Canalizzazione a 8.33 Khz

Nuova importante modifica del paragrafo GEN 1.5, riguardante la spaziatura dei canali VHF a 8.33 KHz.

Il NOTAM A9390/18, successivamente incorporato in AIP con la variante AIRAC A2/19,  introduce sostanziali novità, che vado ad esporre.

A partire dal 1° Gennaio 2019 non sarà consentito operare entro spazi aerei dove è richiesto un equipaggiamento radio, ivi comprese le RMZ (Radio Mandatory Zones), a meno che esso non possegga la capacità di spaziatura dei canali a 8.33 Khz.

In deroga a quanto sopra evidenziato e conformemente a i paragrafi 2.5 e 5.4 del Regolamento UE 1079/2012, rimane possibile operare con apparati radio con capacità di spaziatura dei canali a 25 KHz nelle seguenti zone di controllo:

– Cagliari CTR

– Grosseto CTR

Inoltre, negli spazi aerei dove la dotazione di un apparato radio non è obbligatoria, gli operatori aerei possono continuare a contattare Milano FIC, Roma FIC e Brindisi FIC.

La fornitura dei servizi per gli aeromobili di Stato esentati dall’obbligo di dotazione di apparati radio con spaziatura dei canali a 8.33 KHz avverrà su base tattica, attraverso la fornitura una frequenza alternativa UHF/VHF a 25 KHz, i cui dettagli saranno comunicati al momento dell’uso.

Tale esenzione si applica anche ai voli indicati come STS/SAR, STS/HOSP, STS/MEDEVAC o STS/FFR

Questa è la pagina AIP aggiornata:

Canalizzazione a 8.33 Khz

 

 

Tagged , ,

Join the Conversation

Will not be published.