La Control Zone di Cagliari

Dopo essermi occupato della CTA Sardegna e delle CTR di Olbia e Alghero, concludo l’analisi degli spazi aerei sardi con la Control Zone di Cagliari.

Si tratta di uno spazio aereo fortemente influenzato dalla presenza delle zone regolamentate che occupano il settore occidentale della CTR.

Le quattro zone che la compongono sono classificate “D” fino a FL 195; per le zone 2, 3 e 4 la classe diventa “C” nella porzione di spazio aereo che va da FL195 a FL280.

Zona 1

Entro i suoi limiti laterali troviamo le ATZ di Cagliari Elmas e quella dell’aeroporto militare di Decimomannu. Da notare, però, che entrambe le ATZ possiedono limiti verticali superiori che oltrepassano quelli della zona 1, come vedremo più avanti.

La Control Zone di Cagliari

Zona 4

Gran parte del suo spazio aereo è occupato dalle zone regolamentate LI R54 “Oristano” e LI R59 A/B/C “Capo Frasca”. Le caratteristiche di queste aree saranno approfondite più avanti.

Il limite verticale inferiore fissato a 500ft AGL è dovuto alla presenza dell’area (ricavata dalla zona regolamentata LI R54) all’interno della quale è consentito volare senza restrizioni.

Note:

1) Lo spazio aereo delle rotte ATS è escluso da quello della CTR

2) A partire da FL 230 fino a FL 280 (ad eccezione dello spazio aereo della LI R54) l’ente ATS militare responsabile è Roma SCCAM

La Control Zone di Cagliari

Zona 3

E’ situata a Sud della zona 4.

Gran parte del suo spazio aereo è occupato dalla zona regolamentata LI R54 “Oristano”.

Il limite verticale inferiore è fissato a 1000ft AGL, anche a causa della presenza dell’area (ricavata dalla zona regolamentata LI R54) all’interno della quale è consentito volare senza restrizioni fino a 500ft AGL.

Tuttavia, occorre segnalare che la zona 3 interferisce con l’ATZ di Decimomannu e con parte dell’ATZ di Cagliari. Lo spazio aereo della zona 1 della CTR (i cui limiti verticali giungono a 1500ft AGL) è escluso.

Note:

1) Lo spazio aereo delle rotte ATS è escluso da quello della CTR

2) A partire da FL 230 fino a FL 280 (ad eccezione dello spazio aereo della LI R54) l’ente ATS militare responsabile è Roma SCCAM

La Control Zone di Cagliari

Zona 2

E’ la zona più vasta della CTR e ne copre il settore sud-orientale.

A Sud-Ovest si segnala la presenza della zona regolamentata LI R46 “Capo Teulada”, dove si svolgono esercitazioni di tiro a fuoco. Le sue caratteristiche verranno descritte più avanti.

Note:

1) Lo spazio aereo delle rotte ATS è escluso da quello della CTR

2) A partire da FL 230 fino a FL 280 (ad eccezione dello spazio aereo della LI R54) l’ente ATS militare responsabile è Roma SCCAM

La Control Zone di Cagliari

 

Ritengo interessante anche la visione d’insieme che ci fornisce la prossima immagine, dove è possibile osservare, in sezione, la collocazione della CTR e della zona 2 della CTA di Roma “Mediterraneo”.

Ricordo che lo spazio aereo della CTR di Cagliari è escluso da quello della CTA.

La Control Zone di Cagliari

 

Controllo di Avvicinamento

Il servizio APP è assicurato H24 dall’Aeronautica Militare sulle frequenze:

118.750 MHz – Cagliari Approach / Cagliari Radar

118.400 MHz – Cagliari Approach / Cagliari Radar (a discrezione ATC)

Note:

1) La copertura non è assicurata dalla superficie fino a 3000ft nei settori 080°/130° e 185°/300°.

2) Entro la CTR di Cagliari, in deroga a quanto pubblicato nel Regolamento UE 1079/2012, gli operatori di aeromobili possono continuare ad impiegare aeromobili muniti di apparecchiature radio con capacità di canalizzazione a 25 kHz.

 

ATZ e zone sottoposte a restrizione

In un dettaglio della zona 1 della CTR è possibile apprezzare la conformazione delle ATZ di Decimomannu e Cagliari

 

DECIMOMANNU ATZ

Posta a protezione del traffico dell’aeroporto militare di Decimomannu.

Con il suo limite verticale superiore posto a 4000ft AMSL svetta ben al di sopra della zona 1 della CTR. Dal suo spazio aereo va però escluso quello dell’ATZ di Cagliari.

L’ente ATS responsabile è Decimo Tower, che opera sulle frequenze 122.100 e 140.400 MHz, nei seguenti orari: Lunedì-Giovedì 0630/z-1445/z (0530/z-1345/z) Venerdì 0630/z-1130/z (0530/z-1030/z).

Trattandosi di un aeroporto militare, l’estensione dell’orario di servizio è sempre possibile, se motivata da esigenze operative.

 

CAGLIARI ELMAS ATZ

Posta a protezione del traffico dell’aeroporto civile di Cagliari Elmas.

I 2000ft AGL del suo limite verticale superiore superano, seppur di poco, quelli della zona 1 della CTR.

L’ente ATS responsabile è Elmas Tower (ENAV SpA), che opera sulle seguenti frequenze:

120.605 MHz – H24 – spaziatura 8.33 KHz

122.100 MHz – H24 –

125.430 MHz – 0600/z-2200/z (0500/z-2100/z) – spaziatura 8.33 KHz – chiamata radio: Elmas Ground

L’ATIS (Cagliari Arrival and Departure Info) è disponibile H24 sulla frequenza 127.055 MHz (spaziatura 8.33 MHz)

 

Zone vietate

Fra le zone dove il traffico aereo è interdetto, si segnalano:

LI P269 UTA

A Ovest dell’ATZ di Cagliari. Sono previste eccezioni per il traffico che segue le procedure strumentali da/per gli aeroporti di Cagliari Elmas e Decimomannu.

LI P175 Domusnovas

A Ovest dell’ATZ di Decimomannu. Sono previste eccezioni per gli aeromobili di Stato, in emergenza, del servizio antincendi, Protezione Civile, per la salvaguardia della pubblica incolumità.

Ulteriori deroghe devono essere coordinate di volta in volta con RWM Italia S.p.A. Security Aziendale.

LI P290 Is Arenas

Ai confini della zona 4 della CTR. Non sono previste eccezioni.

 

Altre zone

Zona aviolancistica SERDIANA

Situata a Est dell’ATZ di Decimomannu, appena al di fuori dei limiti laterali della zona 1 della CTR. Attiva da mezz’ora prima dell’alba a mezz’ora dopo il tramonto, soggetta a coordinamento con Roma ACC.

Obbligo di transponder per gli aeromobili coinvolti.

Enti ATS responsabili: Cagliari APP e Roma ACC/FIC

Zona e corridoio VDS DECIMOPUTZU

Ad Ovest dell’ATZ di Decimomannu si trovano la zona ed il corridoio per il volo da diporto sportivo Decimoputzu.

Attivi dall’alba al tramonto e soggetti a preventivo coordinamento con Cagliari APP.

Una nota in AIP prevede l’incompatibilità dell’attività VDS con quella dei “Gruppo Paracadutisti Sardi”, anche se non riesco a capire dove si svolgerebbe l’attività di questi ultimi.

Il corridoio consente il trasferimento degli apparecchi VDS dalla zona DECIMOPUTZU all’area ricavata all’interno della zona regolamentata LI R54, dove, al di sotto di 500ft AGL, l’attività area è consentita senza restrizioni.

La Control Zone di Cagliari

Riserva naturale MOLENTARGIUS / SALINE

Nell’area evidenziata in verde nell’immagine che segue, è vietato il decollo, l’atterraggio ed il sorvolo a bassa quota a tutti gli aeromobili ed ai voli da diporto sportivo, eccetto quando in emergenza o per operazioni di soccorso, spegnimento incendi o di interesse delle Riserve stesse, autorizzati dalla Direzione della Riserva.

Limiti verticali: SFC / 1000ft AGL

 

Punti di riporto VFR

Nella prossima immagine sono visibili i punti di riporto utilizzati per il traffico VFR all’interno della CTR.

Si ricorda che quelli evidenziati in rosso (SESTU, CAPOTERRA e QUARTU) sono Visual Holding Gates; su di essi possono essere richieste attese ed è prevista una specifica autorizzazione per procedere.

 

Zone regolamentate e pericolose

LI R54 Oristano

E’ un’area di dimensioni notevoli, che si estende verso Nord fino ai limiti laterali della Control Area Sardegna.

Importante anche il suo ingombro verticale, visto che il limite superiore giunge a FL 600.

Vi si svolge intensa attività di aviogetti militari ed allenamento traino manica, dal Lunedì al Venerdì e H24, con l’esclusione dei giorni festivi.

L’ente ATS responsabile è Cagliari APP (anche se i limiti di competenza della CTR di Cagliari sono assai inferiori).

Può essere attraversata in accordo alle procedure descritte in AIP ENR 5.1-2.

 

LI R59 Capo Frasca

Risulta completamente contenuta nella zona regolamentata LI R54, a partire dalla zona 4 della CTR di Cagliari, con estensione verso Ovest fino ai confini laterali della LI R54.

Vi si svolgono esercitazioni di tiro a fuoco aria-terra dal 1 Settembre al 30 Giugno di ogni anno, dal Lunedì-Venerdì 0630/z-2200/z (0530/z-2100/z), festivi esclusi.

Eventuale attività svolta di Sabato viene preannunciata a mezzo NOTAM.

Il traffico aereo è proibito nei periodi di reale occupazione, ma la zona può essere attraversata in accordo alle procedure descritte in AIP ENR 5.1-2.

E’ suddivisa nei seguenti di settori:

LI R59/A – di forma cilindrica, non interferisce con la CTR – limiti verticali: SFC / FL160

LI R59/B – non interferisce con la CTR – limiti verticali: SFC / 6000ft AMSL

LI R59/C – interferente con la zona 4 della CTR – limiti verticali: 6000ft AMSL / FL 200

La Control Zone di Cagliari

LI R46 Capo Teulada

Interferisce parzialmente con la parte sud-occidentale della zona 2 della CTR.

Limiti verticali: SFC / FL 250

Vi si svolgono esercitazioni di tiri a fuoco ed attività militare APR, nei seguenti periodi e orari:

Dal 7 Gennaio al 21 Giugno e dal 20 Settembre al 21 Dicembre

Dalla Domenica alle 2300/z (2200/z) al Sabato alle 1200/z (1100/z).

Nei restanti orari e nei giorni festivi la zona è attiva con un preavviso a mezzo NOTAM e con limite verticale superiore ridotto a FL200

Quando attiva, il traffico aereo è proibito e non sono previste procedure di attraversamento.

 

LI D122 Alenia Test

Zona pericolosa posta ai margini della CTR, dove si svolgono voli test della società Alenia.

Attiva dal Lunedì al Venerdì dalle 0700/z alle 1700/z. Nei giorni festivi con preavviso a mezzo NOTAM.

Ai piloti è richiesto di prestare attenzione alla natura pericolosa delle attività che si svolgono all’interno di questa area. Informazioni sulla reale occupazione possono essere richieste direttamente a Cagliari APP o a Roma ACC.

Ente ATS responsabile: Cagliari APP.

E’ suddivisa in due settori aventi limiti verticali 5000ft AMSL / FL 270:

LI D122/A – situata a Sud della zona 2 della CTR.

LI D122/B – totalmente contenuta nella zona regolamentata LI R46 Capo Teulada.

La Control Zone di Cagliari

_____

 

Controllo della velocità

Tutto il traffico IFR in arrivo all’aeroporto di Cagliari, se non diversamente istruito dall’Ente ATC, dovrà osservare rigorosamente la velocità massima come segue:

250 kt IAS al di sotto di FL 100;

200 kt IAS iniziando la virata per intercettare il LOC;

o

la RDL in caso di avvicinamento finale VOR RWY 32/14;

o

il QDM in caso di avvicinamento finale NDB RWY 32/14;

oppure

ad una distanza di 12 NM dalla soglia pista in caso di corto finale;

180 kt IAS al completamento della virata per l’intercettazione, o ad una distanza di 8 NM dalla soglia pista;

160 kt IAS ad una distanza di 5 NM dalla soglia pista.

Nota: gli aeromobili militari ed i Voli di Stato non sono tenuti ad osservare le citate prescrizioni.

____

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *