La Control Zone di Treviso

A distanza di tre anni, il mio vecchio post riguardante la Control Zone di Treviso ha bisogno di un po’ di manutenzione.

Si tratta di uno spazio aereo piuttosto interessante, perché, caso abbastanza raro a livello nazionale, una parte di esso si disattiva in alcuni periodi, indipendentemente dalla presenza del Servizio di Controllo di Avvicinamento.

E’ formato da quattro zone, tutte classificate “D”.

ZONA 1

Comprende le ATZ di Istrana e di Treviso S. Angelo.

Nell’ATZ di Istrana, aeroporto militare, l’ente ATS responsabile è Istrana Torre, che opera sulle frequenze 122.100 e 124.350 MHz nei seguenti orari: Lunedì-Venerdì 0700/z-1900/z (0600/z-1800/z) Sabato e Domenica 0700/z-1700/z (0600/z-1600/z).

Nell’ ATZ di Treviso S. Angelo l’ente ATS responsabile è Treviso Torre, che opera sulle frequenze 118.700 e 122.100 MHz, in orario 0600/z-2200/z (0500/z-2100/z).

La Control Zone di Treviso

ZONA 2

Ed eccoci alla zona che presenta la peculiarità di cui accennavo poco sopra.

Essa copre la parte orientale della CTR e, a differenza delle altre zone, attive H24, si disattiva il Venerdì a partire dalle 1200/z (1100/z) fino alle 2359/z, nonché per tutta la giornata del Sabato e dei festivi.

Di conseguenza, nei periodi indicati, lo spazio aereo viene declassato a “G”.

La Control Zone di Treviso

ZONA 3

Sovrasta i limiti laterali della zona 2 e di una parte di quelli della zona 1.

Dal suo spazio aereo (che raggiunge FL195) devono essere considerate escluse le rotte ATS (che rimangono sotto il controllo di Padova ACC)

Vanno poi considerate le zone regolamentate LI R49/C e LI R49/D (intensa attività aerea militare), che si sovrappongono al suo spazio aereo a partire da FL 130.

Al loro interno, l’ente ATS responsabile è Padova SCCAM e valgono le procedure di attraversamento di cui all’AIP ENR 5.1

ZONA 4

Copre la parte occidentale della CTR, sovrastando i limiti laterali di una parte della zona 1.

Dal suo spazio aereo (che raggiunge FL 85) devono essere considerate escluse le rotte ATS (che rimangono sotto il controllo di Padova ACC)

La Control Zone di Treviso

La Control Zone di Treviso

Per quel che riguarda le aree sottoposte a restrizione che influenzano il settore, segnalo:

La zona aviolancistica militare CASERMA EDERLE, attiva il Sabato e nei giorni festivi, dall’alba al tramonto. Interferisce con la zona 4 della CTR ed è sottoposta all’autorizzazione di Treviso APP e Padova FIC.

La zona vietata LI P66 Treviso, situata ai confini dell’ATZ di Treviso. Al suo interno è proibito il traffico aereo, ad eccezione di quello impegnato nelle procedure strumentali degli aeroporti di Treviso S. Angelo e di Treviso istrana.

La zona aviolancistica SKY DIVE VENICE SETTE SORELLE, attiva ogni giorno dall’alba al tramonto. Interferisce con le zone 1 e 3 della CTR ed è sottoposta all’autorizzazione di Treviso APP.

Piccola curiosità: per le attività della zona è attiva una frequenza su Biga mobile, chiamata radio “Sky Dive Venice Biga”, 120.950 MHz.

Cito anche la zona di volo acrobatico “CAORLE” a causa di una lievissima interferenza con la zona 3 della CTR di Treviso. Ed in effetti l’attività dell’area, che si svolge ogni giorno dall’alba al tramonto, deve essere autorizzata e coordinata con Treviso APP.

L’attività, inoltre, è incompatibile con quella dei VDS.

E a proposito delle attività VDS, nella CTR di Treviso sono attive un buon numero di zone ad essi dedicate.

Ho scritto un post specifico qualche tempo fa: Zone VDS nelle CTR di Aviano e Treviso

_____

Nella prossima immagine sono visibili i punti di riporto VFR che interessano la CTR.

Alcuni di essi (CASTELFRANCO VENETO, SAN BIAGIO DI CALLALTA e SAN DONA’ DI PIAVE), sono utilizzati come Visual Holding Gate.

Ecco invece una vista in pianta degli spazi aerei esaminati:

La Control Zone di Treviso

 

Ricordo inoltre che il Servizio di Controllo di Avvicinamento all’interno della CTR è fornito dall’Aeronautica Militare, sulle frequenze:

120.405 MHz (Treviso Approach) – 121.155 MHz (Treviso Approach/Radar)

(informazione aggiornata al NOTAM A3819/19, successivamente incorporato in AIP con la variante AIRAC A9/19)

______

 

 

Tagged , , ,

Join the Conversation

Will not be published.