Control Zone di Verona

Non sempre lo spunto per i miei post viene suggerito da una variante alle informazioni aeronautiche; nel caso della Control Zone di Verona voglio solo proporre un’analisi aggiornata di questo spazio aereo, che presenta alcune caratteristiche interessanti.

Nel complesso, essa è formata da quattro zone, tutte classificate “D”.

ZONA 1

Comprende le quattro ATZ degli aeroporti di Verona Villafranca, Brescia Montichiari, Verona Boscomantico e di Ghedi.

Limiti verticali: SFC / 2500ft AMSL

ATZ di Verona Villafranca

Spazio aereo controllato e classificato “D”. Al suo interno opera Villafranca Torre, sulla frequenza 118.650 MHz e in orario H24.

Limiti verticali: SFC / 2500ft AMSL

ATZ di Verona Boscomantico

Spazio aereo non controllato e classificato “G”. Al suo interno è possibile utilizzare la frequenza 125.255 MHz per lo scambio di informazioni tra piloti in arrivo, in partenza ed in sorvolo.

Una specifica nota in AIP segnala questa ATZ come inserita nella FIR di Milano.

In realtà essa sembra abbastanza chiaramente collocata all’interno della zona 1 della CTR di Verona.

Informazioni generali:

Il traffico VFR da/per l’aeroporto di Verona/Boscomantico, se non diversamente istruito, stabilirà il contatto radio:

1) con Villafranca TWR, prima di interessare l’ATZ di LIPX (partenze verso sud); o

2) con Verona APP, prima di interessare Verona CTR; o

3) sulla frequenza 125.255MHz per lo scambio di informazioni di traffico.

Limiti verticali: SFC / 2000ft AGL

ATZ di Brescia Montichiari

Spazio aereo controllato e classificato “D”. Al suo interno opera Montichiari Torre, sulle frequenze 119.400 e 122.100 MHz, in orario H24.

Informazioni generali:

1) L’attività VFR di Brescia Montichiari nell’ambito della Zona 1 della CTR di Verona dovrà essere coordinata con l’Ente del Traffico Aereo di giurisdizione.

2) Allo scopo di ricevere informazioni su eventuale traffico IFR operante all’interno dell’ATZ di Montichiari, è istituito il punto di attesa VFR sulla località DESENZANO (POE1).

3) I voli VFR in arrivo dovranno stabilire contatto radio con Montichiari TWR non oltre il punto di attesa istituito, su istruzione di Verona APP.

Limiti verticali: SFC / 1500ft AMSL

ATZ di Ghedi

Spazio aereo controllato e classificato “D”, posto a protezione dell’aeroporto militare di Ghedi.

Al suo interno opera Ghedi Torre, sulla frequenza 122.100 MHz, nel seguente orario:

Dal Lunedì al Giovedì 0630/z-1900/z (0530/z-1800/z) Venerdì 0630/z-1400/z (0530/z-1300/z)

Il 16 Agosto e nei giorni festivi il servizio non è disponibile.

Al di fuori degli orari di Ghedi TWR, è richiesto un coordinamento con Verona APP per attraversare Ghedi ATZ.

Limiti verticali: SFC / 3000ft AMSL

Control Zone di Verona

Nella prossima immagine, una vista sul complesso dei punti di riporto VFR in uso nella CTR.

Sui punti OSPITALETTO, DESENZANO e ISOLA DELLA SCALA gli enti ATC potrebbero richiedere delle attese prima di interessare i circuiti aeroportuali.

Control Zone di Verona

ZONA 2

Situata a Sud ed Ovest della Zona 1.

Limiti verticali: 1500ft AMSL / FL 195

Per una migliore comprensione della sua collocazione spaziale, propongo un punto di vista alternativo, da Ovest.

Control Zone di Verona

ZONA 3

Sovrasta completamente la zona 1, ma i suoi limiti laterali sono anche più estesi.

Limiti verticali: 2500ft AMSL / FL 195

ZONA 4

E’ la zona con il limite verticale inferiore più elevato (3000ft AMSL).

Rappresenta il prolungamento meridionale dell’intera CTR.

Limiti verticali: 3000ft AMSL / FL 195

Control Zone di Verona

Veniamo ora ad una disamina delle zone di varia tipologia che interessano la CTR.

Zone Vietate

Nella zona 1 sono segnalabili le seguenti aree:

LI P146 Brescia Monbello

Al suo interno è proibito il traffico aereo, ad eccezione di quello impegnato nelle procedure strumentali degli aeroporti di Brescia Montichiari e Ghedi.

Limiti verticali: SFC / 1500ft AGL

LI P260 Brescia Verziano

Al suo interno è proibito il traffico aereo, ad eccezione di quello impegnato nelle procedure strumentali degli aeroporti di Brescia Montichiari e Ghedi.

Limiti verticali: SFC / 1500ft AGL

LI P104 Villabona di Goito

Non sono state espresse deroghe. Pertanto il traffico aereo deve intendersi proibito senza eccezioni.

Limiti verticali: SFC / 1500ft AGL

LI P236 Verona

Non sono state espresse deroghe. Pertanto il traffico aereo deve intendersi proibito senza eccezioni.

Limiti verticali: SFC / 1000ft AGL

Zone di lavoro aereo e per attività VDS

Nella zona 1 sono segnalabili le seguenti aree e corridoi:

GARDA EAGLES CORRIDOR (Corridoio VDS)

Situato a Sud del Lago di Garda, a metà strada fra gli aeroporti di Brescia e Verona, è attivo ogni giorno dall’alba al tramonto e la sua attività è soggetta a coordinamento con Verona APP.

Limiti verticali: SFC / 900ft AMSL

PRADELLE AREA (Zona VDS)

Situata a Nord Ovest dell’ATZ di Ghedi, è attiva ogni giorno dall’alba al tramonto e la sua attività è soggetta a coordinamento con Verona APP.

Limiti verticali: SFC / 1000ft AGL

VISANO AREA e VISANO CORRIDOR (Zona e corridoio VDS)

La zona VDS VISANO è situata all’interno dell’ATZ di Ghedi, e il suo corridoio conduce al di fuori della zona 1 della CTR.

Sono attivi il Sabato e nei giorni festivi dall’alba al tramonto. Il Venerdì, dalle 1500 (ora locale) al tramonto.

L’ attività è soggetta a coordinamento con Ghedi TWR.

Limiti verticali: SFC / 500ft AGL

FENILETTO DI BUTTAPIETRA (Zona di lavoro aereo) e CAMPO VOLO APVR (Zona di lavoro aereo)

Aree ad uso dell’attività aeromodellistica svolta con aeromodelli di massa operativa al decollo minore di 25 kg.

L’attività si svolge dall’alba al tramonto ed è soggetta al coordinamento con Verona APP.

Limiti verticali: SFC / 150t AGL

Control Zone di Verona

Aree aviolancistiche e di volo acrobatico

Abbandoniamo per un po’ la zona 1 della CTR, perché stavolta entrano in ballo la zona 3 e la zona 4.

Zona Aviolancistica REGGIO EMILIA AD

Situata al di sopra dell’aeroporto di Reggio Emilia, interferisce parzialmente con la zona 4 della CTR di Verona.

L’attività si svolge ogni giorno, da mezz’ora prima dell’alba a mezz’ora dopo il tramonto ed è soggetta all’autorizzazione ATC di Bologna APP e Milano ACC/FIC.

Ancor più marginale l’interferenza della zona 4 con l’area di volo acrobatico Aeroclub Reggio Emilia (non rappresentato nella prossima immagine), contenuta all’interno della zona aviolancistica REGGIO EMILIA AD, i cui limiti verticali vanno da 2000ft AMSL a 4000ft AMSL.

Limiti verticali: SFC / FL150

Zona Aviolancistica CARPI

Situata al di sopra dell’aeroporto di Carpi Budrione e quasi totalmente contenuta all’interno della zona 4 della CTR di Verona (nonché della zona regolamentata LI R103, di cui parlerò più avanti).

L’attività si svolge il Sabato e nei giorni festivi, dall’alba al tramonto ed è soggetta all’autorizzazione di Verona APP.

Limiti verticali: SFC / FL140

Zona di volo acrobatico LEGNAGO AD

E’ situata al di sopra dell’aeroporto di Legnago. I suoi limiti laterali sono stati aggiornati con il NOTAM A8036/19, emesso l’8 Novembre 2019. Le immagini che appaiono nel post sono aggiornate.

L’attività si svolge ogni giorno dall’alba al tramonto ed è soggetta all’autorizzazione di Verona APP.

Informazioni sulla reale occupazione dell’area sono disponibili presso Padova FIC e Verona APP.

Limiti verticali: 2000ft AMSL / 3500ft AMSL

Zona Aviolancistica BOSCOMANTICO AD

Situata al di sopra dell’aeroporto di Verona Boscomantico, occupa la quasi totalità dell’ATZ ed interferisce con la zona 1 e con la zona 3 della CTR.

L’attività si svolge il Venerdì, il Sabato e nei giorni festivi, dall’alba al tramonto ed è soggetta all’autorizzazione di Verona APP.

Limiti verticali: SFC / FL145

Zone regolamentate

Non passa certo inosservata la presenza delle zone regolamentate LI R65 Lola e LI R103 Suzzara.

Nonostante abbiano un limite verticale inferiore piuttosto elevato hanno una discreta influenza sull’utilizzo della CTR.

LI R65 Lola

E’ la più vasta e copre la quasi totalità dei limiti laterali delle zone 1, 2 e 3 della CTR.

Tuttavia e opportuno specificare che i suoi limiti verticali, che vanno da FL155 a FL240, alleggeriscono di molto la sua interferenza con lo spazio aereo in esame.

Vi si svolge intensa attività aerea militare, in orario H24. Le procedure per il suo attraversamento sono specificate in AIP ENR 5.1

Ente ATS responsabile: Padova SCCAM.

LI R103 Suzzara

Situata quasi del tutto all’interno della zona 4 della CTR.

Mi ha un po’ sorpreso l’interferenza con la zona aviolancistica di CARPI (di cui ho parlato poco sopra) dato che questa caratteristica non viene citata nelle note interne delle zone stesse.

Vi si svolge intensa attività aerea militare, con il seguente orario:

Lunedì-Venerdì 0600/z-2300/z (0500/z-2200/z) ad eccezione dei giorni festivi.

Le procedure per il suo attraversamento sono specificate in AIP ENR 5.1

Ente ATS responsabile: Padova SCCAM.

Limiti verticali: 6000ft AMSL / FL 195

Control Zone di Verona

Termino con una vista in pianta su molte delle zone esaminate.

_____

Tagged , , , , , ,

Join the Conversation

Will not be published.