Control Zone di Aviano

La recente emissione di alcuni NOTAM riguardanti le modalità di attivazione della Control Zone di Aviano, è stata uno spunto per la stesura del post di oggi.

La seguente è una serena disamina degli spazi aerei ATS contenuti nella CTR di Aviano, che volontariamente ignora le aree sottoposte a restrizione che pure abbondano.

Farò un eccezione solo per l’ingombrante presenza della zona regolamentata LI R49 Zita.

The recent issue of some NOTAM regarding the activation modalities of Aviano Control Zone, was a starting point for writing this post, today.

The following is a review of the ATS airspace contained within Aviano CTR, which voluntarily ignores the areas subject to restriction.

I will make an exception only for the voluminous presence of restricted area LI R49 Zita.

AVIANO CTR Zona 1

Contiene l’ATZ dell’aeroporto militare di Aviano, il cui limite verticale superiore è di poco più alto di quello della zona in esame (2500ft AMSL contro 2000ft AMSL).

It contains the ATZ of the military airport of Aviano, whose upper vertical limit is slightly higher than the area under analysis (2500ft AMSL instead of 2000ft AMSL).

Control Zone di Aviano

AVIANO CTR Zona 2

Contiene l’ATZ dell’aeroporto militare di Rivolto, il cui limite verticale superiore supera quello della zona in esame (2500ft AGL contro 2000ft AMSL).

It contains the ATZ of the military airport of Rivolto, whose upper vertical limit is higher than the area under analysis (2500ft AGL instead of 2000ft AMSL).

Control Zone di Aviano

Il NOTAM A0850/18 stabilisce che il nominativo dell’ATZ deve essere variato in UDINE/RIVOLTO e aggiunge una nuova frequenza di Torre, la 126.850 MHz a quelle disponibili per l’ente ATC.

Per rimanere alle ATZ presenti nella CTR di Aviano, occorre citare quella di Casarsa della Delizia, che si affaccia all’interno della zona 2, e quella di Udine Campoformido, che interessa marginalmente la parte orientale della zona 2.

Remark:

NOTAM A0850/18 states that the name of the ATZ shall be changed to UDINE/RIVOLTO and adds a new TWR frequency, 126.850 MHz.

It is necessary to mention Casarsa della Delizia ATZ, partially within zone 2, and Udine Campoformido ATZ, which marginally affects the eastern part of zone 2.

Control Zone di Aviano

AVIANO CTR Zona 3

Il suo ingombro verticale è identico a quello della zona 1 e della zona 2, distendendosi però fino ai confini con la CTR di Treviso e riempiendo gli spazi che separano le citate aree.

Vorrei sottolineare la peculiarità di questa zona, che viene declassata a “G” quando non viene fornito il servizio di Avvicinamento, ma anche, in deroga, il venerdì a partire dalle 1200/z fino alle 2359/z della Domenica (1100/z nel periodo in cui vige l’ora legale).

Its vertical limits are identical to zones 1 and 2, but it extends up the borders of Treviso CTR and fills the spaces that separate the above mentioned areas.

I would like to underline the peculiarity of this area, which is downgraded to class “G” when the Approach control service is not provided, but also, by way of exception, on Fridays from 1200/z until 2359/z on Sundays (1100/z during summer time).

Control Zone di Aviano

Nella prossima immagine sono individuabili i punti di attesa a vista Spresiano, San Polo di Piave, Sesto al Reghena e Spilinbergo, nonché i punti di riporto VFR Conegliano e Vittorio veneto, collegati da una rotta percorribile a 1000ft AGL.

In the next image you can see the Visual Holding Gates Spresiano, San Polo di Piave, Sesto al Reghena and Spilinbergo, as well as the VFR reporting points Conegliano and Vittorio Veneto, connected by a route at 1000ft AGL.

Control Zone di Aviano

AVIANO CTR Zona 4

E’ una sorta di “coperchio” della sommatoria dei limiti laterali delle zone 1, 2 e 3.

Un coperchio bello alto, però. Che va dai 2000ft AMSL al livello di volo 195.

It is a kind of “cover” of the summation of lateral limits of zones 1, 2 and 3.

A fairly high lid, however. Starting from 2000ft AMSL up to FL195.

Control Zone di Aviano

AVIANO CTR Zona 5

Copre la parte settentrionale della CTR, ma a partire dal livello di volo 100 fino a FL195.

Takes the northern part of CTR, from flight level 100 to FL195.

Control Zone di Aviano

AVIANO CTR Zona 6

Protuberanza meridionale della Control Zone, rappresenta idealmente il suo sbocco al mare.

I suoi limiti verticali vanno da FL 85 a FL 195.

Southern protuberance of the Control Zone, ideally represents its access to the sea.

Its vertical limits range from FL 85 to FL 195.

Control Zone di Aviano

Nella vista in pianta sono apprezzabili le sovrapposizioni fra le varie zone.

In the plan view you can see the overlaps between the areas.

 

Vorrei poi fare accenno alla presenza della vastissima area regolamentata LI R49 Zita, dove si svolge intensa attività aerea militare e i cui settori C e D interessano maggiormente la CTR di Aviano nella fascia che va da FL 130 a FL 195.

Risultano pertanto coinvolte la zona 4, la zona 5 e la zona 6.

 

Servizi del traffico aereo

All’interno della CTR opera il Servizio di Controllo di Avvicinamento di Aviano, gestito dall’Aeronautica Militare, con il seguente orario:

dal Lunedì al Venerdì 0630/z-2100/z (durante il periodo dell’ora legale 0530/z-2000/z)

Sabato 0730/z-1900/z (durante il periodo dell’ora legale 0630/z-1800/z).

Nei giorni festivi il servizio non è disponibile, ma è opportuno precisare che, con la variante AIRAC A6/18 si è voluto sottolineare il fatto che, al di fuori del citato orario di servizio, è comunque opportuno un preventivo contatto sulla frequenza 120.125 MHz di Aviano APP o sulla frequenza 124.150 MHz di Padova FIC, per verificare lo status operativo dei servizi di controllo del traffico aereo.

Le peculiari caratteristiche di una base militare infatti, a volte impediscono di comunicare attraverso i tradizionali canali di diffusione le estensioni di operatività.

Una nota, presente in AIP, informa che le procedure strumentali dell’aeroporto di Udine Rivolto vengono effettuate parzialmente al di fuori dello spazio aereo controllato quando il servizio APP di Aviano non è attivo.

Tuttavia, in tutta sincerità, sembra strano che possano essere svolte attività in IFR in assenza dell’unità ATS competente nella CTR.

Non mi sembra ci siano molti altri casi simili, in Italia. Se non, forse, Lampedusa, che però è situata nella FIR di Malta.

I would like to underline the presence of the large restricted area LI R49 Zita, where intense military air activity takes place and whose sectors C and D interfere with Aviano CTR, from FL 130 up to FL 195.

Therefore, Aviano CTR zone 4, zone 5 and zone 6 are involved.

 

Air Traffic Services

Within the CTR operates Aviano Approach Control Service, managed by Italian Air Force, with the following schedule:

from Monday to Friday 0630/z-2100/z (during the summer time 0530/z-2000/z)

Saturday 0730/z-1900/z (during summer time 0630/z-1800/z).

On public holidays, the service is not available, but it should be noted that, outside the aforementioned working hours, it is still advisable to contact Aviano APP frequency 120.125 MHz or Padova FIC frequency 124.150 MHz, to verify the operational status of air traffic control services.

The peculiar characteristics of a military base, in fact, sometimes prevent the communication of schedule extensions through the traditional diffusion channels.

A note, present in AIP, informs that the instrument procedures of Udine Rivolto airport are carried out partially outside the controlled airspace when Aviano APP is not active.

However, it seems strange that IFR activities can be carried out in uncontrolled airspace.

______

UPDATE del 12 Agosto 2018:

Il contenuto del NOTAM A2979/18, che comunicava la disponibilità della frequenza 122.100 MHz per il Servizio di Torre di Aviano in sostituzione della frequenza 142.050 MHz, è stato incorporato in AIP con la variante AIRAC A7/18.

Aviano Tower frequency 122.100 MHz has been replaced by frequency 142.050 MHz (AIRAC A7/18).

______

UPDATE del 30 Luglio 2019:

La zona aviolancistica RIVOLI 5, situata a i confini nord-orientali della CTR di Aviano, è stata cancellata con il NOTAM A3203/19 (successivamente incorporato in AIP con la variante AIRAC A7/19).

______

UPDATE del 14 Maggio 2019:

Si aggiunge una nuova frequenza APP, la 120.965 MHz. (vedere NOTAM A3379/19, successivamente incorporato in AIP con la variante AIRAC A8/19).

A new APP frequency, 120.965 MHz, becomes available. (see NOTAM A3379/19, later incorporated in AIP with AIRAC A8/19)

______

UPDATE del 26 Dicembre 2019 (AIRAC A12/19, in vigore dal 2 Gennaio 2020):

La zona vietata LI P245 “San Salvatore di Susegana” situata a Nord Est dell’aeroporto militare di Treviso Istrana, all’interno della zona 3 della CTR di Aviano, è stata cancellata.

Prohibited area LI P245 “San Salvatore di Susegana”, located North-East of Treviso Istrana military airport, within zone 3 of Aviano CTR, has been cancelled.

  

_____

UPDATE del 3 Gennaio 2020 (AIRAC A13/19):

La frequenza di Aviano APP 129.300 MHz è stata completamente eliminata.

Aviano Approach frequency 129.300 MHz has been completely withdrawn.  

_____

UPDATE del 23 Marzo 2020 (AIRAC A2/20, in vigore dal 26 Marzo 2020):

Viene istituita la zona di volo acrobatico PREMARIACCO, situata fuori dagli spazi aerei controllati, a est dell’aeroporto di Udine Campoformido.

L’attività è soggetta al coordinamento con Padova ACC al quale deve essere notificato l’orario di inizio e fine della stessa.

Limiti verticali: 1000ft AGL/4500ft AGL. 

The area for aerobatic activity PREMARIACCO has been implemented. It is located outside of controlled airspaces, east of Udine Campoformido airport.

Aerobatic flights are subject to coordination with Padova ACC, to be notified also for the beginning and the end of the activity.

Vertical limits: 1000ft AGL / 4500ft AGL

______   

Tagged , , , ,

15 thoughts on “Control Zone di Aviano

  1. Buongiorno Fabio, grazie per questo interessantissimo articolo.
    Mi potresti spiegare come hai creato le immagini con gli spazi aerei in 3d e il terreno con la cartografia di Google Earth?

    Grazie

    Diego

    1. Ciao Diego,

      dopo aver tracciato le coordinate con Google Earth, effettuo degli screenshot della porzione che mi interessa.
      Uso un programma di modellazione 3D, che si chiama Blender, con il quale metto a riferimento le immagini degli screenshot e ci costruisco sopra i volumi 3D degli spazi aerei.
      Gli ingombri verticali sono proporzionati fra di loro, ma ovviamente non c’è alcuna pretesa che siano in scala con la base geografica.
      Onestamente mi sembra più importante la comprensione della loro configurazione che un perfetto realismo.
      Scritte e simboli sono aggiunte con un successivo passaggio ad un altro programma di elaborazione grafica.
      Un saluto.

      Fabio

  2. Buongiorno, da inesperto chiedo una informazione: nella parte sud della provincia di Pordenone, l’area che mi pare rientri in Aviano CTR Zone 4 nella prima immagine, è possibile giocare con un drone hobbistico/amatoriale (quindi rispettanto le regole dei 70 metri di altezza, 200 lineari, volo a vista, niente gente attorno etc etc) ? Mi interessa conoscere la risposta sia in casi generici ovvero campagna “disabitata” o meglio non frequentata che nel caso in cui il terreno sia di proprietà personale di chi fa volare il drone amatoriale/giocattolo. Mi riferisco sempre a situazioni amatoriali senza patentino SAPR etc etc … grazie per l’aiuto

    1. Buongiorno Paolo,

      le tue indicazioni riguardo la zona in cui vorresti operare sono un po’ generiche.
      Credo di poter dire, però, che ti troveresti ancora immerso nella zona 3 della CTR di Aviano, i cui limiti verticali vanno dalla superficie fino a 2000ft AMSL.
      Le prescrizioni ENAC richiedono, per gli aeromodelli, di operare al di fuori degli spazi aerei controllati.
      Ad ogni buon conto, ti consiglio di scaricare dal sito ENAC il Regolamento “Mezzi aerei a pilotaggio remoto”, lettura assolutamente essenziale se ci si vuole cimentare in questa divertente attività.
      Un cordiale saluto e grazie del tuo interesse per il mio lavoro.

      Fabio Patrassi

  3. Buongiorno,
    risulta anche a voi che le zone dei CTR Aviano3 e Treviso2 NON sono attive tutti i weekend da venerdì pomeriggio a domenica notte e quindi declassate da classe “D” a classe “G”?

    1. Buon pomeriggio Fausto.

      La zona 3 della CTR di Aviano viene declassata a “G” quando non viene fornito il servizio di Avvicinamento, ma anche, in deroga, il venerdì a partire dalle 1200/z fino alle 2359/z (dalle 1100/z in questo periodo dell’anno).

      Il servizio di avvicinamento di Treviso funziona in modo continuativo H24, pertanto per la zona 2 della CTR di Treviso la deroga (ed il declassamento a “G”) riguarda il periodo che va dal Venerdì alle 1200/z (1100/z in questo periodo dell’anno) fino alle 2359/z della Domenica. Tale declassamento avverrà anche nei giorni festivi infrasettimanali.

      Una buona giornata

      Fabio Patrassi

    2. Chiedo scusa, Fausto.

      Nella mia risposta ho saltato un passaggio. La zona 3 della CTR di Aviano subisce il declassamento a “G” negli stessi orari della zona 2 della CTR di Treviso.

      Ad ogni buon conto, ho integrato il mio articolo con le corrette specifiche.

      Saluti

      Fabio Patrassi

  4. Ciao Fabio,
    1) Quale e’ lo scopo per l’aeroporto non controllato di UD/Campoformido di avere una ATZ con limite verticale a FL50? Forse per consentire l’attivita’ aviolancistica, visto che, da quanto mi hanno detto, l’attivita’ del club di volo locale e’ molto ridotta;
    2) Parlando in generale, come mai ci sono aeroporti non controllati con ATZ ed altri che ne sono privi come Foligno, Fano, Asiago, Vercelli, Belluno, ecc.?
    3) Dove si trovano nell’AIP le rotte VFR (di norma da sorvolare a 1000ft AGL)? Mi pare che in Italia ce ne siano molto poche;
    4) Non ho vista esplicitata la zona regolamentata LIR49 Zita. E’ forse stata trattata in altra sezione del tuo blog?
    5) Ho dei dubbi sulle frequenze radio di Aviano APP ed Aviano TWR. Su AIP ENR 2.1.2.5-6 AIRAC effective date 12 SEP 2019 (A8/19) compare ancora la 129.300, che tu dici essere stata eliminata; come mai? Inoltre, ma le frequenze della Aviano TWR dove si trovano sull’AIP?

    Franco Ralli

    1. Ciao Franco,

      1) L’ipotesi dell’attività aviolancistica potrebbe avere un senso, ma altrove questo criterio non è stato attuato.
      Pertanto sono più propenso a credere che il motivo sia orografico.
      In effetti, la caratteristica più singolare dell’ATZ di Campoformido è la sua estensione…

      2) La prima discriminante che mi viene in mente è la fornitura del servizio AFIS. Tuttavia non sono certo che ci sia un criterio univoco.
      Di sicuro dove viene fornito un AFIS esiste un’ATZ.

      3) Le rotte VFR in AIP stanno via via sparendo. Quelle che sono rimaste le puoi osservare solo sulla cartografia VFR.

      4) La zona regolamentata LI R49 è molto vasta e non sono riuscito a raffigurarla su questo post, Né, al momento, in altri.

      5) Io aggiorno i miei post anche sulla base della emissione di NOTAM permanenti. In questo caso, il NOTAM di riferimento non è stato ancora incorporato in AIP.
      Le frequenze di Aviano APP le trovi su ENR 2.1.2.5 ; quelle di Aviano TWR le trovi su ENR 2.1.3-2 (insieme a tutte le altre frequenze di torre degli aeroporti militari.

      1. Ciao Fabio,

        1) oltre l’estensione anche la particolare forma di Udine/Campoformido ATZ mi stupisce, considerando che e’ sede di un Aero Club con molto limitata attivita’ di volo, eccezion fatta per l’attivita’ aviolancistica. Una ATZ che penetra Aviano CTR Zone 2 e che e’ contigua alla Udine/Rivolto ATZ. Da un punto di vista orografico la ATZ si estende su un terreno pianeggiante, arrivando alle pendici delle montagne che confinano con la Slovenia. Inoltre, effettuare attivita’ aviolancistica da poco piu’ 1.000 metri si svolge soltanto attivita’ addestrativa. I FL per la normale attivita’ aviolancistica sono dell’ordine di FL 140-150 e non FL 050, che e’ il limite superiore di Udine/Campoformido ATZ;

        2) Parlando di AFIS, chiedo se un AFIS puo’ emettere istruzioni ed autorizzazioni o visto che trattasi di Information Service, ritengo che si limita a comunicare solo informazioni, lasciando alla discrezione del pilota tutte le altre decisioni. Quindi dove non c’e’ una ATZ non ci sara’ un AFIS?

        3) quindi le rotte VFR non sono piu’ menzionate nell’AIP?

        5) quindi c’e’ un’isteresi di tempo tra l’emissione di un NOTAM e la comparsa della variante su AIP. Ma le varianti all’AIP non sono anche introdotte dall’emissione dell’AIRAC ogni 28 giorni?

        1. Confermo. Un AFIS non può emettere autorizzazioni.
          Un servizio del traffico aereo deve avere uno spazio aereo di competenza.
          Quindi, dove non c’è un’ATZ non può essere fornito un AFIS.

          Alcune rotte VFR rimangono. Ma sono molto poche.

          Le varianti AIRAC diffondono con congruo anticipo informazioni di natura permanente ed operativamente significative, ma incorporano anche in AIP alcuni NOTAM permanenti emessi nel periodo precedente alla pubblicazione.

          Qualche anno fa venivano pubblicate le varianti NON-AIRAC, spesso usate proprio per incorporare in AIP i contenuti dei NOTAM.

          Questo tipo di emendamento è stato sospeso, pertanto la variante AIRAC svolge anche questo tipo di compito.

  5. Buon Natale Fabio.
    Anche oggi il traffico aereo nei cieli e’ intenso e quindi non possiamo non tenerci aggiornati ed allenati sulle aeronautical information. Ecco alcuni quesiti che mi sono rimasti nella penna:

    1) nel sottolineare la peculiarità di Aviano CTR Zone 3, che viene declassata a spazio aereo G quando non viene fornito il Servizio Controllo di Avvicinamento, affermi che il declassamento avviene anche, in deroga, il venerdì a partire dalle 1200Z fino alle 2359Z della domenica (1100Z nel periodo in cui vige l’ora legale). Quale sarebbe la peculiarita’ di Aviano CTR3? Ed in deroga a che cosa?

    2) Non mi e’ chiaro se gli orari, nei quali viene fornito il servizio APP, sono in stretta relazione con gli orari , in cui viene attivata/disattivata la Aviano CTR. In altre parole, quando non viene fornito il servizio APP automaticamente la Aviano CTR e’ disattivata e viceversa quanto la Aviano CTR non e’ attiva anche il servizio APP non sara’ fornito;

    3) cosa si intende per: ” verificare lo status operativo dei servizi ATC”?

    4) affermi che: “le peculiari caratteristiche di una base militare infatti, a volte, impediscono di comunicare attraverso i tradizionali canali di diffusione le estensioni di operatività”. Quali sono queste peculiari caratteristiche di una base militare? Inoltre, cosa si intende per: “estensioni di operative”?;

    5) Una nota, presente in AIP, informa che le procedure strumentali dell’aeroporto di Udine/Rivolto vengono effettuate parzialmente al di fuori dello spazio aereo controllato (quale spazio aereo? Aviano CTR Zone 2) quando il servizio APP di Aviano non è attivo. Che implicazioni puo’ avere questa situazione per i voli VFR?

    Pace e bene

    Franco Ralli

    1. Buon Natale a te, Franco, ed ai pochi ma buoni che mi fanno l’onore di seguire il mio blog.

      1) La premessa generale è che la CTR di Aviano è classificata ‘D’ fintanto che il servizio di avvicinamento funziona.
      Questo avviene dal Lunedì al Venerdì in orario 0630-2100 (0530-2000) e il Sabato in orario 0730-1900 (0630-1800).
      In altri orari e nei giorni festivi, lo spazio aereo della CTR viene classificato ‘G’.
      La deroga per la zona 3 consiste nel fatto che, a prescindere dalla presenza del servizio di avvicinamento, il suo spazio aereo viene declassato a ‘G’ a partire dalle 1200/z (1100/z) del Venerdì e per tutta la giornata del Sabato (la Domenica sarebbe in ogni caso declassato a ‘G’).

      2) Credo che la mia risposta 1 possa valere anche per questa domanda.

      3) Anche se, sulla carta, i servizi del traffico aereo non sono assicurati e lo spazio aereo della CTR dovrebbe essere stato declassato a “G”, un preventivo e prudenziale contatto con gli enti e le frequenze citate può togliere ogni dubbio.

      4) Voglio dire che un aeroporto militare si trova a volte nella necessità operativa di dover prolungare l’orario dei servizi del traffico aereo. Il più delle volte questo viene annunciato mediante l’emissione di un NOTAM. In alcuni casi, l’esigenza è talmente improvvisa da rendere impossibile anche il preavviso a mezzo NOTAM.

      5) Stiamo sempre parlando dell’ipotesi che vede un servizio di avvicinamento non assicurato e dello spazio aereo della CTR declassato a “G”. In quel caso e solo in quel caso, le procedure strumentali dell’aeroporto militare di Rivolto verrebbero a svolgersi al di fuori dello spazio aereo controllato.
      All’interno del mio post ho espresso qualche dubbio sulla fattibilità di un’ipotesi del genere, ma tant’è…
      Suppongo che il traffico VFR verrebbe informato da Padova FIC di tale evenienza, ricevendo suggerimenti sul modo di evitare conflitti di traffico.

  6. Ciao Fabio,
    forse ritorno su argomenti gia’ discussi, ma che non ho ancora metabolizzato. Volando intorno ed attraversando l’Aviano CTR puoi comprendere il mio interesse per questo spazio aereo controllato. Ho riletto con attenzione la parte dell’AIP (ENR 2.1.2.5) che copre appunto i dati relativi all’Aviano CTR. Ecco i miei quesiti, che credo si possano applicare a tutte le altre CTR nazionali:

    1) nei giorni e negli orari in cui il Servizio APP non e’ fornito, posso considerare che automaticamente tutte le Zone dell’Aviano CTR sono declassate a spazio aereo Golf e quindi spazio penetrabile senza alcuna autorizzazione dell’ente ATS??? E viceversa, quando lo spazio aereo e’ declassato a Golf la Aviano CTR non sara’ attiva ed il Servizio APP non verra’ fornito???

    2) nella colonna Note della Zone 3 del documento ENR 2.1.2.5 sono riportati i giorni e gli orari in cui la Aviano CTR non e’ attiva. Inoltre, si specifica che “Informazioni sullo stato di attivazione della Aviano CTR sono fornite da Aviano APP, oppure, al di fuori dell’orario di Aviano APP, da Padova FIC”. Su questa affermazione dell’AIP ho due domande:
    a) volando in Zone 3 in giorni ed orari, in cui l’Aviano CTR non e’ attiva, devo comunque contattare l’Aviano APP o Padova FIC per conoscere lo stato di attivazione di Aviano CTR?
    b) se devo contattare Padova FIC, quando Aviano APP non viene fruito, al fine di conoscere lo stato di attivazione di Aviano CTR, allora significa che la Aviano CTR puo’ essere attiva anche se il Servizio di Aviano APP non viene fruito???

    3) un’ultima domanda che forse riguarda molte altre ATZ. Quando la Aviano CTR non e’ attiva, posso attraversare la Aviano ATZ, anche senza intenzione di approdare nel relativo AD? A chi dovrei chiedere l’autorizzazione, essendo il Servizio di Aviano APP non fornito nei giorni festivi (para. 3 della ENR 2.1.2.5).

    CONDIVIDERE PER PREVENIRE

    Franco Ralli

    1. Non preoccuparti, Franco… In effetti l’argomento è complesso e, a volte, contraddittorio.

      1) Innanzitutto una premessa: le CTR dove il servizio di avvicinamento è fornito da militari sono da trattare in modo diverso da quelle in cui il servizio di avvicinamento è fornito da civili.
      Nelle poche CTR gestite da civili dove il servizio di avvicinamento non si svolge H24, si può essere certi che, al di fuori degli orari di servizio, la CTR prende la classificazione dello spazio aereo in cui è contenuta (di solito la classe G).
      Nelle CTR in cui il servizio di avvicinamento è fornito da militari, invece, esiste la concreta possibilità che a causa di non programmabili necessità operative militari, l’orario di servizio possa essere esteso.
      E’ per questo motivo che, spesso, nelle note in AIP si raccomanda un contatto con il FIC di competenza.
      Nel caso specifico, se Padova FIC conferma la cessazione del servizio APP di Aviano, lo spazio aereo della CTR si può considerare declassato a “G” (ad eccezione dello spazio aereo condiviso con la zona 7 di Padova CTA “Tagliamento”, che conserva la classe “D”.)
      2) Credo di aver risposto a questa domanda con la risposta 1)
      3) In teoria, anche lo spazio aereo dell’ATZ di Aviano diventa permeabile quando viene declassato a “G”. Tuttavia, anche qui, ti invito a considerare la specificità degli aeroporti militari.
      Molto meglio esprimere con chiarezza a Padova FIC le tue intenzioni e richiedere un loro parere al riguardo.

      Ciao!

Join the Conversation

Will not be published.