Aerodrome Traffic Zones anomale

Come già accennato nel post Revisione AIP parte ENR, un drappello di Aerodrome Traffic Zones anomale e definite, fino a qualche tempo fa, “a regolamentazione speciale” sono state sottoposte a modifiche normative con l’AIRAC A9/17.

Il loro spazio aereo è classificato “G” e non sono contenute in una CTR, tuttavia, i relativi aeroporti sono controllati.

Per alcuni di essi, (si tratta di Roma Urbe, Sarzana Luni, Guidonia e Viterbo) è stata pubblicata una specifica procedura per i voli VFR.

Eccola:

Informazioni generali

1)

L’attività di volo nel circuito di traffico aeroportuale è regolamentata come di seguito indicato:

a) di giorno, in accordo ai minimi VFR riportati in ENR 1.2, 2)

b) è richiesto il contatto radio bilaterale continuo

c) in caso di visibilità al suolo inferiore a 5 km e fino a 1500 m, possono essere autorizzati ad operare, a discrezione del controllore di TWR, fino ad un massimo di 3 aeromobili contemporaneamente, comprese operazioni di decollo e atterraggio

NOTA

Allo scopo di non superare il numero massimo di tre aeromobili nel circuito di traffico di aeroporto, ai voli addestrativi può essere richiesto temporaneamente, dal controllore di TWR, di atterrare o di lasciare il circuito di traffico di aeroporto per attendere in specifiche zone all’interno o al di fuori dell’ATZ.

d) fuori dalle nubi in contatto visivo con il suolo e/o con l’acqua

e) gli aeromobili in decollo devono dare la precedenza agli aeromobili in atterraggio

f) gli aeromobili in addestramento che operano nel circuito di traffico di aeroporto devono dare la precedenza agli aeromobili in decollo che intendono uscire dal circuito di traffico di aeroporto

2)

In condizioni di visibilità al suolo inferiore a 1500 m, agli elicotteri in VFR è fornito solo il servizio informazioni volo aeroportuale.


Le informazioni relative all’aeroporto di Sarzana Luni sono state integrate da quest’ultima indicazione:

3)

In assenza dei Servizi del Traffico Aereo eventuali attraversamenti dell’ATZ di Sarzana/Luni devono essere effettuati prestando particolare attenzione alla possibile presenza di traffico aereo militare e/o civile autorizzato.

 

Nell’aeroporto di Lampedusa, anch’esso controllato e contenuto in un’ATZ classificata “G” al di fuori di una CTR, si svolge addirittura traffico IFR.

 

UPDATE del 14 Aprile 2018:

Allo scopo di rendere ancora più chiara la particolare condizione di questi spazi aerei, con la variante AIRAC A3/18 (in vigore dal 26 Aprile 2018) è stata emendata la sezione AD “Spazio aereo ATS” di tutti gli aeroporti citati, aggiungendo la seguente nota: aeroporto controllato.

 

 

Tagged , , , , ,

Join the Conversation

Will not be published.