Control Zone di Bologna

Gli aeroporti di Bologna, Rimini Miramare, Forlì e Cervia sono compresi nello spazio aereo della Control Zone di Bologna.

La CTR è formata da ben nove zone, un record italiano assoluto, difficilmente battibile.

Eccole:

Zona 1

E’ posta a protezione del traffico aereo dell’aeroporto di Bologna, con limiti verticali che vanno dalla superficie a 2000ft AMSL.

Zona 2

I suoi limiti verticali vanno dalla superficie a 1500 ft AMSL. E’ la zona posta a protezione del traffico aereo degli aeroporti di Forlì, Rimini Miramare e dell’aeroporto militare di Cervia.

E’ però forse utile ricordare che i limite verticale superiore dell’ATZ di Rimini è 3000ft AMSL e che quello di Cervia è 2500ft AGL.

Control Zone di Bologna

Zona 3

Sovrasta la zona 1 della CTR. I suoi limiti verticali vanno da 2000ft AMSL a FL 125.

Zona 8

Sovrasta la zona 2 della CTR. I suoi limiti verticali vanno da 1500ft AMSL a FL 125.

Control Zone di Bologna

Zona 4

E’ situata a Nord della zona 3, con limiti verticali che vanno da 3000ft AMSL a FL 125.

Zona 7

Un triangolo di spazio aereo posto a Nord Ovest della zona 8. Limiti verticali: da 4500ft AMSL fino al livello di volo 125.

Control Zone di Bologna

Zona 5

Si protende lungo il settore sud occidentale della CTR.

I suoi limiti verticali vanno da 4500ft AMSL a FL125.

Zona 6

E’ la zona più “elevata”. Va dal livello di volo 125 al livello di volo 165, sovrastando parzialmente la zona 3 e la zona 5.

Zona 9

Una sottile striscia di spazio aereo che si incunea fra la zona 5 e la zona 8, lungo il settore meridionale della CTR. Limiti verticali: 2500ft AMSL / FL 125.

Control Zone di Bologna

::::::::

Ritengo sia utile una vista in pianta della configurazione della CTR e della sovrapposizione delle varie zone.

Bologna APP

Il servizio di controllo del traffico aereo è fornito dal Controllo di Avvicinamento di Bologna.

Nella immagine che segue, la linea celeste rappresenta il riferimento geografico ad ovest del quale la frequenza APP principale è la 133.775 e la frequenza 118.150 MHz deve essere considerata a discrezione ATC.

Ad Est di tale linea, invece, è in uso la frequenza APP 118.150 MHz e la frequenza 133.775 deve essere considerata usabile a discrezione ATC.

La frequenza 120.100 MHz, invece è utilizzabile, a discrezione ATC, ad Ovest della citata linea.

Per tutte le frequenze, le chiamate radio sono: Bologna Approach e Bologna Radar.

Control Zone di Bologna

Controllo della velocità

Gli aeromobili in arrivo all’aeroporto di Bologna, se non diversamente istruiti dall’Ente ATC,

dovranno ridurre la velocità a:

a) 250 kt IAS a FL 100 o al di sotto;

b) 200 kt IAS

– iniziando la virata per intercettare il LOC, o

– iniziando la virata per intercettare l’appropriata RDL in caso di avvicinamento finale VOR-DME, o

– ad una distanza di 12 NM dalla soglia pista in caso di avvicinamento diretto;

c) 180 kt IAS

al completamento della virata per l’intercettazione, o ad una distanza di 9 NM dalla soglia pista in caso di avvicinamento diretto;

d) 160 kt IAS

ad una distanza di 5 NM dalla soglia pista.

 

Zone sottoposte a restrizione e ad utilizzo speciale

Suggerisco adesso un’analisi più accurata sulle zone sottoposte a restrizione o ad utilizzo speciale che interessano la CTR di Bologna.

 

Settore Nord Ovest

In quest’area sono da segnalare le zone aviolancistiche di FERRARA AD e MOLINELLA, nonché il corridoio per il Volo da diporto sportivo Reno Air Club Corridor.

Zona aviolancistica FERRARA AD

Attiva dall’alba al tramonto, soggetta a preventivo coordinamento con Padova ACC o Bologna APP.

A causa dell’interferenza con la zona 4 della CTR, l’attività svolta al di sopra dei 3000ft richiede l’autorizzazione di Bologna APP o Padova ACC.

 

Zona aviolancistica MOLINELLA

Risulta attiva H24, un “unicum” per una zona aviolancistica non militare, che presuppone un utilizzo esteso alle ore notturne. A meno che non si tratti di un refuso.

Interferisce con la zona 3 della CTR già a partire dai 2000ft AMSL, tuttavia è richiesta specifica autorizzazione da Padova ACC (in coordinamento con Bologna APP) solo per attività che si svolgono da FL100 fino a FL140.

 

Corridoio VDS RENO AIR CLUB CORRIDOR

Situato a Nord dell’aeroporto di Bologna, consente l’attività di volo da diporto sportivo all’interno della zona 1 della CTR, dalla superficie fino a 500ft AGL.

Attivo dall’alba al tramonto e soggetto a preventivo coordinamento con Padova ACC/FIC e Bologna APP.

Nella prossima immagine, sono visibili anche i punti di riporto VFR riferiti al traffico dell’aeroporto di Bologna.

Come di consueto, in rosso si evidenziano quelli dove possono essere richieste attese, in blue quelli utilizzati per il VFR notturno e in viola quelli ordinari.

Control Zone di Bologna

 

Zone vietate

Anche se situate al di fuori degli spazi aerei controllati evidenzio le seguenti zone vietate:

LI P52 Ferrara – SFC / 2000ft AGL

LI P267 Poggio Renatico – SFC / 2500ft AGL (traffico civile interdetto)

LI P161 Ferrara – SFC / 1500ft AGL (compresa nella LI P52. Una proibizione al quadrato, diciamo)

LI P268 Capofiume – SFC / 1500ft AGL (traffico civile interdetto)

LI P184 Modena – SFC / 1500ft AGL

Ed ecco invece quelle comprese nello spazio aereo controllato della zona 1:

LI P185 Castelfranco Emilia – SFC / 1500ft AGL

LI P144 Bologna – SFC / 1500ft AGL (traffico civile interdetto ad eccezione di quello IFR che interessa Bologna)

LI P145 Bologna Rocco D’Amato – SFC / 1500ft AGL (traffico civile interdetto ad eccezione di quello IFR che interessa Bologna)

 

Settore Sud Est

Nell’area circostante la zona 2 della CTR (che comprende le ATZ di Forlì, Rimini e Cervia) sono da segnalare le zone aviolancistiche di RAVENNA e FANO AD.

Zona aviolancistica RAVENNA

E’ attiva dall’alba al tramonto.

A causa dell’interferenza con la zona 8 della CTR, l’attività richiede specifica autorizzazione di Bologna APP.

Inoltre, l’attività non è compatibile con quella svolta nella zona di volo acrobatico RAVENNA AD, di cui parlerò più avanti.

 

Zona aviolancistica FANO AD

Attiva da trenta minuti prima dell’alba a 30 minuti dopo il tramonto.

Interferisce con la zona 8 della CTR.

L’ente ATS responsabile è Bologna APP.

Control Zone di Bologna

Può essere utile ricordare che, all’interno della zona aviolancistica FANO AD è presente anche una zona di volo acrobatico, denominata FANO, anch’essa interferente con la zona 8 della CTR.

 

Nella prossima immagine, sono visibili anche i punti di riporto VFR riferiti al traffico degli aeroporti di Forlì e Rimini.

In rosso sono evidenziati quelli dove possono essere richieste attese e in viola quelli ordinari.

Control Zone di Bologna

Zone vietate

Di seguito, le zone situate al di fuori degli spazi aerei controllati:

LI P15 Ravenna – SFC / 1500ft AGL

Ed ecco invece quelle comprese nello spazio aereo controllato della zona 8:

LI P89 Ravenna – SFC / FL80

E quelle comprese nello spazio aereo della zona 2 della CTR:

LI P164 Forlì – SFC / 1500ft AGL (traffico civile interdetto ad eccezione di quello IFR che interessa Forlì)

LI P109 Torriana – SFC / 1500ft AGL

LI P258 Rimini – SFC / 1500ft AGL (traffico civile interdetto ad eccezione di quello IFR che interessa Rimini)

LI P201 Pesaro – SFC / 500ft AGL

 

Volgendo uno sguardo ancor più ravvicinato a questo settore, possiamo individuare le zone di volo acrobatico LUGO DI ROMAGNA e RAVENNA AD, nonché le zone e i corridoi VDS che interessano la zona 2 della CTR.

Zona di volo acrobatico RAVENNA AD

Attiva dal Lunedì al Venerdì da trenta minuti dopo l’alba a 30 minuti dopo il tramonto.

Il Sabato e nei giorni festivi da trenta minuti prima dell’alba a 30 minuti dopo il tramonto.

Il suo spazio aereo interferisce con la zona 8 della CTR.

Pertanto, l’attività è soggetta ad autorizzazione di Bologna APP, con il quale è necessario mantenere un continuo contatto radio.

Inoltre, l’attività non è compatibile con quella svolta nella zona aviolancistica RAVENNA.

 

Zona di volo acrobatico LUGO DI ROMAGNA

Attiva dal Martedì alla Domenica e nei giorni festivi, dalle 0800 alle 1230 e dalle 1330 al tramonto (ora locale).

Il suo spazio aereo interferisce con la zona 8 della CTR.

Pertanto, l’attività è soggetta ad autorizzazione di Bologna APP, con il quale è necessario mantenere un continuo contatto radio.

Inoltre, la zona non è usabile nei seguenti casi:

– quando sono in corso procedure strumentali sugli aeroporti di Cervia e/o Forlì;

– quando incompatibile con l’attività di volo militare nella CTR di Bologna.

L’attività acrobatica potrà essere sospesa da Bologna APP in qualunque momento le condizioni di traffico lo richiedano.

 

Zona e corridoio VDS VILLAFRANCA DI FORLI’

Situati a Nord dell’aeroporto di Forlì.

Attivi ogni giorno, dall’alba al tramonto e soggetti a coordinamento con Bologna APP.

Il Sabato e nei giorni festivi il loro limite verticale superiore è innalzato a 1000ft AGL.

 

Zona e corridoio VDS SETTECROCIARI

Situati a Sud Est dell’ aeroporto di Forlì.

Attivi ogni giorno, dall’alba al tramonto e soggetti a coordinamento con Bologna APP e Forlì TWR.

 

Zona e corridoio VDS SANTARCANGELO

Situati a Ovest dell’ aeroporto di Rimini.

Attivi ogni giorno, dall’alba al tramonto e soggetti a coordinamento con Bologna APP.

Control Zone di Bologna

 

Tagged , , , ,

Join the Conversation

Will not be published.