Procedure strumentali di Bolzano

Le procedure strumentali di Bolzano sono state sottoposte a revisione con l’AIRAC A11/21, in vigore dal 2 Dicembre 2021, per un aggiornamento della declinazione magnetica sulla quale esse sono basate.

STAR

Nella carta STAR le seguenti procedure conducono allo IAF su FORER e sono così modificate:

NAXAV 2H ATC discretion

NAXAV – OZE VOR/DME – TR 184° (RDL 184 OZE VOR) – (INT ARC 26NM OZE DME/RDL 189 OZE VOR: +FL120) – TR 014° (RDL 194 OZE VOR) – FORER (+FL 120 o +TRL se più alto; +10000ft se si segue una procedura RNP)

ALESE 2H

ALESE – TR 161° (RDL 341 VIC VOR) – ARC 26 NM OZE DME (INT RDL 178 OZE VOR: +FL150; INT RDL 189 OZE VOR: +FL120) – TR 014° (RDL 194 OZE VOR) – FORER (+FL 120 o +TRL se più alto; +10000ft se si segue una procedura RNP)

Procedure strumentali di Bolzano

ADOSA 2H

ADOSA – TR 011° (RDL 191 OZE VOR) (a 27 NM OZE DME: +FL140) – RDL 194 OZE VOR – FORER (+FL 120 o +TRL se più alto; +10000ft se si segue una procedura RNP)

VIC 2M ATC discretion

VIC VOR/DME – TR 312° (RDL 312 VIC VOR) – RDL 189 OZE VOR (+FL 120 o +TRL se più alto) – RDL 194 OZE VOR – FORER (+FL 120 o +TRL se più alto; +10000ft se si segue una procedura RNP)

VIC 2H

VIC VOR/DME – TR 341° (RDL 341 VIC VOR) – ARC 26 NM OZE DME (INT RDL 178 OZE VOR: +FL150; INT RDL 189 OZE VOR: +FL120) – TR 014° (RDL 194 OZE VOR) – FORER (+FL 120 o +TRL se più alto; +10000ft se si segue una procedura RNP)

Procedure strumentali di Bolzano

Circuiti d’attesa su FORER (convenzionale e RNAV1)

MSA su OZE VOR

______

 

IAC
LOC+DME instrument guided cloud breaking procedure RWY 01 CAT A/B/C

IAF sul waypoint FORER, sul quale è attestato anche un circuito d’attesa (+FL 120 o +TRL se più alto, inbound 014°/outbound 194°, IAS MAX 210kt).

Segmento iniziale: tratto outbound TR 194°, quindi virata a destra su TR 014° per portarsi all’IF posto sempre su FORER.

Quindi rotta 016° e FAF a D12 IBZ (+7100ft). Segmento finale su TR 016° (LOC)

MAPt a D4 IBZ (+2960ft) e segmento visual:

Con le luci lead-in della RWY in vista, seguire le indicazioni delle luci lead-in della RWY mantenendo la rotta IBZ LOC e la lettura DME fino a 2NM IBZ DME, quindi procedere all’atterraggio mantenendo il campo in vista.

Mancato avvicinamento: virare a sinistra su RDL 003 OZE VOR fino a 7NM OZE DME (+5400ft), quindi virare a sinistra (IAS MAX 150kt /bank 25°/ o 145kt /bank 20°/ per intercettare RDL 345 OZE VOR (TR 165°) fino a OZE VOR/DME (+6700ft).

Quindi, RDL 194 OZE VOR fino al circuito d’attesa su FORER (+FL120 o TRL se più alto).

Procedure strumentali di Bolzano

Nella vista in profilo si richiama l’attenzione sulla modifica della posizione e dell’elevazione della THR RWY 01 (770ft anziché 772ft)

Con conseguente variazione delle minime LOC+DME

Nota 1

In AIP è stata dedicata una corposa sezione dedicata al segmento VISUAL dal MAPt

Nota 2

Solo equipaggi specificamente qualificati e ACFT autorizzati possono eseguire questa procedura.

Come specificato nella Tabella in AIP:

Procedure strumentali di Bolzano

Nota 3

MAPt 2.5% a 6.1NM IBZ DME (steep approach 5%). Angolo del PAPI, 4.48°, non allineato con il gradiente di avvicinamento finale / 5° 8.75%).

_______

 

VOR-A CAT A/B/C ACFT

IAF sul waypoint FORER e sul VOR/DME ‘OZE’, sui quali si sviluppano anche dei circuiti d’attesa.

FORER: inbound 014°/ outbound 194°; IAS MAX 210kt; +FL120 o +TRL se più alto.

Nota: in caso di turbolenza IAS 280kt, MHA FL135, limite outbound 26NM OZE DME

VOR/DME ‘OZE‘: inbound 196°/ outbound 016°; +FL130.

Nota: in caso di turbolenza IAS 280kt, MHA FL135.

////
Segmento iniziale da VOR/DME OZE

Tratto outbound RDL 210 OZE VOR IAS MAX 240kt; oppure RDL 200 OZE VOR IAS MAX 140kt.

A 20NM OZE DME (+10000ft), virata base a sinistra su TR 014°.

Segmento iniziale da FORER

Tratto outbound del circuito d’attesa fino a 24NM OZE DME, quindi virata a destra su TR 014°.

////

IF a 16NM OZE DME (+9100ft), FAF a 5NM OZE DME (+6100ft) .

Per il segmento “visual” si rimanda alle informazioni contenute nella “Visual Approach Chart – Circling on prescribed track”.

MAPt sul VOR/DME ‘OZE’ e mancato avvicinamento proseguendo su TR 014°, con virata a sinistra (IAS MAX 160kt per CAT C) a 7NM OZE DME (+5870ft/+5980ft per CAT C ) per seguire RDL 346 OZE VOR (TR 166° – CAT C) o RDL 349 OZE VOR (TR 169° – CAT A-B); procedere verso OZE VOR. Lasciare OZE VOR su RDL 194 e proseguire verso FORER, da raggiungere a +FL120 o +TRL se più alto.

Procedure strumentali di Bolzano

Nella vista in profilo si richiama l’attenzione sulla modifica della posizione e dell’elevazione della THR RWY 01 (770ft anziché 772ft)

minime

Nota 1

La procedura VOR-A CAT A-B-C è soggetta alla seguente regolamentazione:

Nota 2

Gradiente richiesto per proseguire con la manovra a vista: 5.2%.

circling OCA 4920ft 2,4%

circling OCA 5050ft 2,1%

_______

 

VAC RWY 19

Visual manoeuvring circling on prescribed track to RWY 19 CAT A-B ACFT

(a seguito di una procedura di avvicinamento VOR A)

Procedure strumentali di Bolzano

procedura di go-around: a 3.1NM OZE DME salire su TR 007° (gradiente minimo di salita 2.5%). A 4.6NM OZE DME (+4180ft) virare a destra e procedere su TR 187° (prua pista) fino a 2NM OZE DME (+4900ft). Quindi virare a destra per intercettare e seguire RDL 014 OZE VOR sulla procedura strumentale di mancato avvicinamento.

_____

 

VAC RWY 01

Visual approach procedure to RWY 01 CAT A-B ACFT (Visual manoeuvring on prescribed track)

(a seguito di una procedura di avvicinamento VOR A)

Procedure strumentali di Bolzano

procedura di go-around: a 1.8NM OZE DME virare a sinistra verso OZE VOR (+3370ft) (gradiente minimo di salita 2.5%) e seguire la rotta prescritta per lasciare OZE VOR (+4920ft) e seguire RDL 014 OZE VOR sulla procedura strumentale di mancato avvicinamento.

_____

Balked landing procedure RWY 01

Visual approach procedure to RWY 01 CAT A-B ACFT (Visual manoeuvring on prescribed track)

(a seguito di una procedura di avvicinamento VOR A e VAC RWY 01)

Procedure strumentali di Bolzano

_______

 

RNP APCH instrument guided cloud breaking procedure RWY 01 CAT A/B/C

IAF su FORER, sul quale è attestato anche un circuito d’attesa RNAV1 (+10000ft; inbound 012°/outbound 192°, IAS MAX 200kt).

TR 012° – PB912 (IF, +7000ft) – TR 018° – PB913 (FAF, +5600ft) – PB819 (MAPt, flyover waypoint, OCA).

Procedure strumentali di Bolzano

Segmento visual:

Nota1: il waypoint PB819 viene considerato flyover sulla cartografia ma non sulla tabella descrittiva, pertanto non saprei dire dove risieda l’errore.

Nota 2: la rotta di avvicinamento finale è disassata di 10.9° rispetto al centro pista ed intercetta l’estensione dell’asse centrale della pista 1 miglio prima della soglia.

Mancato avvicinamento:

TR 003° – PB821 (flyover waypoint, +4450ft; IAS MAX 160kt bank 25° o 145kt /bank 20°/) – TR 165° – PB939 – PB936 – TR 198° – PB913 – PB912 – TR 192° – FORER (+10000ft).

minime

Modalità di utilizzo della procedura:

Le specifiche di navigazione, per tutta la procedura, sono RNP APCH (RNAV1 per il circuito su FORER)

_____

 

AIRAC A13/19, in vigore dal 30 Gennaio 2020:

Su tutta la cartografia delle procedure strumentali di Bolzano viene apposto il seguente avviso:

La procedura si sviluppa al di fuori degli spazi aerei controllati e interferisce con le procedure strumentali di Trento e della elisuperficie Ospedale di Cles

______

 

AIRAC A3/22, in vigore dal 21 Aprile 2022:

Modificate le “informazioni Generali” riferite alle procedure IFR:

1) Data la classificazione dello spazio aereo (G) e la peculiarità dell’orografia circostante l’aeroporto, le operazioni IFR sono consentite in accordo alle procedure di arrivo e partenza pubblicate e secondo quanto di seguito specificato.

2) Le operazioni IFR sono limitate ad un solo aeromobile alla voltada/per Bolzano, Trento/Mattarello ed elisuperficie Ospedale di  Cles (LIKC) per qualsiasi combinazione di arrivi e/o partenze strumentali. Altri traffici attenderanno al suolo o nei circuiti di attesa pubblicati, fino a che l’operazione IFR in atto non sia stata completata..

3) L’utilizzo delle procedure strumentali di arrivo e di partenza è soggetto a particolari restrizioni ed autorizzazioni.

4) Per le partenze notturne vedere la tabella 23 in AIP AD 2 LIPB

//////

/////

 

SID
Initial Climb RWY 01 CAT A/B/C

Dopo il decollo continuare prua pista fino ad attraversare 1250ft, quindi virare a sinistra (IAS MAX 160kt ed Angolo di Banco 25° o rateo di virata 3°/s quale richiede banco inferiore) diretti ad OZE VOR (+4700ft). Su OZE VOR virare a destra (IAS MAX 200kt) per intercettare RDL 194 OZE VOR (a 6NM OZE DME: +6900ft) diretti a FORER (+FL120 o TRL se più alto)

Gradiente minimo di salita (PDG) 10.7% (650 ft/NM) fino ad attraversare 4000ft quindi 6% (365ft/NM) fino a raggiungere FL 120.

Note:

1) Virata prima della DER non consentita

2) Presenti ostacoli close-in che non sono stati considerati nella determinazione del gradiente di salita richiesto

3) Padova ACC darà un’autorizzazione più dettagliata dopo il punto FORER

Procedure strumentali di Bolzano

Norme a cui attenersi per l’esecuzione della procedura:

_______

Initial Climb RWY 01/19

A causa di ostacoli in prossimità dell’aeroporto, i decolli da RWY 01 e da RWY 19 dovranno avvenire in condizioni di volo a vista (Visual Conditions) fino a OZE VOR/DME, da raggiungere a 3600 ft o al di sopra.

Quindi proseguire su RDL 194 OZE VOR (a 2NM OZE DME: +4500ft; a 4NM OZE DME: +5400ft; a 6NM OZE DME: +6300ft; a 8NM Oze DME: +7200ft) per il punto FORER (+FL120 o TRL se più alto)

E’ responsabilità del pilota la separazione dagli ostacoli e dal terreno durante la fase iniziale di salita in “visual”.

Minime meteo aeroportuali:

ceiling : 3500 ft AMSL, 2700 ft AGL;

visibilità: 5 km

Gradiente minimo di salita (PDG) 450 ft/NM (7,4%) a partire da OZE VOR e fino a raggiungere FL 120.

Note:

1) le traiettorie di volo indicate sulla cartina delle procedure di salita iniziale fino ad OZE VOR/DME non hanno un significato operativo, trattandosi di un elemento esclusivamente grafico per indicare quella parte del volo da effettuare a vista.

2) Padova ACC darà un’autorizzazione più dettagliata dopo il punto FORER

Procedure strumentali di Bolzano

Norme a cui attenersi per l’esecuzione della procedura:

_______

SID

ALESE 6A

RDL 195 OZE VOR – ARCO 26 NM OZE DME (INT RDL 178 OZE VOR: +FL150) – TR 341° – ALESE

NAXAV 6B (A Discrezione ATC)

RDL 194 OZE VOR – RDL 184 OZE VOR – OZE VOR/DME – TR 016° – NAXAV (+FL140)

ADOSA 6A

RDL 194 OZE VOR – RDL 191 OZE VOR (a 27NM OZE DME: +FL140) – ADOSA.

VIC 6A

RDL 194 OZE VOR – ARCO 26NM OZE DME (INT RDL 178 OZE VOR: +FL150) – RDL 341 VIC VOR – VIC VOR/DME

VIC 6B (A Discrezione ATC)

RDL 194 OZE VOR – RDL 312 VIC VOR – VIC VOR/DME

Procedure strumentali di Bolzano

______

 

Nota:

Su tutta la cartografia delle procedure di Bolzano i riferimenti all’eliporto Ospedale di Cles sono stati completati con l’indicatore di località ICAO LIKC (AIRAC A3/22, in vigore dal 21 Aprile 2022)

Le immagini contenute in questo post non sono state aggiornate.

______

______

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *