Control Zone di Palermo

Control Zone di Palermo

Questo post è dedicato alla descrizione e all’analisi della Control Zone di Palermo.

Nell’ambito degli spazi aerei siciliani, per chi fosse interessato, mi ero già occupato della Control Zone di Catania, con il post reperibile a questo link.

PALERMO CTR

La CTR è composta da 3 zone, tutte classificate “D”

Zona 1

Contiene l’ATZ di Palermo Punta Raisi.

Limiti verticali: SFC /2000ft AMSL.

Control Zone di Palermo

Zona 2

Sovrasta la zona 1 e abbraccia una vasta porzione di mare, a Nord-Ovest dell’aeroporto (nella quale è compresa l’area sovrastante l’isola di Ustica).

Limiti verticali: 2000ft AMSL / FL 165

Control Zone di Palermo

Zona 3

Copre il settore sud-orientale della CTR.

Limiti verticali: 4500ft AMSL / FL 165

Control Zone di Palermo

Ed ecco una vista in pianta della CTR

Control Zone di Palermo

Diamo ora uno sguardo più ravvicinato alla zona 1, per l’analisi degli altri spazi aerei degni di nota.

PALERMO ATZ

E’ situata nella zona 1 della CTR.

Limiti verticali: SFC / 2000ft AGL

Al suo interno opera il servizio di controllo di aeroporto di Palermo Punta Raisi, sulle seguenti frequenze:

Raisi Tower – 119.050 MHz – H24

Raisi Ground – 121.625 MHz – 0600/z-2200/z (0500/z-2100/z)

Disponibile anche una frequenza ATIS:

Palermo ATIS – 123.875 MHz

____

BOCCA DI FALCO ATZ

Il suo spazio aereo è classificato “G”.

Uno dei rari casi di spazi aerei italiani al cui interno viene applicata la procedura TIBA (informazioni di traffico trasmesse dall’aeromobile).

La trasmissione di informazioni di traffico da parte di aeromobili ha lo scopo di consentire che i riporti e le pertinenti informazioni supplementari, che hanno natura di avvisi, siano trasmessi dai piloti sulla frequenza radiotelefonica VHF designata, affinché i piloti degli altri aeromobili nelle vicinanze possano esserne informati.

La frequenza 122.600 MHz è assegnata per le esigenze dell’Aviazione Generale, del traffico Militare di base, dei Voli di Stato e dell’Aeroclub. Tale frequenza non deve essere usata per finalità ATS.

I piloti degli aeromobili che operano su e nelle vicinanze dell’aeroporto di Palermo/Bocca di Falco devono mantenere l’ascolto radio continuo sulla FREQ 122.600 MHz e trasmettere le informazioni di traffico secondo quanto segue:

Aeromobili in attraversamento:

a) prima di entrare nell’ATZ, comunicando nominativo, tipo aeromobile, rotta e livello

b) lasciando l’ATZ

Aeromobili in arrivo:

a) prima di entrare nell’ATZ, comunicando nominativo, tipo aeromobile e livello

b) entrando nel circuito di traffico aeroportuale, specificando la direzione di atteraggio e le intenzioni in finale (‘finito’, ‘touch and go’ o ‘basso passaggio’)

c) iniziando la manovra relativa alle ‘intenzioni in finale’ specificate oppure liberando la pista, in caso di atterraggio

Aeromobili in partenza:

a) prima di iniziare il rullaggio, comunicando nominativo, tipo aeromobile, direzione di decollo e destinazione

b) prima di entrare in pista

c) lasciando l’ATZ

Nota: Tutte le comunicazioni indicate ai punti precedenti dovranno iniziare con la frase: ‘a tutte le stazioni’

Limiti verticali: SFC / 1500ft AMSL

____

Zona regolamentata LI R12 Palermo

Situata a Sud-est dell’aeroporto di Palermo Punta Raisi. Interferisce parzialmente con l’ATZ di Bocca di Falco.

Nella zona è vietato il sorvolo per motivi di sicurezza a tutto il traffico civile, ad eccezione dei voli di Stato, dei voli ambulanza, di soccorso ed emergenza.

Rimane oscuro il motivo per cui è stata definita regolamentata, quando essa è, sostanzialmente, vietata o segregata.

Limiti verticali: SFC / 2500ft AMSL

____

Zone vietate LI P193 Palermo e LI P286 Palermo Ucciardone

Poste all’interno dell’ATZ di Bocca di Falco e della zona regolamentata LI R12.

Il traffico aereo è vietato senza eccezioni.

Limiti verticali: SFC / 1500ft AGL

____

Poligono militare Masseria dei Cippi

A Sud-est dell’aeroporto di Palermo Punta Raisi.

Vi si svolgono esercitazioni di tiro a fuoco preannunciate da uno specifico NOTAM.

Limiti verticali: SFC / 3000ft AMSL

____

Punti di riporto VFR

Nella prossima immagine sono visibili invece i punti di riporto a vista utilizzabili all’interno della CTR.

I voli in VFR, prima di entrare nella Zona 1 della CTR dal punto di riporto NORD CAPO GALLO (CJNE1), devono attendere a nord est di NORD CAPO GALLO (CJNE1) non al di sopra di 1000 ft e richiedere l’autorizzazione ATC sulla frequenza APP 120.200 MHz

Control Zone di Palermo

____

Servizi del traffico aereo

Il servizio di Controllo di avvicinamento all’interno della CTR è fornito da Palermo APP sulle seguenti frequenze:

120.200 MHz – chiamata radio: Palermo Approach/Palermo Radar – H24

118.650 MHz – chiamata radio: Palermo Approach/Palermo Radar – a discrezione ATC

____

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *