attività aerea e COVID19

Attività aerea e COVID 19

Sul mio blog non sono abituato a trattare provvedimenti temporanei, ma sono costretto a fare un’eccezione a causa della situazione straordinaria che si è venuta a creare a seguito dei provvedimenti governativi atti a prevenire la diffusione del virus COVID 19.

Il traffico aereo commerciale civile con passeggeri è stato infatti ridimensionato su molti aeroporti italiani.

Limitazioni sono state inoltre stabilite per l’attività aerea sulle aviosuperfici, elisuperfici e idrosuperfici presenti sul territorio nazionale (comprese quelle occasionali) e per il traffico di aviazione generale.

____

Fino alla data stimata del 2 Giugno 2020, tutti i voli diretti in Italia o in partenza dall’Italia dovranno attenersi a quanto previsto dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 17 Maggio 2020.

Sui seguenti aeroporti:

Ancona Falconara, Bari Palese, Bergamo Orio al Serio, Bologna Borgo Panigale, Cagliari Elmas, Catania Fontanarossa, Firenze Peretola,  Genova Sestri, Lamezia Terme, Lampedusa, Milano Malpensa, Napoli Capodichino, Olbia Costa Smeralda, Palermo Punta Raisi, Pantelleria, Pescara, Pisa San Giusto, Roma Ciampino, Roma Fiumicino, Torino Caselle, Venezia Tessera 

sono consentiti voli di aviazione commerciale, aviazione commerciale a domanda (aerotaxi) e aviazione generale.

Nei restanti aeroporti è consentita l’attività dell’aviazione generale e dell’aviazione commerciale a domanda (aerotaxi) con aeromobili aventi configurazione di cabina uguale o inferiore a 19 posti, dei cargo e del servizio postale.

Sulle aviosuperfici, idrosuperfici, elisuperfici gestite, autorizzate e occasionali è consentita l’attività dell’aviazione generale e dell’aviazione commerciale a domanda (aerotaxi) con aeromobili aventi configurazione di cabina uguale o inferiore a 19 posti nei limiti autorizzativi previsti nel Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 17 Maggio 2020.  

 Nota: sull’aeroporto di Roma Fiumicino non è consentita attività di aviazione generale e di aviazione commerciale a domanda .

(riferimento: NOTAM A3028/20)

_____

Fino alla data stimata del 2 Giugno 2020, ai passeggeri extra-Schengen non sarà consentito l’accesso all’area Schengen.

Sono previste le seguenti eccezioni:

1) ritorno alla propria abitazione dei cittadini di Stati associati a Schengen e cittadini di paesi terzi che sono residenti di lunga durata ai sensi della Direttiva sulla residenza di lunga durata e persone che derivano il loro diritto di risiedere da altre Direttive UE o dal diritto nazionale o che sono titolari di un visto nazionale di lunga durata.

2) altri viaggiatori con funzione essenziale, quali: professionisti della sanità, ricercatori sanitari e professionisti dell’assistenza ad anziani, lavoratori frontalieri, personale di trasporto, compreso l’equipaggio di volo impegnato nel trasporto di merci e altro personale di trasporto nella misura necessaria; diplomatici, personale di organizzazioni internazionali, personale militare e operatori umanitari nell’esercizio delle loro funzioni; passeggeri in transito, passeggeri che viaggiano per motivi familiari inderogabili, persone bisognose di protezione internazionale o per altri motivi umanitari. 

(riferimento: NOTAM A3001/20)

_____

 


Comments

  • Ciao Fabio ,

    cosa sono le aviosuperfici mon gestite? Non ho mai trovato questo termine.

    Saluti
    IO RESTO A CASA
    Franco Ralli

    • Ciao Franco.

      Bisognerebbe chiederlo all’estensore del testo del NOTAM.

      Le ipotesi sono due: o ci si è voluti riferire alle aviosuperfici dove, per vari motivi, non è stata individuata la figura del gestore oppure si è voluto fare un riferimento alle avio/eli superfici occasionali.

      Ma in quest’ultimo caso sarebbe una definizione ridondante, visto che nello stesso NOTAM le occasionali sono state citate.

      Non saprei.

      Un saluto

      Fabio Patrassi

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *