Zona di lavoro aereo Legnago SAPR

La nuova zona di lavoro aereo Legnago SAPR è stata istituita con la variante AIRAC A11/18 ed è pertanto già utilizzabile dal 6 Dicembre 2018.

Il suo nominativo non lascia molto spazio all’immaginazione ed in effetti in questa area si svolge attività addestrativa per sistemi aeromobili a pilotaggio remoto.

 

 

La segnalo perché il suo limite verticale superiore è abbastanza significativo (500ft AGL) ed anche perché essa è del tutto compresa all’interno di un’ ATZ, quella di Legnago.

E’ attiva dal Lunedì al Venerdì, dall’alba al tramonto, per SAPR con massa operativa al decollo inferiore ai 25 kg.

La sua particolare collocazione comporta la necessità di un preventivo coordinamento con il gestore aeroportuale di Legnago (Associazione Volo Legnago) per lo svolgimento delle operazioni, le quali sono anche incompatibili con le attività della zona di volo acrobatico “Legnano AD”.

Zona di lavoro aereo Legnago SAPR

LEGNAGO ATZ

Si tratta di uno spazio aereo non controllato, classificato “G”, all’interno del quale la frequenza 119.725 MHz è assegnata per le esigenze dell’Aviazione Generale e per quelle dell’Aeroclub, non per scopi ATS.

Zona di volo acrobatico LEGNAGO AD

Fino al 2 Gennaio 2019 la zona è operativa nei seguenti periodi ed orari:

Sabato e festivi 0900/z-1200/z e 1400/z-1730/z.

A partire dal 3 Gennaio 2019 (come riportato nella variante AIRAC A12/18) sarà invece utilizzabile ogni giorno, dall’alba al tramonto.

Il settore nord-orientale del suo spazio aereo interessa parzialmente la zona 3 della CTR di Verona.

Per tale motivo, la sua attività è soggetta all’autorizzazione di Verona APP, e potrà essere sospesa da Verona APP in qualunque momento le condizioni di traffico lo richiedano.

Inoltre, è obbligatorio il contatto radio continuo con Verona APP/Radar.

Tuttavia, le operazioni, al suo interno, non si svolgono in modo continuativo e le informazioni più aggiornate sulla reale occupazione di questo spazio aereo sono fornite da Padova FIC e Verona APP/Radar.

Come già accennato poco sopra, esse non sono compatibili con l’attività che si svolge all’interno dell’area Legnano SAPR.

Nella prossima immagine, una vista in pianta dell’intero settore descritto.

zona di lavoro aereo Legnago SAPR

Per analogia con l’argomento trattato, accenno alla cancellazione della restrizione relativa alla massa operativa al decollo inferiore ai 25 kg, nelle seguenti zone dedicate all’attività aeromodellistica:

VERGIANO (ENE aeroporto Rimini) – AIRAC A10/18

GRUPPO AEROMODELLISTICO OSTIENSE (SE aeroporto di Roma Ciampino) – AIRAC A10/18

ALI CASTELLI ROMANI (ESE aeroporto di Roma Ciampino) – AIRAC A12/18

 

Tagged , ,

Join the Conversation

Will not be published.