead to the waypoint PINIK, on which may be performed an holding pattern (inbound 017°- 1min – IAS MAX 170kt – MHA 6000ft).

Questi sono i waypoints di provenienza:

These are the waypoints of origin:

NDB ‘ORI’ – LUSIL – ODINA – DVOR/DME ‘SRN’ – DVOR/DME ‘TOP’ – DVOR/DME ‘VOG’

//////

SID

Sono previste uscite strumentali dirette a:

Standard instrument departures lead to:

CANNE OMETOORI NDB – DVOR/DME ‘SRN’ – DVOR/DME ‘VOG’ – PINIK

//////

Procedure di avvicinamento

Mi limito a citare (grazie alle sue peculiarità) la procedura strumentale di avvicinamento IGS (Instrument Guidance System) Steep Approach RWY 01.

Si distingue da un classico avvicinamento ILS a causa dell’angolo di discesa (6.65°) e può essere effettuata solo da equipaggi qualificati e aeromobili certificati per Steep APCH (per ulteriori specifiche vedere AIP Switzerland).

Dal waypoint PINIK (RDL 017 MMP VOR/8.7NM ILU DME), sul quale è attestato anche un circuito d’attesa (inbound 017°- 1min – IAS MAX 170kt – MHA 6000ft) TR 017° fino a CALDO (FAF – 6.5NM ILU DME).

Segmento finale su TR 017° e MAPt a 2.5NM ILU DME.

Mancato avvicinamento con virata a destra per tornare su PINIK.

/////

Approach procedures

I will only mention (due to its peculiarities) the IGS (Instrument Guidance System) Steep Approach RWY 01.

It differs from a classical ILS approach because of the descent angle (6.65°) and can be performed only by qualified crews and aircraft certified for Steep APCH (for further specifications see AIP Switzerland).

From waypoint PINIK (RDL 017 MMP VOR/8.7NM ILU DME), performing its holding pattern (inbound 017°- 1min – IAS MAX 170kt – MHA 6000ft) TR 017° to CALDO (FAF+5000ft – 6.5NM ILU DME).

Final segment on TR 017° and MAPt at 2.5NM ILU DME.

Missed approach with right turn to return to PINIK.

La Control Zone di Lugano

_____

Fonti/Sources: AIP Switzerland/SKYGUIDE – AIP Italia/ENAV SpA

_____

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *