Aeroporti di Cagliari e Parma

Fornisco oggi un elenco delle più recenti informazioni aeronautiche relative agli aeroporti di Cagliari e Parma.

_____

 

CAGLIARI Elmas

Laeroporto è situato a 2,43NM Nord/Ovest della città di Cagliari, ad un’elevazione di 11ft.

La società di gestione è la SO.G.AER SpA, della quale riporto i recapiti:

Centralino: tel: + 39 070 211211, fax +30 070 241013

Coordinamento Operativo di Scalo (COS):

tel: +39 070 21121530, fax: +39 070 21121539 mobile: +39 3351232441

e-mail: cos@sogaer.it – TELEX SITA: CAGOWXH

_____
Caratteristiche delle piste

RWY 14/32 – dimensioni: 2804m x 45m

Per pista 14 sono utilizzabili anche gli INT-TKOF ‘B’ e ‘C/L’ per il decollo da posizione intermedia.

Per pista 32 è utilizzabile l’INT-TKOF ‘E’ per il decollo da posizione intermedia.

_____

Luci di avvicinamento e PAPI

RWY 14 PAPI 3°

RWY 32 ALS CAT I (900m) / PAPI 3°

_____

Servizi del traffico aereo

APP – Cagliari Approach / Radar – 118.750 MHz – H24

APP – Cagliari Approach / Radar – 118.400 MHz – Riserva, a discrezione ATC

TWR – Elmas Tower – 120.605 MHz – H24

TWR – Elmas Tower – 122.100 MHz – H24

TWR – Elmas Ground 125.430 MHz – 0600-2000 (0500-1900)

ATIS – Cagliari Arrival and Departure info – 127.055 MHz – H24

_____

Segue un breve elenco delle più recenti variazioni che hanno interessato l’aeroporto:

AIRAC A8/20, in vigore dal 10 Settembre 2020:

Pubblicata la Carta Ostacoli di Aeroporto, elaborata tenendo in considerazione una declinazione magnetica di 2° E (aggiornata al 2015).

L’orientamento magnetico delle piste è il seguente:

RWY 14 – 136°

RWY 32 – 316°

Tuttavia, la parte tabellare della sezione AD 2 non è stata ancora aggiornata, così come i segmenti finali delle procedure di avvicinamento di precisione per pista 32, rimasti invariati a 317°.

_____

AIRAC A9/20, in vigore dal 8 Ottobre 2020:

Le frequenze utilizzabili per il servizio di ordinato movimento degli aeromobili sui piazzali cambiano come segue:

a) Elmas Ground: 125.430 MHz 0600-2000 (0500-1900)
b) Elmas Tower: 120.605 MHz 2000-0600 (1900-0500)

______

AIRAC A10/20, in vigore dal 5 Novembre 2020:

Fra i messaggi meteorologici disponibili si annovera ora anche il METAR AUTO IN CONTINGENCY.

_____

AIRAC A11/20, in vigore dal 3 Dicembre 2020:
  • Revisione dei paragrafi relativi ai servizi di rifornimento ed handling:

aeroporti di Cagliari e Parma

aeroporti di Cagliari e Parma

  • Pubblicato l’orario del servizio di de-icing: 0500-1000 (0400-0900) e 2000-2400 (1900-2300) Dal 1 NOV al 31 MAR 2020. Il servizio è assicurato da GH Cagliari Tel. +39 3404289918 E-mail: opscag@ghcagliari.it 1 Unit-Kilfrost ABC K Plus

  • Priorità dei sistemi di pulitura: Pista-Taxiway-Apron

  • L’aderenza della pista è misurata ogni tre mesi in condizioni di pista bagnata con Skyddometer 360 (GRIP TESTER disponibile su richiesta con almeno 30 minuti PN). Coefficiente medio d’attrito: G=0.76 a 65 km/h

  • Modifica del dato di resistenza della TWY ‘F’: PCN 200/F/A/W/T

  • Operazioni di rifornimento aeromobili:

gli stand sul piazzale idonei al rifornimento aeromobili con passeggeri a bordo o in fase di imbarco/sbarco sono 01, 02, 03, 05, 06, 07, 25, 09, 11, 12, 14, 15, 16, 20, 21, 23, 24, 26, 28.

l’equipaggio deve monitorare sulle FREQ: – 125.430 HR 0600-2000 (0500-1900) – 120.605 H24

  • introdotto il paragrafo relativo alle operazioni di DE-ICING

_____

 

AIRAC A2/21, in vigore dal 25 Marzo 2021:

Revisione del paragrafo “Condizioni Speciali” e Introduzione del paragrafo relativo al DAAD (Deviation Acceptance and Action Document)

_____

NOTAM B1159/21, in vigore dal 15 Marzo 2021:

Introduzione del paragrafo “Operazioni per l’utilizzo della pista nel tempo strettamente necessario”

______

____

PARMA

Laeroporto è situato a 1,35NM Nord/Ovest della città di Parma, ad un’elevazione di 161ft.

La società di gestione è la So.Ge.A.P. S.p.A., della quale riporto i recapiti:

Via Licinio Ferretti n.50/a 43126 Parma Tel +39 0521 9515; Fax +39 0521 992028

e-mail: info@aeroportoparma.it

_____
Caratteristiche delle piste

RWY 02/20 – dimensioni: 2124m x 45m

La soglia pista 02 è spostata di 215m.

La soglia pista 20 è spostata di 183m.

Per pista 02 è utilizzabile anche uno Start Point con TORA di 2238m.

_____

Luci di avvicinamento e PAPI

RWY 02 PAPI 3°

RWY 20 ALS CAT I (900m) / PAPI 3°

_____

Servizi del traffico aereo

APP – Parma Approach – 127.575 MHz – 0600-2000 (0500-2100)

TWR – Parma Tower – 118.450 MHz – 0600-2000 (0500-2100)

_____

Segue un breve elenco delle più recenti variazioni che hanno interessato l’aeroporto:

AIRAC A8/20, in vigore dal 10 Settembre 2020:

Nell’ambito delle procedure applicabili agli aeromobili in condizioni di visibilità ridotta (AWO), sottoparagrafo “Movimentazione al suolo” varia il seguente punto:

gli aeromobili in sosta nell’Area Aviazione Generale potranno raggiungere i punti di rilascio D1, D2 e F1 solamente con l’ausilio del follow-me, viceversa gli aeromobili provenienti dalla pista e diretti verso l’Area di Aviazione Generale si fermeranno ai punti di rilascio D1, D2 e F1 e procederanno solo con l’assistenza del follow-me.

______

AIRAC A9/20, in vigore dal 8 Ottobre 2020:

Le operazioni in VFR notturno non sono consentite.

____

AIRAC A12/20, in vigore dal 31 Dicembre 2020):

La zona di lavoro aereo (attività aeromodellistica) denominata STRADA FORNACE è stata completamente eliminata.

Aeroporti di Cagliari e Parma

_____

AIRAC A2/21, in vigore dal 25 Marzo 2021):

Norme per il traffico VFR:

I piloti di voli VFR che operano in spazi aerei di classe “G” e che intendono entrare nella CTR di Parma, qualora impossibilitati a stabilire una comunicazione radio bilaterale con l’ente ATS, dovranno contattare il FIC competente per inoltrare la richiesta e attendere istruzioni prima di procedere.  

_____

NOTAM A0862/21 e A0863/21, in vigore dal 18 Febbraio 2021):

L’aeroporto di Parma viene rimosso dalla lista degli aeroporti dove il vento al suolo viene riportato in gradi magnetici nei riporti METAR (e SPECI ove previsti).

Viene rimosso anche dalla lista degli aeroporti che:

  • non emettono SPECI (ove richiesto) e riporti locali speciali quando la differenza tra intensità massima e media del vento al suolo (raffica) è diminuita di 10 kt o più rispetto alla raffica dell’ultimo riporto, se l’intensità media del vento, prima o dopo la variazione, è maggiore o uguale a 15 kt;
  • emettono SPECI (ove richiesto) e riporti locali speciali quando la differenza tra intensità massima e media del vento al suolo (raffica) è aumentata di 10 kt o più rispetto alla raffica dell’ultimo riporto, se l’intensità media del vento, prima o dopo la variazione, è maggiore o uguale a 15 kt;

Da ultimo, l’aeroporto viene cassato dalla lista di quelli dove:

  • non emettono SPECI (ove richiesto) e riporti locali speciali quando il valore di RVR migliora raggiungendo o oltrepassando (in aumento) uno o più dei seguenti valori, oppure quando l’RVR peggiora oltrepassando (in diminuzione) uno o più dei seguenti valori 50, 175, 300, 550 o 800 m. Vengono invece utilizzati i valori di 150, 350, 600 e 800 m.
  • non definiscono una marcata discontinuità nei dati di RVR quando si produce una improvvisa e persistente variazione della RVR, della durata di almeno 2 minuti, che raggiunga o oltrepassi i valori di 800, 550, 300 and 175m. Vengono invece utilizzati i valori di
    150, 350, 600 e 800 m.

______

______

 

Comments

  • Ciao Fabio, due quesiti anche se non direttamente collegati all’argomento in oggetto:
    1) esistono delle ATZ non controllate? E quali sono?
    2) in un volo VFR esco dallo spazio aereo controllato del CTR, proseguendo il mio volo in spazio di classe Golf. Lasciando la CTR l’APP, chiudendo il piano di volo abbreviato, mi comunica di contattare il FIC competente per territorio. Ho sempre l’obbligo di contattare il FIC o ne posso fare a meno?
    3) in un volo VFR condotto in spazio di classe Golf ho l’obbligo di contattare il FIC competente per territorio?
    Grazie del tuo impegno
    Franco Ralli

    • Ciao Franco,

      1) Sì. ce ne sono parecchie. Te le elenco (sperando di non dimenticarne nessuna):
      Aosta, Biella Cerrione, Torino Aeritalia, Varese Venegono, Alzate Brianza, Como. Milano Bresso, Reggio Emilia, Udine Campoformido, Gorizia, Casarsa della Delizia, Venezia Lido, Padova, Thiene, Legnago, Trento, Bolzano, Verona Boscomantico, Carpi, Lucca Tassignano, Siena Ampugnano, Marina di Campo, L’Aquila Parchi, Rieti, Salerno Pontecagnano, Foggia Gino Lisa, Lecce Lepore, Crotone, Palermo Bocca di Falco, Lampedusa, Oristano Fenosu.
      Tieni inoltre presente che ci sono diverse ATZ all’interno elle quali il servizio di controllo del traffico aereo non opera H24 o in tutti i giorni della settimana. In quei casi, nei periodi e orari in cui non è disponibile l’ATC, l’ATZ diventa non controllata (salvo quando diversamente specificato).
      2) e 3) Non c’è un obbligo. Nello spazio aereo di classe “G” il Servizio Informazioni volo viene fornito se richiesto. Dai un’occhiata però ai settori dove sono stati istituiti i Frequency Monitoring Codes (c’è anche un mio post al riguardo)

  • Ciao Fabio,
    puoi cortesemente ricordarmi in cosa consiste il servizio consultivo? Ho letto che esistono aree a servizio consultivo e rotte a servizio consultivo. Cosa sono?
    Grazie

    Franco Ralli

    • Si tratta aree in cui viene fornito un servizio di consulenza sul traffico aereo, ai soli voli IFR.
      In Italia non ci sono spazi aerei di questo tipo e non è prevista la classificazione “F” dello spazio aereo (classe destinata al servizio consultivo)

      Ciao

      Fabio Patrassi

  • Grazie Fabio,
    1) quindi una ATZ controllata deve avere una Torre attiva, mentre una ATZ non controllata dispone di un AFIS. Ma anche un AFIS può rilasciare autorizzazioni ed emettere istruzioni, giusto? Quindi, che differenza c’è tra una Torre ed un AFIS?
    2) e 3) a me è capitato più volte di aver ricevuto chiamate dal FIC, che mi chiedeva la mia posizione. Di solito il FIC mi ha chiamato dopo che io lo avevo chiamato tempo prima lungo la mia rotta oppure dopo che ero stato rilasciato da un Approach. Conosco bene i FMC e li ho spesso usati, soprattutto quello di PD. Ma mi pare che stanno cadendo in disuso, anche perché gli stessi Controllori non ne vedono la validità ;
    4) quindi il servizio consultivo non esiste in Italia.
    Saluti

    Franco Ralli

  • Ciao Fabio,

    1) A Marina di Campo c’è un AFIS e quando sono andato all’Elba, mi pare che l’AFIS mi abbia autorizzato al rullaggio ed al decollo. O forse mi ha solo dato delle istruzioni. Ora è passato qualche anno e non ricordo.

    Anche Venezia Lido ha una ATZ non controllata e quando sono approdato li, mi pare che la radio a terra mi abbia dato istruzioni ed autorizzazioni.

    2) Perchè alcuni aeroporti, tutti non certificati, hanno una ATZ ed altri non hanno ATZ, come Fano, Foligno, Rieti, ecc..?

    Saluti

    Franco Ralli

    • 1) L’AFIS fornisce solo il servizio informazioni volo aeroportuale. Un’autorizzazione ha un valore giuridico del tutto diverso. Tutte le ATZ che hanno un AFIS sono comunque da considerare RMZ (Radio Mandatory Zone)
      2) Posso solo immaginare che ci siano motivazioni dettate dalla tipologia e dalla quantità di traffico generato. Ma, onestamente, non lo so.

      Buona giornata

      Fabio Patrassi

  • Circa gli aeroporti con ATZ non controllata credo che in alcuni casi si tratta di retaggi storici. Ti faccio un esempio per tutti visto che vivo in zona. L’aeroporto di Udine Campoformido ha una ATZ enorme e più grande di quella di un aeroporto militare o certificato. Questo è assurdo poiché sul campo di Campoformido opera un piccolo club di volo con 3-4 aeromobili e nessun altro traffico impegna questo campo.

    Franco Ralli

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *