La zona 2 della CTR di Napoli

L’AIRAC A4/18, in vigore dal 24 maggio 2018, davvero prodiga di variazioni agli spazi aerei italiani, si fa carico di modificare anche la zona 2 della CTR di Napoli.

Una modifica che, nei fatti, si traduce in un’estensione verso sud-est dei suoi limiti laterali; rimanendo all’interno dei confini della FIR di Roma, ma, parzialmente, all’interno dell’area di competenza di Brindisi FIC/ACC (a questo proposito può essere utile vedere anche il mio post Aree di responsabilità delle FIC-ACC italiane).

AIRAC A4/18, in force from May 24 2018, is prodigal with variations in Italian air spaces and is to be responsible for modifying zone 2 of Napoli CTR.

A modification that, practically, determines an extension towards south-east of its lateral limits; remaining within the boundaries of Roma FIR, but, partially, within the responsibility area of Brindisi FIC/ACC (in this regard, it can be useful to see also my post Aree di responsabilità delle FIC-ACC italiane).

 La zona 2 della CTR di Napoli
La zona 2 fino al 23 maggio 2018

 

La zona 2 dal 24 maggio 2018

 

Approfitto di questo spunto per proporre una rappresentazione grafica dell’intera Control Zone.

I would like to take advantage of this opportunity to present a graphical representation of the entire Control Zone.

Napoli CTR Zona 1

Protegge il traffico dell’aeroporto di Napoli Capodichino, dalla superficie fino a 3500ft AMSL.

It protects the traffic of Napoli Capodichino airport, from the surface up to 3500ft AMSL.

 La zona 2 della CTR di Napoli

Napoli CTR Zona 4

Piccola porzione di spazio aereo “appesa” ai margini nord-orientali della zona 1.

I suoi limiti verticali vanno da 2500ft AMSL a 3500ft AMSL.

Nell’immagine che segue, sono visibili anche i principali punti di riporto VFR relativi all’aeroporto di Napoli.

A small part of airspace ‘hanging’ at the north-eastern edges of zone 1.

Its vertical limits range from 2500ft AMSL to 3500ft AMSL.

The following image also shows the main VFR reporting points for Napoli airport.

 La zona 2 della CTR di Napoli

Ed ecco invece la regolamentazione locale per arrivi e partenze VFR:

Arrivi

Punti di ingresso:

And here’s the local regulation for VFR arrivals and departures:

Arrivals

Entry points:

CAPUA (RMN2) 41°06’36”N 014°12’52”E

WEST LAGO PATRIA (RNW1) 40°56’00”N 014°02’00”E

TORRE ANNUNZIATA (RNSE2) 40°45’26”N 014°27’10”E

Traffico diretto all’aeroporto di Napoli Capodichino:

a) proveniente da Nord: CAPUA (RMN2) – CASERTA (RNN3) – AVERSA (RNN4) a 1000 ft AGL;

b) proveniente da Ovest: CASAPESENNA (RNNW1) – AVERSA (RNN4) a 1000 ft AGL;

c) proveniente da Sud: TORRE ANNUNZIATA (RNSE2) – TORRE DEL GRECO (RNSE3) a 1000 ft AGL

Traffic direct to Napoli Capodichino airport:

a) Coming from North: CAPUA (RMN2) – CASERTA (RNN3) – AVERSA (RNN4) at 1000 ft AGL;

b) Coming from West: CASAPESENNA (RNNW1) – AVERSA (RNN4) at 1000 ft AGL;

c) Coming from South: TORRE ANNUNZIATA (RNSE2) – TORRE DEL GRECO (RNSE3) at 1000 ft AGL

Partenze

I decolli per RWY 24 non dovranno iniziare la virata a destra prima di aver raggiunto i 1000 ft AGL.

Departures

After take-off from RWY 24, pilots should not start right turn until they have reached 1000 ft AGL.

 


Le norme che seguono devono essere osservate dai voli VFR in caso di inefficienza del transponder:

The following regulations must be observed by VFR flights in the event of a transponder failure:

Napoli CTR Zona 2

La più vasta della CTR ed oggetto delle presenti variazioni. I suoi limiti verticali vanno da 3500ft AMSL a FL 165.

The largest of the CTR and subject of the above mentioned variations . Its vertical limits range from 3500ft AMSL to FL 165.

 La zona 2 della CTR di Napoli

Napoli CTR Zona 3

Appendice della Control Zone di Napoli costruita sulla zona 1 della CTR di Grazzanise, della quale condivide quai completamente i limiti laterali (ad eccezione, curiosamente, di un solo vertice, che riporta una lievissima differenza nelle coordinate).

Limiti verticali: FL 95 (o il livello di trasizione, se più alto) fino a FL 165.

Extension of the Naples Control Zone built on zone 1 of the Grazzanise CTR, of which it completely shares the lateral limits (except, curiously, for a single vertex, which shows a very slight difference in coordinates).

Vertical limits: FL 95 (or transition level, if higher) up to FL 165.

 La zona 2 della CTR di Napoli

Il Controllo di Avvicinamento di Napoli fornisce il suo servizio H24, sulla frequenza 124.350 MHz (call sign: Napoli Approach/Napoli Radar).

Le procedure strumentali dell’aeroporto di Salerno Pontecagnano (sede di AFIS) si svolgono parzialmente all’interno della CTR di Napoli.

Napoli Approach Control provides its service H24, on frequency 124.350 MHz (call sign: Napoli Approach/Napoli Radar).

Instrumental procedures at Salerno Pontecagnano airport take place partially within the Napoli CTR.

 

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *