Zone sottoposte a restrizione nel Sud Italia

L’istituzione di nuove zone temporaneamente segregate e temporaneamente riservate mi ha convinto a descrivere con maggiore attenzione le zone sottoposte a restrizione nel Sud Italia.

In effetti, un enorme settore della parte meridionale della nostra penisola, che va dalla Calabria alla Puglia, è interessato da zone regolamentate, temporaneamente riservate e temporaneamente segregate, per consentire l’attività aerea militare.

La variante AIRAC A1/19, in vigore dal 28 Febbraio 2019, ne ha introdotte altre tre: la TRA 445 “Grottaglie 1”, la TSA 455/A “Grottaglie 2” e la TSA 455/B “Grottaglie 2 High”, la cui modalità di attivazione necessita del dovuto approfondimento.

Per farlo, diamo un’occhiata all’attuale configurazione dell’intero settore:

Zone sottoposte a restrizione del Sud Italia

Può essere utile immaginare delle “colonne” di spazio aereo, composte da strati verticali successivi rappresentati dalle diverse tipologie di area.

Prendiamo, a titolo di esempio, quella in cui la prima tipologia che incontriamo, a partire dal basso, è la zona regolamentata LI R401/A “Palinuro”:

LI R401/A “Palinuro” – 1500ft AGL / FL145 – HR: H24

LI R401/B “Palinuro” – FL145 / FL245 – HR: Lunedì-Venerdì 0500/z-2200/z (0400/z-2100/z) Sabato 0500/z-1300/z (0400/z-1200/z) Festivi esclusi.

LI TRA 411 “Palinuro Bis” – FL245 / FL305 – HR: Lunedì-Venerdì 0500/z-2200/z (0400/z-2100/z) Sabato 0500/z-1300/z (0400/z-1200/z) Festivi esclusi.

LI TSA 420/A “Kroton” / LI TSA 421/A “Metaponto” (l’area raffigurata nell’immagine è interessata da entrambe le zone)

FL305 / FL405 – HR: Lunedì-Venerdì 0500/z-2200/z (0400/z-2100/z) Festivi esclusi. Attività aerea supersonica militare permessa da FL360 fino a FL405.

LI TSA 420/B “Kroton” / LI TSA 421/B “Metaponto” (l’area raffigurata nell’immagine è interessata da entrambe le zone)

FL405 / FL600 – HR: Lunedì-Venerdì 0500/z-2200/z (0400/z-2100/z) Festivi esclusi. – Attività aerea supersonica militare.

 

Riassumendo:

– per le zone regolamentate e temporaneamente riservate valgono le procedure di attraversamento descritte in AIP ENR 5.1

Zone sottoposte a restrizione del Sud Italia

– l’ente ATS responsabile è Brindisi SCCAM. (nella zone regolamentate LI R406/A e LI R406/B in coordinamento con Lecce APP).

– le zone regolamentate LI R404/A e LI R404/B, tutte le zone temporaneamente riservate e tutte le zone temporaneamente segregate sono “AMC manageable”.

– dallo spazio aereo della zona regolamentata LI R405/A deve essere escluso quello delle aree LI R316, LI R317, del poligono di tiro a
fuoco T842 (quando attive) nonché della CTR di Grottaglie.

– le zone temporaneamente segregate, quando attive, comportano l’interdizione del traffico aereo non coinvolto nelle operazioni.

A proposito di quest’ultimo punto, ricordo che è stata pubblicata anche una tabella che riporta le possibili contemporanee attivazioni delle zone temporaneamente segregate:

Zone sottoposte a restrizione del Sud Italia

Gli orari di attività delle zone del settore in esame ricalcano quelli riportati nel sopra citato esempio, ad eccezione dei seguenti casi:

Zone regolamentate LI R405/A, LI R405/B, LI R405/C e LI R405/D: tutte H24;

Zone temporaneamente segregate LI TSA 423/A e LI TSA 423/B “Achille”: attivabili esclusivamente con uno specifico supplemento AIP.

 

Passiamo ora ad una porzione di spazio aereo non rappresentato nell’immagine iniziale.

Zone sottoposte a restrizione del Sud Italia

Gli strati verticali sovrapposti sono formati, in questo caso, dall’area pericolosa LI D409/A e LI D409/B “Ionio Sud”, entrambe attivabili con preavviso a mezzo NOTAM; dalla zona temporaneamente riservata LI TRA 419 “Ionio Sud Bis”, attiva dal Lunedì al Venerdì 0500/z-2200/z (0400/z-2100/z) Sabato 0500/z-1300/z (0400/z-1200/z) Festivi esclusi; dalle zone temporaneamente segregate LI TSA 423/A e LI TSA 423/B, entrambe attivabili solo tramite la pubblicazione di uno specifico Supplemento AIP.

Si noterà che, in questa porzione, la TRA 419 è la sola area attivabile senza un preavviso del sistema delle informazioni aeronautiche.

 

Prima di presentare le nuove zone istituite con la variante AIRAC A1/19, ritengo utile dare uno sguardo ad una rappresentazione grafica simile a quella iniziale, ma, in questo caso, a partire dalle zone temporaneamente riservate attualmente in vigore:

Zone sottoposte a restrizione del Sud Italia

Richiamo l’attenzione sulla zona LI TRA 415 “Taranto Bis”, i cui limiti laterali sono la sommatoria di quelli formati dal complesso delle zone regolamentate LI R405A/C e LI R405B/D.

Il NOTAM A0927/19 (successivamente incorporato in AIP con la variante AIRAC A4/19, esclude le esercitazioni di tiro a fuoco dalle attività previste in quest’area.

 

Ed eccoci finalmente alla nuova zona temporaneamente riservata LI TRA445 “Grottaglie 1”, i cui limiti laterali ricalcano quelli delle zone regolamentate LI R405B/D.

E’ qui infatti che si svolgeranno le esercitazioni di tiri a fuoco, (che caratterizzano anche quelle aree).

Quando questo accadrà, la TRA 445 sarà attivata e la TRA 415 non sarà utilizzabile.

Zone sottoposte a restrizione del Sud Italia

Nota:

Non posso fare a meno di osservare che, anche in questo caso, una nota in AIP prefigura la proibizione del traffico aereo durante i periodi di attività. Modalità, questa, che richiederebbe l’istituzione di una zona temporaneamente segregata e non di una riservata.

 

Sia quel che sia, l’attivazione della TRA 445 si associa con quella delle nuove zone temporaneamente segregate LI TSA 455/A “Grottaglie 2” e LI TSA 455/B “Grottaglie 2 High”, riconfigurando la “colonna” di spazio aereo di riferimento e trasformandolo in un settore dedicato ai tiri a fuoco.

Quando le TSA 455/A e TSA 455/B sono attive, le TSA 421/A e TSA 421/B non sono utilizzabili.

La prossima immagine, dedicata alle sole zone temporaneamente segregate, è forse maggiormente esemplificativa.

Zone sottoposte a restrizione del Sud Italia

_____

Tagged , , , ,

Join the Conversation

Will not be published.