Procedure strumentali di Trieste

Sono in vigore dal 3 Gennaio 2019 le nuove procedure strumentali di Trieste.

Vado a descrivere i contenuti del provvedimento, inclusi nella variante AIRAC A12/18.

STAR

Le innovazioni sono incentrate sull’introduzione del waypoint LEIRA, IAF di alcune procedure di avvicinamento, e sulla cancellazione dei percorsi diretti ai punto IPINO e OSLOP.

La STAR TIBRO 2A, che collegava TIBRO ad IPINO è stata cancellata e sostituita dalle STAR TIBRO 1E e TIBRO 1D, che raggiungono LEIRA:

TIBRO 1E

TIBRO – TR 189° (QDR 009° RON L) – LUPIN – TR 163° (RDL 343 RCH VOR) – RCH VOR – TR 267° – LEIRA

TIBRO 1D

TIBRO – TR 189° (QDR 009° RON L) – LUPIN – RON L – TR 267° – LEIRA

La STAR TIBRO 2B, che collegava TIBRO con il locator RON, è stata cancellata e sostituita dalle STAR TIBRO 3B e TIBRO 1C:

TIBRO 3B

TIBRO – TR 189° (QDR 009° RON L) – LUPIN – RON L

TIBRO 1C

TIBRO – TR 189° (QDR 009° RON L) – LUPIN – TR 163° (RDL 343 RCH VOR) – RCH VOR – TR 267° – RON L

La STAR RIFEN 1B, che collegava RIFEN con il locator RON, è stata rinominata RIFEN 2B, pur non avendo subito sostanziali modifiche.

La STAR RIFEN 2A, che collegava RIFEN al punto IPINO è stata cancellata e sostituita dalla STAR RIFEN 1C, che raggiunge il punto LEIRA:

RIFEN 1C

RIFEN – TR 252° – RCH VOR/DME – TR 267° – LEIRA

La STAR RCH 1B, che collega il VOR/DME RCH con il locator RON, è stata rinominata RCH 2B, pur non avendo subito sostanziali modifiche.

La nuova STAR RCH 1C collega il VOR/DME RCH con il punto LEIRA.

RCH 1C

RCH VOR/DME – TR 267° – LEIRA

Le nuove STAR NIORR 1A e 1B sono usabili a discrezione ATC e collegano il punto NIORR con il locator RON e LEIRA.

NIORR 1A

NIORR – TR 336° – RON L

NIORR 1B

NIORR – TR 336° – RON L – TR 267° – LEIRA

Procedure strumentali di Trieste

Le STAR CHI 3Q e CHI 3S (ATC discretion), che conducevano al locator RON sono state cancellate e sostituite dalle seguenti STAR, anch’esse dirette al locator RON:

CHI 1L (performance di navigazione RNAV1)

CHI – TR 057° – TULIK (+5000ft) – ROSKA – TR 007° – PQ403 – TR 036° – PQ402 – TR 088° – PQ401 (+3000ft) – LEIRA – RON L

CHI 1N (a discrezione ATC, performance di navigazione convenzionale/RNAV1)

CHI – TR 036° – PQ403 (+5000ft) – TR 036° – PQ402 – TR 088° – PQ401 (+3000ft) – LEIRA – RON L

CHI 1M (performance di navigazione convenzionale/RNAV1)

CHI – TR 053° – PQ406 (+5000ft) – TR 030° – PQ404 – TR 010° – RON L (+3000ft)

CHI 4P (performance di navigazione convenzionale)

CHI VOR/DME – TR 057° (RDL 057 CHI VOR) – TULIK – ROSKA – TR 032° (QDR 312° RON L – OSLOP (+5000ft) – RON L (+3000ft)

Le STAR CHI 3P e CHI 3R (ATC discretion), che conducevano al punto IPINO, nonché le STAR CHI 3T e CHI 3V (a discrezione ATC) che conducevano al punto OSLOP, sono state cancellate e sostituite dalle seguenti STAR, dirette al punto LEIRA:

CHI 1E (performance di navigazione RNAV1)

CHI – TR 057° – TULIK (+5000ft) – ROSKA – TR 007° – PQ403 – TR 036° – PQ402 – TR 088° – PQ401 (+3000ft) – LEIRA

CHI 1H (a discrezione ATC, performance di navigazione convenzionale/RNAV1)

CHI – TR 036° – PQ403 (+5000ft) – TR 036° – PQ402 – TR 088° – PQ401 (+3000ft) – LEIRA

Procedure strumentali di Trieste

A supporto delle citate procedure, segnalo i circuiti d’attesa su LEIRA, RON L e RCH VOR/DME, accomunati da una Minimum Holding Altitude di 3000ft e da una MAX holding altitude di 5000ft.

Altra caratteristica comune è il limite di velocità, fissato a 185kt.

Cancellati i circuiti d’attesa su OSLOP e IPINO.

Procedure strumentali di Trieste

Procedure strumentali di avvicinamento

ILS-Z RWY 09

Lo IAF/FAP è ora localizzato sul punto LEIRA, dove è attestato un circuito d’attesa compreso fra lo stesso punto LEIRA ed il waypoint PQ401 (D11.4 RCH DME).

Procedure strumentali di Trieste

Mancato avvicinamento con MAPt (GP INOP only) sul Middle Marker, quindi, a 650ft, virata a destra per raggiungere il circuito d’attesa sul punto NIORR.

ecco una vista in profilo

e uno sguardo alle minime, per le quali si segnala la variazione di quelle per il circling

procedure strumentali di Trieste

ILS-Y RWY 09 (ATC discretion)

Pressoché identiche alla ILS-Z RWY 09 le variazioni apportate a questa procedura, ove si eccettui il mancato avvicinamento, che qui si svolge raggiungendo il circuito d’attesa sul punto LEIRA.

ILS-X RWY 09 (ATC discretion)

Fra le variazioni, si segnala: la cancellazione degli inserimenti dal punto IPINO, la modifica del limite di velocità per il circuito d’attesa sul locator RON e la variazione delle minime circling come da tabella già vista in precedenza per la ILS-Z RWY 09.

VORZ RWY 09

Cancellati, anche qui, gli inserimenti da IPINO.

Il mancato avvicinamento si svolge ora raggiungendo il circuito d’attesa su NIORR.

Variato il limite di velocità nel circuito d’attesa sullo IAF a D5 RCH DME.

Procedure strumentali di Trieste

queste, invece, le nuove minime circling

VORY RWY 09 (ATC discretion)

Niente più inserimenti da IPINO.

Il mancato avvicinamento si svolge raggiungendo il circuito d’attesa fra D5 e D10 RCH DME, all’interno del quale si intende variato il limite di velocità, come già visto per la VOR-Z RWY 09. Minime circling modificate come per la VOR-Z RWY 09.

Procedure strumentali di Trieste

L RWY 09

Sostituisce la procedura LO-Y RWY 09, mentre la LO-Z RWY 09 è stata cancellata.

Nel circuito d’attesa sul locator RON il limite di velocità (1min) passa a IAS MAX 185 kt.

Non ci sono più inserimenti da IPINO.

Le minime circling cambiano come segue:

SID

Analizzando il progetto di modifica di questa variante, emerge che quelle che erano procedure discrezionali nella precedente versione sono ora divenute pianificabili (rivedute e corrette). Viceversa, quelle che in precedenza erano procedure pianificabili, sono divenute utilizzabili solo a discrezione ATC.

Initial Climb e SID RWY 27

La salita iniziale prevede l’intercettazione della radiale 267 RCH VOR fino al punto D7 RCH (identificato anche dal waypoint PQ601), da attraversare a 2400ft o al di sopra, quindi l’inserimento sulla SID assegnata.

Procedure strumentali di Trieste

Note:

1) Gradiente minimo di salita: 425 ft/NM (7%)

2) Durante le virate: IAS MAX 240 kt (bank angle 25°); IAS MAX 185 kt (bank angle 15°).

ROSKA 5F

Questa procedura può essere volata sia con specifiche di navigazione convenzionali, che con quelle RNAV1.

Il percorso prevede una virata a destra per intercettare RDL 298 RCH VOR (TR 118°) verso RCH VOR, per poi lasciare RCH VOR sulla radiale 226 RCH (o 046 CHI VOR). Si procede poi via IPINO ed OSLOP, quindi si vira a sinistra per intercettare QDR 212° RON L, fino a ROSKA.

Ecco invece il percorso descritto per le specifiche di navigazione RNAV1:

TR 268° – PQ601 (+2400ft, flyover waypoint) – RCH (+FL90, flyover waypoint) – TR 226° – IPINO – OSLOP – TR 212° – ROSKA (+FL110).

Si richiama l’attenzione sul valore di MCL su ROSKA, che è stato variato rispetto alla versione precedente.

Note:

1) Gradiente minimo di salita: 365 ft/NM (6.0%) fino ad attraversare FL 90 (ad eccezione dei voli aventi rotte di uscita pianificate via ROSKA – T128, che prevedono di mantenere almeno un gradiente minimo di salita di 333 ft/NM (5.5%) fino ad attraversare FL 210).

2) E’ obbligatorio seguire la radiale 226 RCH VOR con la maggior precisione possibile.

3) Durante le virate: IAS MAX 240 kt (bank angle 25°); IAS MAX 185 kt (bank angle 15°).

CHI 8C

Il percorso prevede una virata a destra per intercettare la radiale 298 RCH VOR (TR 118°) verso RCH VOR. Si lascia RCH VOR sulla RDL 226 RCH (oppure radiale 046 CHI VOR) e si procede quindi via IPINO – OSLOP – CHI VOR.

Si richiama l’attenzione sul valore di MCL su IPINO (FL80), che è stato variato rispetto alla versione precedente.

Note:

1) Gradiente minimo di salita: 365 ft/NM (6.0%) fino ad attraversare FL 90.

2) E’ obbligatorio seguire la radiale 226 RCH VOR con la maggior precisione possibile.

3) Durante le virate: IAS MAX 240 kt (bank angle 25°); IAS MAX 185 kt (bank angle 15°).

Procedure strumentali di Trieste

TIBRO 5F

Questa procedura può essere volata sia con specifiche di navigazione convenzionali, che con quelle RNAV1.

Il percorso prevede una virata a destra per intercettare RDL 298 RCH VOR (TR 118°) verso RCH VOR. Al traverso di RCH VOR, virata a destra diretti a RON L. Lasciare RON L su QDR 009° RON L, verso LUPIN e TIBRO.

Ecco invece il percorso descritto per le specifiche di navigazione RNAV1:

TR 268° – PQ601 (+2400ft, flyover waypoint) – TR 118° – RCH (+FL75, flyover waypoint) – RON – TR 009° – LUPIN (+FL105) – TIBRO (+FL130).

Si richiama l’attenzione sul valore di MCL su LUPIN, che è stato variato rispetto alla versione precedente.

Note:

1) Gradiente minimo di salita: 365 ft/NM (6.0%) fino ad attraversare FL 75.

2) Durante le virate: IAS MAX 240 kt (bank angle 25°); IAS MAX 185 kt (bank angle 15°).

RIFEN 5C

Il percorso prevede una virata a destra per intercettare la radiale 298 RCH VOR (TR 118°) verso RCH VOR e di lasciare RCH VOR sulla radiale 072 RCH, verso RIFEN.

Nota:

Gradiente minimo di salita: 365 ft/NM (6.0%) fino ad attraversare FL 75.

RCH 5C

Il percorso prevede una virata a destra per intercettare e seguire la radiale 298 RCH VOR (TR 118°) verso RCH VOR.

Si richiama l’attenzione sul valore di MCL su RCH VOR, che è stato variato rispetto alla versione precedente.

Nota:

Gradiente minimo di salita: 365 ft/NM (6.0%) fino ad attraversare FL 75.

Initial Climb e SID RWY 09

La salita iniziale prevede una virata a destra attraversando 600ft, per intercettare e seguire la radiale 267 RCH VOR (TR 267°) verso RON L (RDL 267/5NM RCH VOR/DME), quindi, l’inserimento sulla SID assegnata.

Note:

1) I decolli dovranno iniziare le virate in modo da non oltrepassare, verso Est, 4 NM RCH DME.

2) Gradiente minimo di salita: 370 ft/NM (6.1%) per la SID TIBRO 5E, 300ft/NM (4.94%) per le altre SID. Il traffico in partenza pianificato via ROSKA-T128 dovrà mantenere un gradiente minimo di salita di 310ft/NM (5.1%).

3) During turns: IAS MAX 240 KT (bank angle 25°); IAS MAX 185 KT (bank angle 15°).

ROSKA 5E

Questa procedura può essere volata sia con specifiche di navigazione convenzionali, che con quelle RNAV1.

Il percorso prevede una virata a destra per intercettare e seguire RDL 315 RCH VOR (TR 135°) verso RCH VOR, per poi lasciare RCH VOR sulla radiale 226 RCH (o 046 CHI VOR). Si procede poi via IPINO ed OSLOP, quindi si vira a sinistra per intercettare QDR 212° RON L, fino a ROSKA.

Ecco invece il percorso descritto per le specifiche di navigazione RNAV1:

TR 088° – TR 267° – RON (+5000ft, flyover waypoint) – RCH (+FL 90, flyover waypoint) – TR 226° – IPINO – OSLOP – TR 212° – ROSKA (+FL110).

Si richiama l’attenzione sul valore di MCL su ROSKA, che è stato variato rispetto alla versione precedente.

Note:

1) Minimum climb gradient: 300 ft/NM (4.94%) fino a d attraversare FL90, ad eccezione dei voli pianificati via ROSKA-T128, che dovranno mantenere un gradiente minimo di salita di 310ft/NM (5.1%).

2) E’ obbligatorio seguire la radiale 226 RCH VOR con la maggior precisione possibile.

3) Durante le virate: IAS MAX 240 kt (bank angle 25°); IAS MAX 185 kt (bank angle 15°)

CHI 5F

Il percorso prevede una virata a destra per intercettare e seguire la radiale 315 RCH VOR (TR 135°) verso RCH VOR. Si lascia RCH VOR sulla RDL 226 RCH (oppure radiale 046 CHI VOR) e si procede quindi via IPINO – OSLOP – CHI VOR.

Si richiama l’attenzione sul valore di MCL su IPINO (FL80), che è stato variato rispetto alla versione precedente.

Note:

1) Gradiente minimo di salita: 300 ft/NM (4.94%) fino ad attraversare FL 90.

2) E’ obbligatorio seguire la radiale 226 RCH VOR con la maggior precisione possibile.

3) Durante le virate: IAS MAX 240 kt (bank angle 25°); IAS MAX 185 kt (bank angle 15°).

Procedure strumentali di Trieste

TIBRO 5E

Questa procedura può essere volata sia con specifiche di navigazione convenzionali, che con quelle RNAV1.

Il percorso prevede una virata a destra per intercettare e seguire QDR 009° RON L verso LUPIN, quindi TIBRO.

Ecco invece il percorso descritto per le specifiche di navigazione RNAV1:

TR 088° – TR 267° – RON (+5000ft, flyover waypoint) – TR 009° – LUPIN (+FL105) – TIBRO (+FL130).

Si richiama l’attenzione sul valore di MCL su LUPIN, che è stato variato rispetto alla versione precedente.

Note:

1) Gradiente minimo di salita: 370 ft/NM (6.1%) fino ad attraversare FL 105.

2) Durante le virate: IAS MAX 240 kt (bank angle 25°); IAS MAX 185 kt (bank angle 15°).

RIFEN 5E

Il percorso prevede una virata a destra per intercettare la radiale 315 RCH VOR (TR 135°) verso RCH VOR e di lasciare RCH VOR sulla radiale 072 RCH, verso RIFEN.

Nota:

Gradiente minimo di salita: 300 ft/NM (4.94%) fino ad attraversare FL 75.

RCH 5E

Il percorso prevede una virata a destra per intercettare la radiale 315 RCH VOR (TR 135°) verso RCH VOR.

Si richiama l’attenzione sul valore di MCL su RCH VOR, che è stato variato rispetto alla versione precedente.

Nota:

Gradiente minimo di salita: 300 ft/NM (4.94%) fino ad attraversare FL 75.

Initial Climb e SID RWY 09/27 (a discrezione ATC)

Requisiti generali:

1. Gradiente minimo di salita: 300 ft/NM;

2. E’ obbligatorio seguire la radiale 226 RCH VOR con la maggior precisione possibile;

3. I piloti devono adottare un gradiente minimo di salita conforme alle prescrizioni dell’ANNESSO 6 ICAO per un sicuro sorvolo degli ostacoli. Tale gradiente deve essere mantenuto in ogni circostanza prevedibile;

4. In relazione al traffico e alle condizioni meteorologiche, le unità ATC possono autorizzare rotte differenti rispetto a quelle sottoelencate.

La salita iniziale per pista 09 prevede una virata a destra attraversando 600ft, per intercettare e seguire QDR 202° RON L verso IPINO, quindi, l’inserimento sulla SID assegnata.

Note:

1) I decolli da pista 09 dovranno iniziare le virate in modo da non oltrepassare, verso Est, 4 NM RCH DME.

2) During turns: IAS MAX 240 KT (bank angle 25°); IAS MAX 185 KT (bank angle 15°).

La salita iniziale per pista 27 prevede una virata a sinistra per intercettare e seguire QDR 202° RON L verso IPINO, quindi, l’inserimento sulla SID assegnata.

Procedure strumentali di Trieste

Note:

1) I decolli da pista 27 dovranno iniziare la virata a sinistra fopo il decollo appena possibile, ed in ogni caso prima del locator RON;

2) Durante la virata, IAS MAX 200 kt e angolo di inclinazione laterale 20° (o rateo di virata 2°/s, quale dei due richieda minore inclinazione laterale).

ROSKA 8B

Il percorso prevede di procedere su radiale 226 RCH VOR (o radiale 046 CHI VOR) verso OSLOP, di virare a sinistra per intercettare QDR 212° RON L, verso ROSKA.

Nota:

I voli pianificati via ROSKA-T128 dovranno mantenere un gradiente minimo di salita di 425 ft/NM (7%).

CHI 8B

Il percorso prevede di procedere su radiale 226 RCH VOR (o radiale 046 CHI VOR) verso OSLOP, quindi CHI VOR/DME.

TIBRO 8B

Percorso: al traverso di IPINO, o attraversando 4000ft, virare a destra verso RON L. Lasciare RON L su QDR 009° RON L e procedere via LUPIN-TIBRO.

RIFEN 6B

Percorso: al traverso di IPINO, o attraversando 4000ft, virare a destra su RON L. Lasciare poi RON L su QDR 080°, verso RIFEN.

Procedure strumentali di Trieste

Tagged , , ,

Join the Conversation

Will not be published.